Livello gas serbatoio GPL

Ciao, parlando con un distributore di gas ma anche produttore di serbatoi ( intendo quelli da almeno 1000 litri non le bombole) ci chiedevamo se fosse possibile creare un qualcosa per rilevare da remoto la quantità di gas residua del serbatoio.
Nel serbatoio c'è già un manometro che da il residuo con scala da 0 a 100 ( quindi in percentuale penso )
pensavo due alternative

  1. leggere il manometro in qualche modo, esiste un modulo che sia in grado di leggerlo ?
  2. eliminare il manometro ed installare un indicatore di livello, esiste qualcosa compatibile con arduino ? ( chiaro che l'installazione non la farei io

grazie

Se è un serbatoio di gas l'unico parametro misurabile è la pressione. E non credo che le norme di sicurezza permettano di installare alcunché all'interno del serbatoio stesso.

PaoloP:
Se è un serbatoio di gas l'unico parametro misurabile è la pressione. E non credo che le norme di sicurezza permettano di installare alcunché all'interno del serbatoio stesso.

Il serbatoio è di gas ( credo propano ), però esiste già un indicatore di livello per cui le norme prevedono un indicatore di livello...solo che è analogico
considera qualcosa del genere

il discorso è avere qualcosa di digitale

PaoloP:
Se è un serbatoio di gas l'unico parametro misurabile è la pressione.

Col GPL misurare la pressione non serve a nulla perché rimane praticamente costante a circa 6 Bar, valore che cambia con la temperatura, fino a che è presente del gas liquido nel contenitore, comincia a calare solo quando non c'è più gas liquido, ovvero il serbatio è praticamente vuoto.

Metti un potenziometro collegato all'alberino del manometro e misura la variazione con analog read.
Oppure leva il vetro del manometro e metti un microinterruttore che viene premuto dalla lancetta quando scende sotto un certo livello, non è lineare ma ti indica la necessità del rifornimento, che è quello che penso vogliano sapere.
Non paciugare troppo il manometro perché comunque è sempre collegato all'impianto del gas e se esplode tutto poi è colpa tua...

Alberto

ilmagowalter:
Il serbatoio è di gas ( credo propano ), però esiste già un indicatore di livello per cui le norme prevedono un indicatore di livello...solo che è analogico

Gli indicatori di livello su i serbatoi di GPL solitamente sono dei sistemi basati su un galleggiante, solitamente dentro un cilindro, che spinge tramite apposita demoltiplica una levetta che va ad azionare l'ago dello strumento.
Inutile dire che si tratta di oggetti soggetti a severe normative di sicurezza, solo il produttore e relativi tecnici autorizzati possono metterci le mani sopra.
Per ottenere la lettura in un formato elettronico il solo modo che non prevede manomissione è rilevare la posizione della lancetta, ci sono varie possibilità, quella più semplice è applicare un piccolo magnete sulla lancetta e rilevarne la posizione tramite una serie di sensori Hall, con uscita analogica, a seconda del sensore interessato e dell'intensità del campo magnetico riesci ad attenere una lettura abbastanza precisa del livello del gas, diciamo con un errore non maggiore del 5%, al netto della precisione dell'indicatore che sicuramente aggiunge ulteriore errore di suo.

bigjohnson:
Metti un potenziometro collegato all'alberino del manometro

Non puoi farlo, verrebbe considerata come manomissione dell'impianto, anche se non esplode nulla in caso di controlli ti fanno una multa salatissima, inoltre il leveraggio che muove la lancetta non ha sicuramente abbastanza forza per ruotare un potenziometro.

bigjohnson:
Non paciugare troppo il manometro perché comunque è sempre collegato all'impianto del gas e se esplode tutto poi è colpa tua...

Alberto

Sicuramente non è una cosa che faccio io, parlavo proprio con il produttore del serbatoio

Diciamo che il manometro è piccolino quindi non si può neanche stare lì a mettere troppe cose dentro, l'idea del microinterruttore mi piace, sempre che ci sia lo spazio (dubito)

comunque se ho capto bene, quello già presente è un indicatore di livello a galleggiante

... passare a Raspberry, mettere la telecamera con qualche LED per illuminare e fare una lettura ottica della posizione dell'indicatore.

