Leggere lo stato di un LED esterno

Ciao a tutti, sto collegando Arduino ad un citofono (vecchio) che ha a disposizione un LED per indicare se il cancello è aperto o chiuso.

In realtà non sono sicuro che sia tecnicamente un vero e proprio LED considerando che il citofono è parecchio datato.

In ogni caso vorrei collegare questo indicatore ad Arduino per leggerne lo stato e capire quindi se il cancello è aperto o chiuso. A tal proposito pensavo di usare digitalRead() ma è sufficiente? Che accorgimenti dovrei seguire soprattutto in merito alla tensione che andrei a collegare in questo caso ad Arduino?

Grazie mille per i vostri suggerimenti.

se è un led non c'è problema se è un altro tipo di lampada potresti metterci vicino un fotodiodo collegato ad arduino...

GiuMex: Che accorgimenti dovrei seguire soprattutto in merito alla tensione che andrei a collegare in questo caso ad Arduino?

Infatti il problema è proprio questo, non sappiamo quali sono le tensioni tra i capi di quella spia e il resto dell'ambiente, ne se sono isolate da terra o dalla rete, o in qualche modo ad esse collegate in modo più o meno resistivo o capacitivo, quindi il rischio di creare ground loop e malfunzionamenti è elevato (cioè citofoni che ronzano come successo nel mio condominio... dove si sono rimessi a funzionare perfettamente il giorno prima dell'intervento della ditta che li doveva cambiare... ovviamente perché qualcuno aveva staccato le sue "modifiche").

Se è fattibile, la via non invasiva (fotodiodo esterno) sarebbe da preferire ad altre soluzioni, anche perché non sappiamo quanto siano "leciti" altri tipi di modifica nella situazione contingente.

Detto ciò, per principio di precauzione e in senso generale, se dovessi leggere la tensione ai capi di un LED "sconosciuto" userei un operazionale in configurazione comparatore, alimentato a parte, isolato da terra (e da considerare ai fini della sicurezza come collegato alla rete), e optoisolato verso Arduino. A quel punto Arduino legge un comune fototransistor con digitalRead.

Il citofono è di un cancello privato quindi mal che vada non darò fastidio a nessuno :) Detto questo, anche la luce è separata dal citofono e per intenderci è così https://cl.ly/473r05020y2K con uscita su un altro punto del muro.

Il problema del fotodiodo è che sarebbe un po' antiestetico e non potrei metterlo dentro il muro.. Potrebbe essere utile misurare le tensione che passa dal led per capire se è sufficiente e non crea danni? Leggevo che alcuni led "moderni" non hanno una tensione sufficiente da far leggere una differenza ad Arduino.

D'altra parte, il led ha anche dei comportamenti interessanti che vorrei sempre leggere con Arduino. Ad esempio lampeggia mentre il cancello si sta aprendo quindi mi piacerebbe avere un sistema che potrebbe farmi leggere anche questi comportamenti.

Grazie

Comincio a dubitare che sia un LED, magari è una lampadina, e magari pure in alternata…

Paradossalmente sarebbe anche più semplice (basta farci accendere in parallelo un optoisolatore), ma bisogna partire da qualche misura certa e soprattutto accertarsi che sia a bassa tensione (12V ecc).

pic2018mag182119.png

Con l'optoisolatore vai tranquillo.

Eviterei tutto il circuito raddrizzatore, tanto l'eventuale lampeggiare della luce avrebbe una frequenza notevolmente inferiore rispetto all'eventuale alternata della lampada. Al limite si può mettere un isolatore con due fotodiodi interni.

Secondo me prima di consiglaire dei circuiti é meglio che GiuMex misuri la tensione e se é DC o AC.

Ciao Uwe

Finalmente sono riuscito a fare le misurazioni. 18V a corrente alternata.
Ritenete sia fattibile facilmente senza optoisolatore?
Grazie

GiuMex: Finalmente sono riuscito a fare le misurazioni. 18V a corrente alternata. Ritenete sia fattibile facilmente senza optoisolatore? Grazie

Per me no. Arduino lavora a 5V in continua. 18V e pure in alternata mi paiono un pò troppi.

Finalmente sono riuscito a fare le misurazioni. 18V a corrente alternata.

Quindi non è un Led

Consiglio un Optoisolatore

GiuMex:
Ritenete sia fattibile facilmente senza optoisolatore?

Significherebbe collegare la massa di Arduino (e tutto il resto a cui Arduino è collegato) ad uno dei fili in alternata, senza sapere quali problemi questo possa comportare (cortocircuiti verso terra, disturbi, potenziali problemi di sicurezza, e non ultimo di malfunzionamento citofono).

Ok sapete dirmi dove posso avere qualche informazione su come costruire il circuito con l'optoisolatore? Non ho trovato tantissime informazioni online e non saprei come scegliere quale comprare e se utilizzare delle resistenze.

