Key Box per strutture ricettive e Arduino

Inserirei un impianto di videosorveglianza indipendente da Arduino: ormai costano relativamente poco e si possono inserire più telecamere.

Per l'allarme inserirei una serie di interruttore magnetici reed, uno per cassetto: all'apertura il reed si apre e l'allarme scatta se non è stata eseguita prima la corretta procedura di apertura.

Hai bisogno di un masterista che ti faccia il PCB (Mastering) e che ti segua nell'ottimizzazione del prodotto al fine della produzione (Engineering) , meglio se vicino casa tua , metti la località dove abiti nel tuo profilo

1) Vorrei inserire anche una fotocamera per fare la foto degli ospiti che entrano in struttura..è possibile farla con arduino o devo passare a sistemi più evoluti come raspberry o arduino yun?

hai fatto le considerazioni legate alla privacy?

stefa24: hai fatto le considerazioni legate alla privacy?

Ciao, sì certo! Essendo posto all'interno di una proprietà privata credo che il discorso sia identico a quello delle videocamere di sorveglianza. Deve essere apposto un cartello e i dati utilizzati solo in caso di emergenza... Comunque farò anche tutti gli approfondimenti legali.

icio: Hai bisogno di un masterista che ti faccia il PCB (Mastering) e che ti segua nell'ottimizzazione del prodotto al fine della produzione (Engineering) , meglio se vicino casa tua , metti la località dove abiti nel tuo profilo

Io vivo a Trieste ma i miei genitori sono della provincia di Udine. Se fossi aiutato da queste due figure quanto potrebbe costare all'incirca? qualcuno si offre volontario? :)

Grazie mille Stefano

Sto ancora cercando persone per sviluppare il progetto. Qualcuno si offre? Grazie mille

Se metti nel tuo profilo chi sei e dove abiti sarà più facile che possa trovare qualcuno in questo forum

Non ho trovato la sezione in cui aggiornare i miei dati. Comunque mi chiamo Stefano e lavoro a Trieste (in realtà durante il weekend sono nella provincia di Udine dai miei).

Ho studiato ingegneria gestionale ma non mi intendo nel dettaglio di queste cose. Ho in mente di realizzare il progetto descritto in questo post e sto cercando collaboratori che mi aiutino nella parte tecnica!

Grazie mille Stefano

Ciao ragazzi, sto provando a fare da solo la parte degli switch ma ci sono ancora delle cose che non mi sono chiare e chiedo aiuto :)

Ho preso spunto dal seguente schema (il progetto completo lo trovate qua https://learn.adafruit.com/secret-knock-activated-drawer-lock/wiring)

|500x331

soprattutto per la parte che ho evidenziato in viola. Ho esteso la cosa a 5 switch perchè sono i cassetti che dovrei aprire e ho fatto il seguente circuito

|500x427

ma purtroppo non funziona :( Ho stampato e saldato i componenti e verificato i vari wiring con il test ma non funziona..

in cosa sbaglio? Nel progetto "reale" su basette di test che ho realizzato lo schema funziona solo se il ground dell'arduino lo connetto al ground da 12 volt. Perchè? che cosa sbaglio nel circuito? Voi come fareste? Grazie mille per il supporto

perchè i due gnd vanno messi in comune se no non funziona se guardi nel progetto originale sono in comune edit mi sono sbagliato i due gnd sono in comune ri edit sulla basetta i disegno sembra giusto ma tu esternamente devi collegare i due gnd ciao leandro

ciao, grazie mille per la risposta! Sei sicuro che tutti i collegamenti sono giusti? perchè a me non funziona purtroppo e i wire sono stati testati con il tester.

ma se invece di fare il mio progetto utilizzassi dei relè? forse è meglio? avete consigli? Grazie mille Stefan0

Se usi un Arduino (o anche il solo ATMEL) un esempio di circuito per comandare i solenoidi lo trovi in allegato.
Ho visto il circuito con il Trinket 5V, ma non mi torna. Con darlington NPN come il TIP120 il comando va dall’arduino in base attraverso una resistenza di limitazione della corrente (2k2 Ohm), l’emettitore va a massa (la stessa dell’arduino) e il collettore ha come carico il solenoide, che è connesso all’alimentazione, come dallo schema che ti ho allegato. Il diodo in parallelo alla bobina serve a smorzare i picchi inversi durante le commutazioni.
Ciao,
P.