Interporre arduino tra sensore contatto magnetico e antifurto in casa.

Buonpomeriggio a tutti, e da un pò che manco dal forum per via di alcuni impegni lavorativi.

Ho masticato per un3 pò di tempo Arduino, facendo degli sketch dai piu semplici a quelli un pochino piu complicati come accendere una luce tramite relè a stadio pilota, grazie alla collaborazione del forum e del tempo libero.

Adesso mi ritrovo con questa esigenza e avevo pensato che si potesse risolvere con Arduino.

Ho installato l'antifurto a casa mia, poichè ho anche il box sotto casa mia, ho portato un contatto magnetico per saracinesca anche giù nel box. Quindi attivando l'allarme da casa mia, ho la possibilità di attivare l'allarme anche se qualcuno apre il box. Fin qui ok.

Ho anche reso automatica l'apertura\chiusura del garage utilizzando una centralina VDS perchè uguale alla marca delle centraline dei cancelli utilizzati nel mio condominio. Quindi io posso tramite telecomando aprire e chiudere il garage senza uscire dall'auto. Fin qui per il momento tutto ok.

Adesso come qualucno di voi, avrà già immaginato le due cose che ho fatto vanno un pò in contrasto nel senso che se ho l'allarme inserito, non posso aprire tramite telecomando il garage in quanto questo farebbe scattare l'allarme, quindi per forza di cose, sarò costretto a scendere dall'auto, disattivare l'allarme aprire il garage, e poi il resto ve lo immaginate.

In pratica la comodità di entrare in garage senza uscire dall'auto viene un pò a mancare. A questo punto vorrei capire se tramite arduino, ci fosse la possibilità di fare in modo che nel momento in cui la saracinesca fosse alzata tramite telecomando, non facesse scattare l'allarme. Avevo pensato che si potesse mettere in mezzo arduino tra l'apertura della saracinesca tramite centralina ed il sensore e in un certo senso, ingannare la centralina d'allarme qualora la saracinesca si attivasse tramite telecomando.

Secondo voi un qualcosa del genere è fattibile?

Tengo a precisare che, nel momento in cui aziono il telecomando dalla centralina ho dei contatti che emanano corrente/segnali ad esempio ho il contatto per accendere la luce di cortesia, che non ho utilizzato.

La mia idea era, se la centralina invia il comando a quel contatto, arduino lo intercetta, ed invia al posto del sensore alla centralina dell allarma che è ancora tuto ok.

Per il momento vorrei tralasciare problemi di sicurezza, per il momento non mi interessa ciò. Vorrei solo capire la fattibilità della mia idea.

ciao

Senza usare arduino potresti collegare un relè comandato dalla luce di cortesia che mandi comunque il segnale della saracinesca in centrale, in questo modo finchè la luce di cortesia è accesa il sensore è "isolato".

Naturalmente sto ipotizzando che tu stia parlando di un antifurto filare. Se fosse invece senza fili dovresti proprio "manomettere" il contatto magnetico; non so se vale la pena.

ciao
pippo72

Ciao "pippo72", mi potresti spiegare meglio questo meccanismo, hai capito bene comunque, ho un antifurto filare. Se per filare intendi che il contatto magnetico è collegato alla centrale tramite cavo.

ciao

Si, filare intendo con i fili :smiley:

Allora: al contatto magnetico arrivano 2 fili e questi, per non mandare il allarme la centrale devono essere in "corto" ovvero il contatto deve essere chiuso in quanto per la centrale (di solito) l'allarme è alla mancanza del segnale.

Questi 2 fili li potresti collegare in parallelo a un relè sui morsetti C (comune) e NA (normalmente aperto) e il relè viene eccitato dal segnale di luce di cortesia.

