L'alimentazione delle board Arduino a 5V

Cari amici, ho aggiornato la precedente pubblicazione, il lavoro che trovate nel nuovo pdf allegato deve essere considerato “definitivo”, in quanto purtroppo non ho più tempo di metterci mani nei prossimi mesi; non essendo arrivati altri contributi dal Forum (eccetto quello di Guglielmo GPB01) mi sono limitato ad aggiungere alcune note esplicative (in colore rosso) come da suggerimenti letti in questo stesso Topic; ho anche giustamente cambiato il titolo del Topic, visto che non si fa menzione dei modelli alimentati a tensioni differenti dai 5V.
Anche se alla fine non si produrrà qualcosa di ultra-completo ritengo che il presente lavoro sia già estremamente esaustivo per la stragrande maggioranza delle problematiche poste sul Forum quasi giornalmente sull’argomento. Infatti come ho scritto recentemente questo lavoro ha lo scopo di chiudere definitivamente le centinaia di Topic che vengono aperti su questa questione, tutti identici o simili, uno spreco di risorse di tempo e di spazio; quindi mi aspetto da tutti voi che siate vigili e ad ogni nuovo tentativo forniate questo link chiedendo contestualmente l’eliminazione o almeno il blocco del Topic.
Il Topic ovviamente resta attivo per ulteriori argomenti o chiarimenti strettamente legati alla questione dell’alimentazione delle board Arduino a 5V.

16/12/2014: aggiunto pdf di Paulus1969

Alimentazione Arduino_1.1.pdf (153 KB)

Paragrafo sugli alimentatori.pdf (11.5 KB)

Bel lavoro come al solito, complimenti :)

Solo un paio di suggerimenti ... all'inizio, nella gestione dei conflitti (alimentazione), dove parli del mosfet che disconnette l'alimentazione USB se e' presente l'alimentazione esterna, e dici che in quel caso l'alimentazione da USB viene ignorata, forse e' meglio precisare anche che il pin +5V NON viene disconnesso (perche' deve appunto funzionare anche come possibile uscita per i 5V), quindi anche se e' possibile collegare contemporaneamente alimentazioni sia al jack o Vin che all'USB, bisogna fare attenzione a NON collegare una seconda alimentazione al pin +5V quando ce n'e' gia un'altra ... per noi e' ovvio, ma potrebbe non esserlo per tutti ;)

Sul punto "i limiti della corrente", aggiungerei un'altra cosa che per noi e' ovvia, ma che ho gia visto almeno una decina di volte qui sul forum, chiesta da utenti che non sanno cosa sia la corrente e/o la tensione ... una premessa, qualcosa tipo questo (ma buttalo giu tu come credi meglio):

Premessa, Corrente (Ampere) e Tensione (Volt) Prima di tutto dissipiamo un dubbio, emerso in passato in parecchi post che richiedevano informazioni riguardo all'alimentazione di Arduino, relativo alla differenza di genere fra queste due grandezze, e cioe' la classica domanda del tipo "ma sul mio alimentatore c'e' scritto 2A (o 2000mA), non sono troppi ?"

La tensione (espressa in Volt, o V), e' la differenza di potenziale fra due punti, ed il valore indicato dal vostro alimentatore e' quello che viene fornito, indifferentemente dall'assorbimento di corrente (fino ad un certo punto, ovviamente), quindi se il vostro alimentatore indica 12V, vi da TUTTI i 12V, sempre (tranne ovviamente in caso di corto circuito, ma questo e' un'altro discorso), per cui se un'apparato (non solo Arduino, qualsiasi apparato), vi indica "tensione massima 12V", e' ovvio che se glie ne date di piu, quasi sicuramente lo bruciate.

La corrente, invece, e' la quantita' di carica elettrica che attraversa un circuito (o viene assorbita da esso), e dipende direttamente dalla tensione applicata E dalla resistenza del circuito alla quale la si applica; quindi se il vostro alimentatore vi indica ad esempio 2A (o 2000mA), e Arduino indica come corrente assorbita ad esempio 200mA (o 0.2A), questo NON significa che la corrente erogata dal vostro alimentatore e' troppa, poiche' l'indicazione 2A si riferisce alla massima corrente disponibile erogata dall'alimentatore, e di quei 2A disponibili, Arduino ne utilizzera' solo 0.2 ... il resto, rimarra' a disposizione degli altri carichi che collegherete, quindi un'indicazione di corrente disponibile maggiore di quella richiesta dal circuito (contrariamente alla tensione, che non dovra' mai essere maggiore della massima specificata), non potra' che essere un vantaggio.

... non guardarmi male, lo so che e' banale, ma c'e' davvero stata gente che ha chiesto questo, e parecchi ... :P :D

... un altro consiglio Michele ... fai un capitolo per Arduino Yún che ha una situazione piuttosto diversa:

... o lo alimenti con la USB o devi dargli [u]esattamente[/u] 5V sul pin Vin (che NON ha né protezioni né regolazioni), mentre NON puoi darglieli sul pin 5V dato che ha un diodo che blocca questa possibilità ::)

Guglielmo

Benissimo, ottimo inizio.

Includerei gli approfondimenti sugli ampere erogabili dall'alimentatore, anche se dal testo si evince, ma forse per chi è principiante l'argomento è in certi casi un po' oscuro, come abbiamo visto in molte recenti domande... alcuni credono che l'alimentatore sia una sorta di idrante che spara tutta la corrente indicata sui dati di targa a prescindere da cosa vi si colleghi. Aggiungerei una piccola premessa sui generatori ideali e reali di tensione e di corrente ed a questo punto ogni dubbio dovrebbe essere eliminato.

