Iniziamo con Arduino!

Ciao!
Finalmente ho tra le zampe la mia MEGA 2560! (purtroppo non ancora la scheda servo driver :frowning: )
Stavo leggendo qui e la come montare e utilizzare un led.
Tra il led e l’Arduino una resistenza da 150/200 Ohm.

Poi ho beccato un tutorial dove attaccano un servo, direttamente su Arduino e senza resistenze!? (vedi foto)

Mi ricordavo che mai si deve attaccare un servo direttamente su Arduino!?

Poi scusate le domande mooolto primitive:

  1. che diametro di cavi devo usare? :slight_smile:
  2. L’Arduino MEGA va poggiata su superfici adatte? (ricordo che la JRK12v12 l’avevo posizionata con i 4 piedini di supporto su un cubetto di polistirolo dal terrore che potesse beccarsi un corto o qualche sbalzo di corrente che scorrendo fino a terra l’avrebbe potuta bruciare…
  3. In altre parole, che accorgimenti e consigli vi sentite di darmi prima che faccia qualche danno?

servo.png

E’ il led quello che erroneamente viene collegato nei tutorial senza resistenza !

Segui lo schema in allegato, è meglio.

Mmmm..

Allora, scusa se magari dico una cavolata; Il tuo schema e' diverso da quello che ho messo io.. Sembra che nel mio schema, l'alimentazione al servo sia direttamente fornita dall'arduino???

Mentre nel tuo si vede chiaramente l'alimentazione esterna (le batterie).

Quindi... lo schema che ho postato io e' sbagliato??? (anche perche' l'ho preso da un tutorial.. non vorrei beccare il tutorial kamikaze!..)

Poi, il led ha bisogno di una resistenza per non essere bruciato? o e' una precauzione per l'arduino'

Il tuo schema è uno di massima, ovviamente dipende dal servo quanto "vuole" in termini di potenza. Ma in generale è meglio fornire energia ai dispositivi come un servo esternamente, che dalla scheda.

Però anche il tuo schema va bene, sempre se il servo è piccolo (comunque 1/2 massimo di quelli piccoli).

Per quanto riguarda il led la resistenza si mette per limitare la corrente. Senza la corrente si impenna all'infinito, bruciando il led e probabilmente anche il pin del micro

anerDev:
Il tuo schema è uno di massima, ovviamente dipende dal servo quanto “vuole” in termini di potenza. Ma in generale è meglio fornire energia ai dispositivi come un servo esternamente, che dalla scheda.

Però anche il tuo schema va bene, sempre se il servo è piccolo (comunque 1/2 massimo di quelli piccoli).

Per quanto riguarda il led la resistenza si mette per limitare la corrente. Senza la corrente si impenna all’infinito, bruciando il led e probabilmente anche il pin del micro

Ahh ok quindi posso alimentare il servo dall’Arduino! interessante.
Ora, purtroppo non ho a disposizione quell’affare bianco con i buchi ( :roll_eyes: ) ma comunque penso che seguendo questo schema (vedi foto) io non abbia problemi… (facendo una T con il cavo del meno delle batterie…)

E poi per muovere un servo (futaba s3003 4.8-6v) quante batterie AA devo usare? non succede nulla se ne piazzo piu’ di quelle necessarie giusto?, dato che ho un contenitore per 4 pile AA che usavo per l’aeromodello… (hehe lo so… sono a zero di basi tecniche…)

L'affare bianco si chiama breadboard, guida qui: http://www.peduto.it/UsoBreadBoard/uso_breadboard.htm

Il futaba s3003 leggo che ha un assorbimento di 280mA, non collegarlo alla scheda.

Per quanto riguarda le batterie, ne puoi usare anche 500 formato AA, basta che nel morsetto in uscita ci sono 6V (usane 4 e vai sicuro, coppie in serie, i capi delle coppie in parallelo, così in uscita hai 6V). La corrente erogato da un generatore è in relazione al carico. E massima rispetto al generatore in se, di quanta ne riesce ad erogare.

PS: la prossima volta non mettere un titolo del genere. Scrivi chiaramente, ad esempio: "Dubbi su servo"

Il futaba s3003 leggo che ha un assorbimento di 280mA, non collegarlo alla scheda.

?? cioe' mi dici di non utilizzare proprio questo servo con l'Arduino o solo di utilizzare solo lo schema che mi hai mandato tu con l'alimentazione del servo collegata alle batterie?

Per quanto riguarda le batterie, ne puoi usare anche 500 formato AA, basta che nel morsetto in uscita ci sono 6V (usane 4 e vai sicuro, coppie in serie, i capi delle coppie in parallelo, così in uscita hai 6V). La corrente erogato da un generatore è in relazione al carico. E massima rispetto al generatore in se, di quanta ne riesce ad erogare.

emm devo rileggere attentamente :)

Ma per il discorso di fare quella T direttamente intrecciando il rame dei cavi?

aldoz: ?? cioe' mi dici di non utilizzare proprio questo servo con l'Arduino o solo di utilizzare solo lo schema che mi hai mandato tu con l'alimentazione del servo collegata alle batterie?

Usa quel servo ma come dice @anerdev, con alimentazione separata, Arduino non può fornire 280mA al servo Se lo colleghi magari gira ma rischi di scassare Arduino.

Per le batterie, le pile vanno bene ma si consumano in fretta. Puoi iniziare con quelle, ma sarebbe poi meglio passare a batterie al piombo da 6V (un pò pesanti) o LiPo da modellismo (un pò care), se devi usare per tento tempo i servo. Se cerchi nel forum ne hanno già scritti di thread sulle batterie/lipo/pile.

Ahh okok :slight_smile:

E per utilizzare lo schema (quello con le batterie) senza l’utilizzo della breadboard? E’ l’ultimo dubbio che mi assilla!
Quella T mi preoccupa!

Nessun problema. Colleghi rosso e nero del servo alle batterie, il giallo ad arduino. fondamentale è collegare anche GND (nero) da arduino a GND (nero) del servo o delle batterie. Puoi farlo con un T. Nulla di che. Prendi un Mammuth o un Morsetto da elettricista e metti insieme i GND.

Molto belli sono i WAGO, no viti, tutto a leva: http://toolguyd.com/wago-wiring-lever-connectors-221-series/

Grazie ragazzi! Vi faro' sapere! :)

Prego