iniziare da 0... anzi no -10!!!

ciao a tutti!!! ho 18 anni e probabilmente l’ anno prossimo inizierò ingegneria elettronica all’ università :slight_smile: però volevo prima fare qualche lavoretto e fare una tesina per la maturità sull’ elettronica :slight_smile: e volevo costruire un arduino!
ora, vorrei sapere, scusate le domande banalissime :blush: ma… come si inizia a costruire un arduino? da dove si comincia? cosa posso fare alle prime armi?
grazie mille!!! ciaoo

ps. non mi uccidete se ho sbagliato sezione XD

Ciao e benvenuto, la sezione e' giusta :slight_smile: . In quanto e' l'unica in Italiano (volendo puoi postare anche nel forum internazionale, scrivendo in Inglese naturalmente).

Cosa intendi per " Costruire Arduino" ?
Vuoi costruire la scheda da zero?
Se si dai un'occhiata qui:

Ciao,

fabrizio.

ah bien!! ok e con questa base cosa posso fare? giusto per iniziare, tipo accendere un led o smili :slight_smile:

Ci sono schede e progetti piú semplice senza USB e percui realizzabili su una millefori:

http://www.arduino.cc/playground/Main/SimilarBoards

Per sapere cosa fare guarda:

Ciao Uwe

tiazzosh:
ah bien!! ok e con questa base cosa posso fare? giusto per iniziare, tipo accendere un led o smili :slight_smile:

Di tutto. Dall'accendere un led fino al pilotaggio di un quadricottero.
Dalla lettura di un sensore fino alla generazione di segnale video.
Dal pilotaggio di un transistor fino al controllo di un robot.

mmmm... a meno 10 fà freddo, primo consiglio un bel camino potente. :smiley:

Auguri per ingegneria, vedi se riesci a studiare ingegneria elettronica e a non diventare un'ingegnere, male che vada sarai un'ingegnere (questa e difficile da capire).

Ciao.

E’ difficile perché c’é un apostrofo di troppo? :slight_smile:

:slight_smile:
volevi dire ingiegnieria, quindi?

come siete pignoli ragazzi, spero che almeno abbiate colto l’ironia di Mauro (che, ovviamente, non condivido, ma che mi ha fatto sorridere :slight_smile: pensando ad un paio di ingegneri di mia conoscenza, miei colleghi; bah, forse a ben ripensare non ha tutti i torti… :grin:) invece di stare lì a formalizzarvi su qualche apostrofo che scappa.

E' difficile perché c'é un apostrofo di troppo? smiley

Capita che hai un'apostrofo in più ed è un peccato sprecarlo. :smiley:

Potrei mentire dicendo che a -10 si lavora male ed oltre a battere i denti tremano anche le mani, ma per fortuna qui non ho -10°C, ma una temperatura di 20°C e quindi errore, anzi no l'apostrofo non è in più e solo nel posto sbagliato (questa è difficile da capire). :stuck_out_tongue:

@Menniti
Già, non tutti colgono il messagio, che tradotto vuol dire che anche se diventa un ingegnere è comuque un grande risultato. :slight_smile:

Ciao.

MauroTec:

E' difficile perché c'é un apostrofo di troppo? smiley

Capita che hai un'apostrofo in più ed è un peccato sprecarlo. :smiley:

Potrei mentire dicendo che a -10 si lavora male ed oltre a battere i denti tremano anche le mani, ma per fortuna qui non ho -10°C, ma una temperatura di 20°C e quindi errore, anzi no l'apostrofo non è in più e solo nel posto sbagliato (questa è difficile da capire). :stuck_out_tongue:

@Menniti
Già, non tutti colgono il messagio, che tradotto vuol dire che anche se diventa un ingegnere è comuque un grande risultato. :slight_smile:

Ciao.

Veramente a me era piaciuta nel suo intero la battuta, la parte finale ora l'hai rabbonita, forse a causa di sta storia degli apostrofi, per come ormai ti conosco stavi lanciando ben altra coltellata.... 8)

TORNANDO IN TOPIC, una Arduino non va costruita, ma solo usata; è proprio questo il grosso vantaggio rispetto ad altre “anticaglie” tipo i PIC!

jumpjack:
TORNANDO IN TOPIC, una Arduino non va costruita, ma solo usata; è proprio questo il grosso vantaggio rispetto ad altre “anticaglie” tipo i PIC!