Il risultato sarebbe che a luce di cortesia spenta(rele spento) non cambia niente e il contatto magnetico funziona normalmente, mentre a luce di cortesia accesa (relè eccitato) il contatto magnetico viene "coperto" dal relè.

due precisazioni:
Presta molta attenzione a quello che fai perchè la 230 volts (luce di cortesia(forse)) fa molto male.
Sono sicuro di quello che ho scritto ma quello che fai è a tuo rischio e pericolo, io ti ho dato solo un consiglio, sei tu che decidi di seguirlo o no.

ciao
pippo72

ciao Pippo, grazie per il consiglio, so che la corrente a 220v a volte può far male ;D .

E adesso, mi è chiaro tutto. Adesso quello che mi serve capire è questo. Il rele riceverà in input il segnale (ipotizziamo la luce di cortesia), e ingannerà l'allarme facendo uscire fuori sempre il segnale di "corto".

Ora vorrei capire, questo relè che specifiche deve avere? Non penso che i sensori abbiamo una tensione da 220v o sbaglio.

Avrei pensato di prendere un relè in input 220v in output un 12v o è troppo?

La luce di cortesia ha un tempo variabile con un trimmer sulla scheda.
Quindi si attiva quando apre la serranda, sta accesa anche quando sei dentro per un tot di tempo nonostante la serranda si sia chiusa in automatico. perciò cortocircuita il contatto magnetico dell'allarme con il contatto relè delle luci sul NormOpen. Dovrai uscire dal box entro il termine di tempo dato dalle luci di cortesia

Sia usando il relè che usando arduino perdi il senso e lo scopo dell'alrme in garage. Se l'apertura della serranda toglie l'allarme .... chi ti dice che ad aprirla non sia un estraneo con una copia della frequenza del tuo telecomando?

Come se aprendo la porta di casa si disarma l'impianto antintrusione ... bell'allarme !! :smiling_imp:

Allora se leggi ad inizio post avevo scritto che pregavo di non badare al settore sicurezza perché di avrei pensato dopo.
Ora la mia domanda è che tipo di relè posso usare?

Attenzione, se l'antifurto è stato installato di recente avrà certmente la linea del sensore classificata come bilanciata o con doppio bilanciamento. Anche piiccole variazioni della resistenza del collegamengo causerando lo stato d'allarme o panico.

ciao

bircastri:
Ora vorrei capire, questo relè che specifiche deve avere?

Il relè deve lavorare alla tensione della luce di cortesia che dovrebbe essere 230V.
Di solito la tensione di lavoro dei sensori degli impianti di allarme è di 12V.
Un qualsiasi relè 230V dovrebbe andare bene.

ciao
pippo72

P.S.
Tieni predente anche il consiglio di fabix68

bircastri:
Allora se leggi ad inizio post avevo scritto che pregavo di non badare al settore sicurezza perché di avrei pensato dopo.
Ora la mia domanda è che tipo di relè posso usare?

Allora, visto che rispondi con un allora, io non devo leggere solo cosa vuoi fare a casa tua. Vorrei leggere qualcosa di innovativo, qualcosa di utile e applicabile che abbia un senso....
A cosa vuoi pensare dopo? alle cose ci si pensa prima :slight_smile: e se ti vengono suggerite o fatte notare apprezzalo almeno.
Questa è un osservazione sull'efficienza e utilità del sistema e di esempio alla comunità, una cacata non è di nessuna utilità ....
E per me questa è una cacata, posso dirlo o devo pagare i diritti?

Ma come è configurato l'antifurto ? singolo doppio nc na ? i contatti sono oc o puri ?

Come presumo sia in doppio bilanciamento ti conviene creare due zone tipo casa e garage e ritartdare l'ultima e mettere un'inseritore in garage, oppure porti un'altro cavo in garage configuri uningresso della centrale come comando e lo colleghi con relè d'intrefraccia alla ricevente del portone automatico quando questo e in apertura disattiva temporaneamente l'antifurto in quella zona per poi riattivarlo subito dopo che il portone ha fatto l'operazione di chiusura, in questo modo l'impianto rimane inserito in casa e prendi due piccioni con una fava.