Sarebbe più comodo avere dei moduli "prestampati" visto che deve andare dentro il muro ma non trovo niente. Utilizzo di un modulo LDR? Funziona con lo stesso principio?

GiuMex:
Non ho trovato tantissime informazioni online e non saprei come scegliere quale comprare e se utilizzare delle resistenze.

Il minimo assoluto per 18V~ direi che è questo, sta tutto in meno di due centimetri e mezzo per due e mezzo e genera un’onda quadra a 50Hz (sotto forma di chiusure del fototransistor) :

pic2018mag23.png

Utilizzo di un modulo LDR? Funziona con lo stesso principio?

L’LDR rileva la luce, se all’interno della scatola si può rilevare la luce della spia ma non quella ambientale allora può andare.

pic2018mag23.png
I metterei il diodo non in serie al LED ma in antiparalello al LED.

Ma se quella lucina è inscatolata, non riceve luce da esterno, mettere banalmente una fotoresistenza davanti alla luce ? Naturalmente deve esserci una certa costanza di luce/buio dentro quella "scatola". Ovvero no influenza dalla luce di giorno/notte ma solo da lucina accesa/spenta In pratica qualcosa di "simile" a quello che c'e' dentro un opto, ma più semplice per @GiuMex

L'opto mi sembra la soluzione piu semplice, specie se si usa uno dei tanti opto con ingresso AC disponibili ...

Attenzione solo ad un dettaglio che i costruttori non specificano praticamente mai ... ci sono due categorie di opto "con ingresso AC", una ha al suo interno un solo led con un diodo in antiparallelo, e l'altra ha due led collegati in antiparallelo ... il solo modo per essere sicuri di quale sia uno o l'altro, dato che non e' praticamente mai scritto, e' leggere la corrente massima del led nella tabella delle caratteristiche di ingresso ... se c'e' indicato un valore senza polarita' (esempio, 50mA), e' un solo diodo led ... se c'e' indicato il valore con piu e meno davanti (esempio, +/- 50mA), allora sono due led ...

La differenza, ovviamente, e' che uno dei due tipi rilevera' solo una semionda, mentre l'altro le rileva entrambe ... in alcuni casi e' ininfluente, in altri invece conta moltissimo ...

Etemenanki: L'opto mi sembra la soluzione piu semplice, specie se si usa uno dei tanti opto con ingresso AC disponibili ...

Attenzione solo ad un dettaglio che i costruttori non specificano praticamente mai ... ci sono due categorie di opto "con ingresso AC", una ha al suo interno un solo led con un diodo in antiparallelo, e l'altra ha due led collegati in antiparallelo ... il solo modo per essere sicuri di quale sia uno o l'altro, dato che non e' praticamente mai scritto, e' leggere la corrente massima del led nella tabella delle caratteristiche di ingresso ... se c'e' indicato un valore senza polarita' (esempio, 50mA), e' un solo diodo led ... se c'e' indicato il valore con piu e meno davanti (esempio, +/- 50mA), allora sono due led ...

La differenza, ovviamente, e' che uno dei due tipi rilevera' solo una semionda, mentre l'altro le rileva entrambe ... in alcuni casi e' ininfluente, in altri invece conta moltissimo ...

Guardando le caratteristiche dell'opto 4n25 che consiglia Claudio, sembra che ci sia un solo diodo led ( https://www.vishay.com/docs/83725/4n25.pdf ). Credi possa andare bene? Non ho mai fatto un circuito del genere e a quanto pare salderò tutto sulla fiducia seguendo lo schema consigliato da Claudio. Cosa ne pensate? Soprattutto sull'obiezione del diodo in antiparallelo al LED.

Grazie!

Claudio_FF: genera un'onda quadra a 50Hz (sotto forma di chiusure del fototransistor)

...che poi se sei d'accordo, "piallerei" con una RC per ottenere un valore quasi-TTL: messo su un pin analogico se supera un certo valore lo consideri HIGH (ma funzionerebbe anche su un pin digitale a patto di avere una tensione superiore alla soglia). Al limite si aggiunge un OpAmp diventando realmente il segnale ON/OFF della luce. :)

Il 4N25 e' un normalissimo opto per DC, senza protezioni ... se lo devi usare in AC, aggiungi un diodo (anche solo un 1N4148) in antiparallelo al led ... ovviamente, chiudera' il transistor solo nelle semionde positive (o negative, dipende da come lo colleghi), ma non ha molta importanza, all'uscita ci metti un diodo ed un gruppo RC, dimensionati in modo da creare un ritardo di mezzo secondo o simile nello scaricamento ... avrai quel ritardo di rilevamento quando si spegnera' (all'accensione e' praticamente istantaneo), ma per la tua applicazione non crea alcun problema ... ;)