Informazioni su utilizzo arduino per tempo prolungato

Salve

avrei bisogno di alcune informazioni. Vorrei utilizzare arduino per realizzare un controllore per il livello di acqua in una cisterna, così da attivare e disattivare automaticamente una pompa in funzione del livello dell'acqua. Ho intensione di utilizzare un sensore SRF05, per ricavare il livello, montato sulla copertura della cisterna. I miei dubbi sono i seguenti:

1) la presenza di un elevato tasso di umidità rischia di rovinare il sensore in tempi molto brevi? che tipo di problemi potrebbe comportare?

2) l'arduino, per controllare il sensore, dovrebbe rimanere costantemente acceso. Ci sono limiti sul tempo di funzionamento? rischio di bruciare qualcosa oppure è adatto all'utilizzo prolungato nel tempo?

So che esistono soluzioni alternative e più efficienti, ma vorrei comunque provare a realizzare qualcosa da me. Spero di ricevere presto i vostri consigli a tal proposito.

1) sí il pericolo c'é che si ossidano le parti metalliche e delle gocce di condensa all'interno emetitore e sul dettetore ultrasuoni lo portano fuori dalla frequenza di risonanza. Vedrei meglio un sistema di galleggianti. È piú facile proteggerli dall umiditá. 2) non ci sono problemi di tenere acceso Arduino per lunghi tempi.

Ciao Uwe

Anche se semplice acqua evapora sempre e quel sensore ultrasuoni come già detto non và se usi delle bacchette per il minimo e il massimo bisogna farle andare in alternata , anche onde quadre a 50 hz simmetriche ( come quelle dei display lcd ) per evitare una seppur piccola elettrolisi. se usi un galleggiante una un potenziometro in POM

Vi ringrazio per la risposta tempestiva. Non mi è molto chiaro il funzionamento con galleggianti. Sopratutto non so cosa sono i galleggianti in POM. Posso collegarli all'arduino e controllare il livello dell'acqua? Vorrei evitare di utilizzare le sonde immerse per il livello dell'acqua, ma ti ringrazio comunque per l'idea. Ci sarebbero per caso altri tipi di sensori che potrebbero andare bene?

POM é un tipo di plastica.
Ciao Uwe

Dopo i consigli che mi avete dato ho provato a fare una ricerca per una eventuale realizzazione con galleggianti. Ho trovato alcuni modelli di interruttori a galleggianti utilizzati per gli acquari. esistono sia in orizzontale che in verticale... alcuni esempi sono:

http://www.reuk.co.uk/buy-FLOAT-SWITCH.htm

http://www.gasgoo.com/showroom/import_11010510175679/auto-products/1245152.html

Cosa ne pensate?

Il secondo che hai linkato e' un galleggiante con dentro una calamita, che scorre sopra un pezzo di tubo in plastica con dentro un reed ... volendo, si puo anche costruirsene uno simile con un tubo piu lungo e due reed, uno in basso, in corrispondenza del livello minimo, ed uno in alto per segnalare il "troppo pieno" ... sono comunque quasi eterni, non avendo parti mobili o elettroniche, e a parte "incidenti meccanici", piuttosto difficili da rompere ;)

Esistono dei sensori ad ultrasuoni resistenti all'acqua (grado di protezione IP67), ma sono pittosto costosi (circa 80-100 euro).

Oltre ai sensori a galleggiante, potresti usare due o più tondini in ottone diametro 2mm od in acciaio inox lunghi quanto serve e collegati ad uno o più ingressi analogici di Arduino.

Montandoli sul coperchio della cisterna "a testa in giù" isolati tra loro con quello più lungo usato come "comune", potresti rilevare non solo il livello minimo, ma anche i livelli intermedi.

Comunque, sia scegliendo i galleggianti che i tondini, con poca elettronica, potresti anche evitare l'uso di Arduino!

potresti anche modificare, oppure forse esistono, i galleggianti mettendogli un potenziometro, in modo da avere il livello, sembra sprecato fare tutto questo casino, scomodando un micro, per leggere un semplice on-off

se la cisterna è in plastica puoi usare un sensore capacitivo messo all'esterno della vasca, così fanno negli idromassaggi ad esempio