Lettura sensori umidità terreno a 100 metri da Arduino

Ciao a tutti Ho comprato da poco Arduino e come primo progetto volevo realizzare un impianto di irrigazione automatica su vari settori, la mia domanda è: come faccio a far leggere ad Arduino i valori dei sensori posti a circa 100m ? Qualcuno con più esperienza mi potrebbe dire se i moduli RF(a 433/315mhz) usati come trasmettitori(sensori) e ricevitori(Arduino) funzionano?

--> http://www.electrodragon.com/product/433m-rf-wireless-module-a-pair-of-receiver-and-transmitter/

ho visto che in quasi tutti i video su youtube o in giro nel web vengono utilizzati sempre per fare comunicare 2 arduino diversi, da qui i miei dubbi :) Help me please

Salvo

Da quel poco che ho capito trasmettono un segnale analogico progressivo non un semplice output digitale quindi il TX in teoria potresti metterlo da solo previa ovviamente alimentarlo insieme al sensore con una batteria. Però aspetta il parere di un esperto, anche io sono alle prime armi. buon lavoro e buon divertimento con Arduino e gli ATMega in generale! con un po' di fantasia un po' di studio e pazienza puoi automatizzarci una casa intera! ;)

Salvo17: ho visto che in quasi tutti i video su youtube o in giro nel web vengono utilizzati sempre per fare comunicare 2 arduino diversi, da qui i miei dubbi :) Help me please Salvo

pensi che non Ti avremmo aiutato se ometesti il " Help me please" ]:D ]:D

Il sensore deve essere letto da qualcosa per poter mandare con i mosuli dei valori digitali. Per questo non serve un Controller potente ma basterebbe anche uno con 2 Pin (1 per leggere il sensore e un altro per mandare il dato al modulo Rf)

Il dispositivo che riceve deve fare piú cose. Ricevere i dati da piú sensori, pilotare delle valvole, pilotare un display ecc. Qua serve quanlcosa con piú memoria e piú piedini.

A secondo delle esigenze si usano Arduini diversi o addiritura solo i Controller da solo.

Se hai piú segnali da spedire hai problemi con i modili RF perché uno disturba l' altro.

Ciao Uwe

Ciao, come è stato scritto, i trasmettitori hanno bisogno di essere pilotati da un integrato, che poi sia una scheda arduino, un Atmega328, un Attiny o altro... è un'altra questione.

Nel tuo caso, avresti bisogno di una scheda Arduino per ogni postazione che invia e/o riceve il segnale radio (non è una gran soluzione per via dei costi, alimentazione e così via). Anchi'io ho gli stessi moduli che utilizzo sparsi per casa monitorando diverse cose, la questione è che non hanno un gran range di distanza, per la mia esperienza hanno difficoltà a raggiungere i 10 metri.

Innanzitutto direi che occorrono trasmettitori diversi magari un NRF24L01+ con antenna (ma non so se arrivano a 100m). In seguito, risolta la fattibilità del segnale radio, si apre il problema di come alimentare le postazioni sparse nei vari settori, comandare qualche elettrovalvola (arduino da solo non eroga abbastanza corrente) e certamente qualche altro problema che salta su all'ultimo istante.

Il sistema che hai in mente è utile, forse un po' ambizioso per essere il primo progetto, ma certamente avrai soddisfazione a vederlo concluso.

Buona giornata, Tredipunta.

Grazie a tutti per le tempestive risposte :) un amico che usa Arduino da più tempo mi aveva consigliato di collegarli tramite ipv4 ma non ho la più pallida idea di come si usi questo protocollo ne se è economicamente sostenibile.

qualcuno di voi lo conosce bene da dirmi se è conveniente?

Salvo

Analizza bene la situazione. Hai dei sensori di umidità piazzati nel terreno. Abbiamo due opzioni. 1 totalmente wireless difficile, infatti se comunichi via radio hai la necessità di avere controller e trasmettitore che vanno alimentati. Se li alimenti con batterie, dovrai sostituirle spesso. Se fai un sistema con batterie ricaricabili dovrai dotarli di pannelli solari e ti costa un casino. 2 rinunciare al wireless A questo punto dovrai passare dei tubi fino alle postazioni quindi lascia perdere il wireless... Ti conviene creare dei punti a parete dotati di controllore. Ogni punto legge alcuni sensori e poi invia le letture all'unità centrale che controlla tutto il resto. A questo punto tanto vale comunicare solo la necessità o meno di irrigare in corrispondenza di ogni settore e questo puoi farlo anche in maniera molto economica a dispetto della distanza.

sul primo caso(wireless) ho a disposizione diversi punti da dove prelevare corrente(quindi non userei ne pannelli solari ne batterie), sul secondo caso invece direi che potrebbe essere unalternativa valida , faccio intanto i settori con diversi Arduino , vedrò come migliorarlo col tempo , meglio fare piccoli passi per adesso. :D

Ma anche se hai diversi punti da dove prelevare la corrente, la suddetta corrente la dovrai portare fino al blocco costituito da sensore + controllore + trasmettitore e quindi dovrai passare un tubo interrato con due fili.
A questo punto meglio passare nel tubo interrato i fili del sensore di umidità e fare tutto a parete. Questo volevo dire…! :smiley:

a si si , effettivamente avevo capito male ^_^

Con una progettazione accurata con un solo doppino è possibile trasmettere e ricevere dati e alimentazione, è possibile inoltre far passare il doppino anche dentro il tubo idrico in polietilene in modo da risparmiare il tubo aggiuntivo

Domanda : secondo la vostra esperienza dopo quanti metri di doppino, Arduino comincia a leggere male il sensore?

Risposta: dipende ... ;)

Seriamente, dipende dal sensore e dal protocollo di trasferimento del segnale ... I2C, poche decine di cm ... seriale, qualche metro, di piu se si usano doppini schermati ... rete, un centinaio di metri ... RS422 o RS485, centinaia di metri ... current loop, chilometri ...

Che tipo di connessione vuoi realizzare, in pratica ? ... dipende da quello ...

l'idea è quella di attaccare questo sensore --> http://www.electrodragon.com/product/soildust-humiditywatermoisture-sensor/

ad Arduino ma essendomi da poco affacciato su questo mondo, disconosco anche le cose più basilari come i tipi di collegamento, qualcuno può spiegarmi o indicarmi materiale per imparare? Sono molto confuso :~

grazie in anticipo

Salvo

Ciao salvo, premesso che quello non è solo un sensore ma è provvisto di un modulo che è in grado di percepire la variazione di conducibilità elettrica del terreno (perciò umidità). Quindi è molto più comodo, ha addirittura un trimmer per "regolare l'uscita del segnale". Mi pare molto ben descritto:

Product Description

This is a simple water sensor can be used to detect soil moisture when the soil moisture deficit module outputs a high level, and vice versa output low. Use this sensor produced an automatic plant watering device, so that the plants in your garden without people to manage. Sensitivity adjustable the blue digital potentiometer adjustment Operating voltage 3.3V-5V Module dual output mode, digital output, analog output more accurate. With fixed bolt hole for easy installation Small board PCB size: 3cm * 1.6cm Power indicator (red) and digital switching output indicator (green) Comparator LM393 chip, very stable Connections:

VCC connect to 3.3V-5V GND connect to GND DO digital value output connector?0 or 1? AO analog value output connector

Più chiaro di così si muore XD Gli dai un +5 volt dall'arduino, un GND sull'arduino e poi i base a come scrivi il tuo firmware (sketch) potrai usarlo come segnale proporzionale quindi su una scala di volt, in linea teorica da 0 volt a 5 volt (se gli dai un +5v se nò ovviamente da 0 a +3.3v) oppure come "interruttore" cioè segnale HIGH o segnale LOW (interruttore aperto, interruttore chiuso)

Ciao e buon divertimento con Arduino! ;)

PS. Se sei proprio alle prime armi con Arduino, come mi pare di capire, e a digiuno dall'elettronica in generale ti consiglio un kit ufficiale come questo: http://www.ebay.it/itm/1012-Arduino-Starter-Kit-Italiano-CON-Arduino-UNO-R3-guida-sensori-attuatori-/350983014830?pt=Componenti_elettronici_attivi&hash=item51b837c9ae&_uhb=1 C'è anche la guida in italiano per comprendere le basi fondamentali di Arduino con 15 progetti da realizzare come apprendimento appunto. Dipende molto dal tuo budget!

Riciao! ;)

Grazie mille :) quindi posso azzardare fili più lunghetti, e poi mi regolo tutto dal trimmer, giusto? :D

Grazie per la Guida ;)