Ultimo paragrafo: spiegherei più in dettaglio la questione degli Ah, per noi è evidente che ad esempio nell'esempio ( :grin: ) che hai fatto quel risultato voglia dire 4 ore, ma per chi è all'oscuro dell'argomento la cosa potrebbe essere meno ovvia.

Bene, grazie per i contributi preziosi, appena mi ci metto di nuovo integrerò i vostri suggerimenti, non so se ce la faccio in serata. @ Guglielmo: Penso di mettere una piccola introduzione spiegando che il lavoro riguarda le classiche board 2009-UNO-MEGA e che in calce saranno presenti eventuali note per altre schede, quindi a questo punto ti chiedo di scrivere completamente il paragrafo, magari aggiungendo qualche chiarimento o avviso che riterrai opportuno, così lo incollo a fine articolo. ;) @ ETEM: non vorrei sbagliarmi ma una parte delle cose che suggerisci sono più o meno specificate, come ad esempio il fatto della corrente "in eccesso" sugli alimentatori e anche la questione della presa 5V "attiva", però credo che un paragrafo specifico all'inizio possa fare solo bene, le ripetizioni successive saranno un melius abundare..... :D quindi me lo leggo attentamente e poi lo integro. Grazie! @ Paulus: dovevi leggerti prima l'intervento di ETEM :grin: però hai ragione riguardo la questione delle ore. Grazie anche a te.

Ragazzi, ci crediate o no, ho scritto tutto d'un sol fiato, oggi pomeriggio, a parte una veloce revisione per gli errori di battitura, proprio perché conto fortemente sull'aiuto di tutti voi, quindi aspetto altri interventi. Grazie a tutti :)

Grazie Michele. :)

Eventuali correzioni e nuove versioni, sempre al primo post ?

[quote author=Michele Menniti link=msg=1972124 date=1416684079]

@ Paulus: dovevi leggerti prima l'intervento di ETEM :grin:

[/quote]

Infatti era proprio al suo approfondimento che mi riferivo.

Integrando le illustrazioni, verrà un ottimo articolo.

Sì nid se fai caso in alto nel file c'è la versione. Ad ogni sostituzione del file metterò una nota nel primo post. Per le illustrazioni aspetto pighi....

paulus1969: Aggiungerei una piccola premessa sui generatori ideali e reali di tensione e di corrente ed a questo punto ogni dubbio dovrebbe essere eliminato.

Sei arruolato ;D scrivi e posta ;)

Bene, domani lo scrivo!

paulus1969: Bene, domani lo scrivo!

DANKE!

Grazie Michele, altro post tra i fondamentali!

Provo a suggerire questo dettaglio, molto utile per noi dell’Olimpo dei Profani: una tabella riassuntiva, che ho provato ad impostare, come specchietto riassuntivo delle caratteristiche.

Sarebbe interessante riuscire a tabellare correttamente anche la “mutua-esclusione” delle sorgenti.

PS: non si badi ai contenuti, ho solo abbozzato, e non c’è verso di formattare il tag :blush:

Ingresso Tensione ingresso consentita Corrente ingresso Protezioni Esclusioni Note/Suggerimento per l’uso
USB 5V 250/500mA (verificare) ? si esclude se presente Jack/Vin ?
Jack Japan 9-12V ? ? ? esclude USB (ma rimane RX/TX)
Vin ? ? ? ? ?
5V ? ? ? ? ?

Michele per quale modello è la guida?

Esempio: La YUN non ha regolatore a bordo... su Vin accetta solo 5V. L'ho detto anche in altri topic che dovrebbero rinominarlo 5Vin. ;)

@Paolo: questa cosa l'ha già fatta presente Guglielmo qualche post sopra ;)

@Michele: bravo, bravissimo! diceva quel tale della televisone che ora mi sfugge il nome :D

:(

leo72: @Paolo: questa cosa l'ha già fatta presente Guglielmo qualche post sopra ;)

... e, come richiesto, oggi gli ho anche inviato un piccolo documento con il testo del paragrafo da aggiungere ;)

Guglielmo

Grazie Leo :D e grazie anche a Guglielmo, lavoretto eccellente ;) @ Andreino: la tua idea purtroppo contrasta con i principi che stiamo spiegando, la corrente non è tabellabile con un minimo e un massimo, inoltre uno schema inciterebbe alla non lettura del lavoro, ed a me proprio non puoi chiedere una cosa del genere, visto che per mestiere "costringo" fortemente alla lettura, allo studio ed alla comprensione, quindi niente sintesi :smiling_imp: grazie comunque per il contributo.

[quote author=Michele Menniti link=msg=1974647 date=1416861532] ... per mestiere "costringo" fortemente alla lettura, allo studio ed alla comprensione ... [/quote]

... "L'Ombra del Torturatore" ... :fearful:

(non e' un'offesa, e' il titolo di un romanzo :P :P :P :D :D :D)

Etemenanki: ... "L'Ombra del Torturatore" ... :fearful:

Inserita nel quizzettone la domanda "come va alimentato Arduino ?", chi sbaglia deve sottoporsi ad una sana sessione di waterboarding per un paio d'ore. :grin: