Limitare la corrente per avere una tensione stabile?

Ciao a tutti, sto cercando di alimentare un motorino DC 6V con 4 pannelli solari.
In pratica per cercare di tenere il motore acceso più tempo possibile ho creato un piccolo circuito tramite il quale un attiny85 decide di mettere i pannelli in parallelo o in serie. Il problema è che quando questi sono in serie il voltaggio cala drasticamente a causa dell'elevato assorbimento del motore. Esiste un sistema per limitare i mA facendo si che la tensione non scenda sotto i 6V?
Pensavo ad un partitore di corrente, ma non lo conosco molto bene e wikipedia non mi fornisce le informazioni che cerco.

Il problema maggire, probabilmente, e' che hai dei pannelli che non riescono a dare piu di una certa corrente ... e comunque il motore non funzionerebbe correttamente, se gli limitassi la corrente (che gia di per se e' troppo bassa, altrimenti non avresti i cali di tensione)

Il problema del funzionamento direi che può essere ignorato visto che il progetto ha il solo scopo didattico ed il motorino gira a vuoto. Dovrei semplicemente dimostrare come sia possibile limitare la corrente per non andare sotto un certo voltaggio. Volendo posso sostituire il motore con uno meno potente, ma devo comunque far si che sia richiesto questo intervento in quanto è lo scopo dell'esperienza.

prova con due in parallelo, in serie con gli altri due anche loro in parallelo.

goldx:
prova con due in parallelo, in serie con gli altri due anche loro in parallelo.

Normalmente avrei aggiunto questa opzione, ma come dicevo per la dimostrazione necessito di un qualcosa che regola la corrente mantenendo stabile la tensione. E' proprio su questo che si basa l'esperimento.

Corrente e tensione sono tra loro collegate in modo inscindibile, se varia una varia anche l'altra, per limitare la corrente devi regolare la tensione in modo che la corrente non sale oltre il limite previsto.
Prima di tutto devi avere un sensore che ti permette di misurare la corrente, quale usare dipende da quanta corrente vuoi far scorrere, dopodiché devi avere un sistema di regolazione della tensione che puoi comandare dal micro.

Forse non mi sono spiegato bene... in tal caso chiedo scusa.
Non voglio modificare la corrente ed avere una tensione uguale:
I pannelli a pieno regime producono circa 8V di corrente senza carico... una volta collegato il carico la tensione scende a circa 2V per fornire la corrente necessaria. Io vorrei che una volta raggiunti i 6V venga bloccata la corrente in modo che il voltaggio non scenda ulteriormente.
Cercando ulteriormente online ho trovato una soluzione che prevede l'utilizzo di un LM317 come regolatore di corrente: LM317 come regolatore di TENSIONE o CORRENTE (How to - Fai da te LM317) - YouTube.
Cosa ne pensate di questa soluzione? Al posto della resistenza Rx potrei mettere un potenziometro digitale.

producono 8v di corrente senza carico, sarebbe meglio dire 8 volt di tensione senza carico.
una volta collegato il carico la tensione scende a 2 volt.
secondo te, perchè succede?, perchè poveretti se la fanno sotto.
tu vorresti, che quando la tensione sende a 6 volt venga bloccata la corrente,.
cosa blocchi se non ce ne è, perchè se ce ne fosse a sufficienza per il motore, la tensione non scende.

non confondere corrente con tensione, sono parenti, ma non vanno sempre d'accordo (parenti serpenti)

mi viene in mente un famoso detto .....l'acqua è poca e la papera non galleggia. (riferito ai pannelli)
devi almeno postare le caratteristiche di ste benedetti pannelli solari così si vede, dicendo 8 volt a regime non dice niente, devi anche dire, quanta corrente, quanti watt?

lm 317 usato in un certo modo, puo' funzionre come generatore di corrente costante, ma se non hai ciccia a monte, poveraccio, i miracoli non li fa nemmeno lui, anzi qualcosa si mangia pure lui.
della serie, anche in elettronica i cani (leggi semiconduttori) non menano la coda per niente.

comunque, se vuoi uscirtene cerca almeno un motorino meno avido e spera che ci sia un po' di sole, oppure cambia pannelli :slight_smile:

ciao.

I pannelli sono da 1.1W cadauno, quindi 4.4W in totale. Perpendicolari al sole in una giornata in una giornata senza nuvole producono 7.9V ± 0.1V. Il motore è da 0.1A, me ne procurerò uno meno avido.

Devi monitorare la tensione mediante partitore protetto, se la tensione scende sotto la soglia minima (6V) stacchi il motore mediante un transistor e lo riattacchi quando risale sopra la soglia +0.5V, per limitare la frequenza di banda della commutazione metti un timer tra ON e OFF del transistor con tempo da 100 a 1000 uSec. Userai come piccolo serbatoio un condensatore elettrolitico all'uscita delle celle per impostare un tempo di risposta compatibile con il PWM applicato al transistor

icio:
Devi monitorare la tensione mediante partitore protetto, se la tensione scende sotto la soglia minima (6V) stacchi il motore mediante un transistor e lo riattacchi quando risale sopra la soglia +0.5V, per limitare la frequenza di banda della commutazione metti un timer tra ON e OFF del transistor con tempo da 100 a 1000 uSec. Userai come piccolo serbatoio un condensatore elettrolitico all'uscita delle celle per impostare un tempo di risposta compatibile con il PWM applicato al transistor

Avevo pensato anche a questa soluzione, ma prima di metterla in atto volevo sapere se è possibile fare il tutto utilizzando circuiti integrati o simili in modo da ridurre al minimo il lavoro che deve svolgere il microcontrollore.

sei sicuro che il motore sia da 0,1 A e non da 1A ?
perchè da 0.1 A ci stai dentro alla grande.

proviamo a fare due conti spannometrici:

6v (tensione motorino) x 0,1 A (assorbimento corrente motorino) =0,6 Watt
i tuoi pannelli forniscono 4.4W ne hai da buttare.

se invece il motore assorbe 1A risulta:

6v (tensione motorino) x 1A (assorbimento motorino) = 6 Watt

tu hai solo 4.4 Watt (e...qui cade l'asinello :slight_smile: )

sincerati con un'alimentatore che ti fornisca 6 volt ed un amperometro ( basta il tester).
collega il motorino, e leggi quanta corrente si ciuccia la bestiola , così lo sappiamo.

ciao

p.s. abbiate pazienza, arrivo sempre un paio di post in ritardo, i due calcoli mi hanno impegnato per un bel po' :slight_smile:

Test fatto, consuma 0.23A±0.01A
Con luce artificiale noto che i pannelli messi in parallelo forniscono 4.5V, che vanno a 0V collegando il motorino che ovviamente resta immobile visto che riceve solo 99mA invece che i 230 di cui ha bisogno. Domani farò dei test con la luce solare per vedere quanti mA effettivamente riescono a fornire.

TimoFran:
......volevo sapere se è possibile fare il tutto utilizzando circuiti integrati o simili in modo da ridurre al minimo il lavoro che deve svolgere il microcontrollore.

Totalmente il contrario della logica, una volta installato un MC bisogna fargli fare il più possibile, non il meno possibile, quì lavorerà si e no al 10%

0.23A a 6V fanno la bellezza di 1.38 Watt, tu ne hai disponibili 4.4 Watt sperando che i pannelli dicano il vero.

rilancio.....restano solo i pannelli...sicuro che rendano quello che promettono?

altrimenti dobbiamo rivedere la legge dell'hometto. :confused:

ciao.

icio:
Totalmente il contrario della logica, una volta installato un MC bisogna fargli fare il più possibile, non il meno possibile, quì lavorerà si e no al 10%

Ok, grazie per il consiglio. Penso che utilizzerò questa strada allora.

goldx:
0.23A a 6V fanno la bellezza di 1.38 Watt, tu ne hai disponibili 4.4 Watt sperando che i pannelli dicano il vero.

rilancio.....restano solo i pannelli...sicuro che rendano quello che promettono?

altrimenti dobbiamo rivedere la legge dell'hometto. :confused:

ciao.

I dati che ho sono fatti con luce artificiale, domani farò delle prove con luce solare. Probabilmente i pannelli scadenti (poco più di 2€ ognuno) hanno fatto la loro.

sai perchè li chiamano pannelli solari e non lampadari? (cazzata feroce)
e ma dillo prima...anche tu pero' ehh. :slight_smile:
vedrai che domani nevichera' ! così impari.
ciao.

Il sole irradia circa 1000Watt ogni metro quadrato, dipende dalla latitudine quindi per simulare il sole devi avere la stessa potenza, ma non solo, anche lo spettro deve essere simile, a tal scopo esistono delle lampade allo xeno che simulano il sole, basta comperare queste lampade e si può fare anche di notte

icio:
basta comperare queste lampade e si può fare anche di notte

Figo, usare 1000 Watt per ottenerne al massimo 200, ammesso di avere pannelli di ultima generazione ad "alto" rendimento. :smiley:

Intendevo i Test :smiley: Non la produzione...ovviamente ;D