HB100, qualcuno lo ha mai usato?

Buongiorno a tutti. Sto sbattendo da giorni sulla stabilità di sensori ultrasuoni da utilizzare come perimetrale, ma sono soggetti a variazione troppo consistenti, umidità, superficie di rimbalzo..vento...

Stavo pensando di utilizzare questi http://www.limpkin.fr/public/HB100/HB100_Microwave_Sensor_Module_Datasheet.pdf

che ne dite?

Grazie.

C'è una discussione sul forum internazionale --> http://forum.arduino.cc/index.php/topic,61989.0.html

Con un radar non puoi misurare la distanza. Misuri se un oggetto si avvicina o allontana o la velocitá dell oggetto (effetto doppler) Ciao Uwe

le micronde misurano (solitamente) una variazione di frequenza dovuta al movimento nell' area che stanno rilevando....l'infra invece guarda la temperaura di un qualcosa che gli passa davanti...ci sono degli allarmi perimetrali in giro ma mi sa che sono anche fatti da un contatto punto punto tra dei sensori ai vertici del perimetro...potresti usare anche dei sensori capacitivi attaccati alla recinzione che rileva quando qualcuno la tocca.

Il sensore è veramente interessante, visto che costa solo € 8.00.

Leggendo l'Application Note del sensore, però, noto che la frequenza usata è 10.525 GHz.

Sempre in questa nota, c'è una tabella che indica le frequenze consentite per la rilevazione di movimento nelle varie nazioni.

Per l'Italia e la Francia la frequenza consentita è 9.9 GHz, mentre quella del sensore è valida per USA, Olanda e Belgio.

Li avete poi usati questi sensori? Da datasheel sono perfettamente utilizzabili con un pin di arduino che dovrebbe dare massimo 40ma giusto?

La mia idea sarebbe quella di alimentarli con pin di arduino così posso spegnere completamente il sensore quando la centrale è disarmata. Sarò paranoico, ma le micro onde mi piacciono per l'antifurto, ma non voglio averle costantemente sul coppetto tutto il giorno mentre sono a casa...

In soldono, posso collegarli senza resistenze giusto? Al max potrei giusto mettere un condensatore per stabilizzare o sbaglio?

Non si alimenta mai un dispositivo da un uscita di Arduino. Devi almeno usare un transistore. Ciao Uwe

A parte l'osservazione del buon Uwe, il segnale doopler (~200μVpp) va amplificato di circa 10000 volte e opportunamente filtrato con un High Pass a 3kHz o meno.

Sull'Application Note sono presenti due schemi di base per il funzionamento continuo (Continuos Wave) e pulsato (Pulsed Wave) a 2kHz con duty cycle al 4% ed alimentazione a 5.2V.

Abbiate pazienza vi prego :) Nel datasheet in alto in questo thread di parla di un assorbimento di ; "Current Consumption 30 - 40 mA"

che dovrebbe rientrare nelle specifiche di un singolo pin di arduino. Al massimo pensavo di metterci un condensatore in serie. Non va comunque alimentato direttamente?

L'arduino che uso ha una shield POE, quindi per potere attivare il sensore a microonde solo a centrale attivata, potrei usare un mosfet? collego al gate un pin output di arduino, poi il vid della scheda arduino e il GND. così potrebbe andare?

In alternativa, quando mi dite di alimentarlo con un transistor, a che componente vi riferite? Mi linketeste il componente giusto? grazie

E' vero che le uscite di Arduino possono sopportare 40mA, ma si tratta del massimo assoluto che conviene non raggiungere.

Meglio usare un transistor PNP per pilotare ad impulsi il sensore con PWM a 2kHz duty cycle 4%, come consigliato dall'Application Note:

http://www.limpkin.fr/public/HB100/HB100_Microwave_Sensor_Application_Note.pdf

grazie come sempre per il suggerimento.

Scusate se riprendo la discussione, ma questo sensore sembra identico ma con un assorbimento inferiore. Nella descrizione si parla proprio di arduino; http://www.ebay.com/itm/ZY-JIN-HB100-Microwave-Sensor-10-525GHz-Doppler-Radar-Motion-Detector-Arduino-/381374826691?hash=item58cbb608c3:g:k8oAAOSwr81URKT8

Fermo restando quello che mi avete detto prima, nemmeno con 35mA posso usare direttamente un pin di arduino, magari limitando l'assorbimento con il pwm?

La risposta é ancora la stessa e resta anche la stessa. Ciao Uwe

@grzmrc: forse non ti è ben chiaro ... ... ogni pin di Arduino può dare al [u]massimo[/u], a Vcc, 40 mA (... ma quello è veramente un limite, [u]nel normale funzionamento occorre stare al 60-70% di detto valore[/u]) ed inoltre la somma di tutti i pin e dell'assorbimento del chip, non deve superare al massimo i 200 mA (... e anche qui massimo va considerato come valore limite, ma nel normale funzionamento occorre stare al 60-70% di detto valore). Assorbimenti oltre detti limiti possono [u]danneggiare irrimediabilmente[/u] il chip.

Guglielmo

Ormai i soli radar sono poco usati come sensori di sicurezza, di fatto sono quasi tutti un mix tra radar ed infrarosso .Il sensore che hai postato parrebbe essere solo appunto la parte"sensibile"ma normalmente hanno tutto un circuito per gestire al meglio le segnalazioni. Data la mia carenza in materia di programmazione non so se potresti gestire tutto ciò via software con un algoritmo studiato a puntino ma poi ti avanzerebbero risorse Arduino per gestire tutto l'allarme? Per affidabilità in fatto di sicurezza conviene usare un buon sensore prefatto con tutta la sua logica e la protezione meccanica adatta all'ambiente di utilizzo sopratutto se all'esterno.