Mah, forse potevi fermarti alla prima frase. Non mi pare il caso di denigrare così una “specie” che ha fatto e sta facendo la storia dei microcontrollori; io non li ho mai usati e certamente Arduino mi ha dato la possibilità di capire qualcosa di questo mondo; oggi mi sento in grado di poter mettere mano ai PIC (studiando ovviamente…) perché ne ho compreso parte del funzionamento grazie ad Arduino; ciò non toglie assolutamente nulla al valore dei PIC che a volte hanno prestazioni anche superiori agli ATMEL di Arduino.
Personalmente trovo comodissimo Arduino per la prototipazione, poi passo subito allo stand-alone, quindi diciamo che i PIC li considero dei cuginetti maggiori, sicuramente non “anticaglie”, benedetto ragazzo!

Dai Mike, non infierire :stuck_out_tongue:
Ora solo perché l'antesignano dei PIC, il General Instruments CP1600, è del 1975, e che il successore del CP1600 (il PIC16xx) è comparso 30 anni fa ed usato non solo in computer ma anche in console quali il Mattel Intellivision, possiamo affermare con certezza che sono anticaglie ]:smiley:

Beh, in realtà, ben presto anche Arduino sarà un’anticaglia, se non lo è già. :slight_smile: Quanti anni ha, 2? 3? Se ne ha più di 3, è un’anticaglia elettronica! :wink:
Nel senso che oggi (o al massimo l’anno prossimo) con 27 euro probabilmente si potrebbe costruire una scheda di prototipazione da 1 GHz con qualche MB di RAM esterna, invece che da 16 MHz con sola RAM interna! :wink:

Sicuramente, in "tempi elettronici", la roba invecchia tantissimo.
PS:
Arduino dovrebbe avere sui 7 anni, se non ricordo male. Si è evoluta nel corso degli anni e continua a farlo (vedi le versioni a 32 bit che usciranno a breve).

Sicuramente, in "tempi elettronici", la roba invecchia tantissimo.
PS:
Arduino dovrebbe avere sui 7 anni, se non ricordo male. Si è evoluta nel corso degli anni e continua a farlo (vedi le versioni a 32 bit che usciranno a breve).

Si però generalizzare non è mai una buona cosa, al posto di anticaglie sarebbe preferibile "mature devices".
Vediamo di evitare che accada quello che accade con gli altri prodotti sul mercato, cioè ti cambiano la veste lasciando quasi intatto l'interno per dire che è nuovo e si inventano acronimi solo per colpire gli sprovveduti.

Se hai le palle per studiarti il datasheet ed usare quelle che chiami anticaglie cambierai modo di esprimerti. Io non chiamo anticaglia un valvola ECC83 o una EL34, mi riferisco a questi ottimi tubi che hanno fatto la storia.

Non è una polemica, ok.

Ciao.

OT: Anche questo ha il suo fascino :grin:

Nel settembre del 1956 l’IBM lancia il 305 RAMAC, il primo computer dotato di hard disk (HDD). Pensate che tale hard disk aveva la capacità di immagazzinare solamente 5 MB di dati!

primo-pc-con-hard-disk.jpg

Si lo potresti usare ancora quell'hardisk, si come tavolino viste le dimensioni.

Ciao.

MauroTec:
Se hai le palle per studiarti il datasheet ed usare quelle che chiami anticaglie cambierai modo di esprimerti. Io non chiamo anticaglia un valvola ECC83 o una EL34, mi riferisco a questi ottimi tubi che hanno fatto la storia.

Ue' :slight_smile: , guarda che io ho imparato a scrivere programmi in assembly programmando il 6502 del commodore 64 usando il "monitor" del 128 perchè non avevo un assembler! Lo so che le "anticaglie" sono state utili e strafiche, nonchè divertenti... ma il tempo vola, in elettronica e informatica! :slight_smile:
L'altro giorno dovevo fare un logger di corrente: l'ho costruito in 2 secondi e mezzo attaccando un sensore ad una arduino; con un PIC avrei dovuto passare una settimana a pensare al progetto, disegnare lo schema elettrico, provarlo su breadboard, saldarlo su un PCB... e poi cercare di scoprire perche' non funzionava! :slight_smile: