Librerie RFID module RC522 Kits S50 13.56 Mhz

Salve ho acquisatato questo kit per fare dei piccoi test. (suppongo funzioni anche con arduino uno. Corretto?)

Volevo chiedervi qual'è la libreria da utilizzare per pilotarla ...

Quello che mi chiedevo è che tutto sommato, con molta probabilità, la clonazione di queste schede RFID è banale. Corretto? Non possono essere utilizzate in sicurezza.

Per intenderci qualcuno che ha lo stesso hardware potrebbe clonarmi la carta. Corretto?

Che differenze ci sono con le 125Mhz?

Thanks a lot.

La sicurezza è totale come per le 125Khz, se il software sarà fatto bene nessuno potrà clonartela solo che queste sono rescrivibili e possono memorizzare molti dati a differenza delle sokymat unique

icio:
La sicurezza è totale come per le 125Khz, se il software sarà fatto bene nessuno potrà clonartela solo che queste sono rescrivibili e possono memorizzare molti dati a differenza delle sokymat unique

Adesso non ho esperienza sui moduli e quindi non riesco ad apprezzare la tua affermazione.
Pensavo che bastasse avere un un lettore RFID per legegre e scriverne un'altra uguale.

Mi sai dire quali sono le librerie e schema di collegamento da usare in modo da dargli un occhio?

Queste in particolare non le ho mai utilizzate comunque basta che cerchi "RC522 arduino"
troverai qualche esempio ma comunque ci sono centinaia di applicazioni possibili , pre-payment, post-payment, access, logging, radio-tag-id, etc...

Mi è sorta un'altra domanda: con questi lettori è possibile leggere una scheda o dispositivo RFID e salvarne il contenuto?

Io uso questa

In breve

i tag 125kHz (k e non M come hai scritto) hanno un ricevitore conuna antenna grande (tante spire di rame), il tag (tipicamente a forma di tessera o portachiave) hanno SOLO un codice seriale (fisso o riscrivibile, sono entrambi in commercio, ma il 99% dei tag sul mercato NON sono scrivibili

tag 13.56 MHz, operando su frequenza enormemente superiore, necessitano di antenna più piccola (tipicamente integrata nel circuito stampato. I tag sono delle vere e proprie unità di memoria, come avere una chiavetta usb da 1k per intenderci

Lato software la differenza è abissale.
i tag 125kHz sono enormemente più semplici da usare. Tipicamente il lettore manda in uscita il numero di serie del tag e basta (o meglio, numero di serie + carattere di controllo per cui è possibile distinguere ricezioni buone da ricezioni disturbate)

i tag 13.56 MHz sono delle memorie parzialmente criptate con due possibili chiavi. Quindi la gestione software può essere molto semplice (semplice lettura del numero di serie) o molto complicata (es implementare un rolling code su codici criptati ecc)

Ne consegue che un tag a 125kHz si clona sempre con una decina di euro di spesa.
Un tag 13.56 MHz, si clona più difficimente. Se a gestire il tutto c'è un software sufficientemente evoluto, la clonazione può essere molto difficile (a quanto mi risulta non ci sono in vendita tag a 13.56 MHz in cui è possibile sovrascrivere il numero di serie, e se la criptazione del dato è fatta basandosi anche in parte sul seriale, è difficile fisicamente riuscire a clonare il tag, pur avendo capito le chiavi in uso.

Nessuno dei due dispositivi presenta livelli di sicurezza estremamente alti, tuttavia i tag a 13.56 MHz hanno una discreta sicurezza intrinseca che li rende usabili anche come controllo accessi.

Per capirci, non metterei mai la porta di casa sotto tag a 125kHz, mentre la metterei (ce l'ho) sotto tag 13.56MHz

Nella libreria linkata trovi tutti gli esempi del caso.