Nessuna manomissione di alcunchè ... solo una piccola staffa difronte all'indicatore di livello e un po' di software per trattare le immagini :wink:

Guglielmo

Quindi tu dici di fare ad esempio una istantanea con la telecamere da elaborare succcessivamente...
il passaggio a raspberry serve per avere un sistema operativo disponibile ?

Il passaggio a Raspberry (... o simili) è d'obbligo perché con Arduino non hai la potenza e la memoria sufficiente a fare acquisizione/elaborazione d'immagini.

Guglielmo

dice bene gpg01, così facendo bypassi tutte le regole, (salvi capra e cavoli come si suol dire) non intervieni sull'impianto ( perchè è vietato)e non rischi di trovarti senza casa ne famiglia.
concordo anche su tutto cio' che ha detto astrobeed.
gli unici due modi per sapere quanto gas c'è nel serbatoio, sono misurarne il livello oppure pesarlo.
niente manometri non servono.
per chi volesse farsi una cultura, cercare tensione di vapore nei serbatoi del gas cosidetto liquido.

ciao.

gpb01:
Il passaggio a Raspberry (... o simili) è d'obbligo perché con Arduino non hai la potenza e la memoria sufficiente a fare acquisizione/elaborazione d'immagini.

Guglielmo

chiaro, grazie

Uhm ... mi viene in mente un possibile modo alternativo che NON comporta alcuna manomissione, pero' darebbe al massimo due o tre indicazioni (e serve sapere che tipo di manometro e', nel senso che scala e che lancetta)

Si fa uo stampatino piccolo con due sensori IR a riflessione in miniatura, tipo quelli che ormai usano per vedere se c'e' carta nelle stampanti o nei fax, poi lo si fissa davanti al vetro, a contatto con lo stesso, sistema di fissaggio a piacere, secondo quanto disponibile ... ovviamente i sensori dovrebbero essere posizionati in modo che uno dei sensori sia di fronte ad una parte della lancetta quando e' al minimo, e l'altro sia di fronte quando e' al massimo ... supponendo ovviamente che il fondo della scala sia bianco e che la lancetta sia nera, come per la maggior parte dei manometri, i sensori leggerebbero la scala (fondo bianco) quando la lancetta non gli e' davanti, e le due posizioni quando la lancetta nera arriva davanti ad uno o all'altro ... in questo caso potresti avere due indicazioni, quando segna il minimo, e quando segna il massimo (e per esclusione, quando e' in un qualsiasi punto in mezzo) ... poche info, lo so, ma almeno non ci sarebbe alcuna manomissione ... e non servirebbe un sistema di elaborazione dell'immagine ...

bella l'idea di Etem, in base alla dimesnione fisica di questi IR magari si ha spazio anche per metterne uno al centro o di piu' ancora.

x Astro, giustamente tu dici che non si deve manomettere il manometro, ma per applicargli una calamitina sulla lancetta sempre lo devi aprire, spaccare il vetrino, non so, cioe' sempre manomissione e' la calamitina.

x ilmagowalter: ad un certo punto sembra che tu intendi che e' il produttore stesso ad averti chiesto una soluzione, a quel punto e' facile, semplicemente gli dici che, seguendo tutte le normative che il rpoduttore stesso conoscera' bene, deve sostituire il manometro analogico con un qualsiasi sistema che rispetti le normative ma che ti dia in uscita un qualche forma di segnale, analogico/digitale da poter sfruttare.
Esisteranno di certo aggeggi a norma per misurare il livello di un liquido e dare in uscita un segnale elettrico.
Il resto poi viene facile, butti sta roba sul wifi del cliente che viene girata ai server del rpoduttore, il quale magari sforna anche una bella app.

Il rpogetto e' interessante, se vai avanti e cerchi un socio sono disponibile, ho miei VPS e posso gestire la parte server/app web/ gestione dati/ applicazione Android/Ios, oltre alla parte hw del prototipo (come prima ipotesi un bel ESP :slight_smile: )

Anche uno smartphone può farlo, con un programma apposta oppure con una app che manda l'immagine da qualche altra parte.

Altra via, forse, con un Arduino ma come cam un sensore ottico da mouse con ottica montata. Su eBay ci sono già fatti, si chiamano optical flight sensor, e l'immagine può arrivare a 30x30 pixel o anche più. Se ci sono problemi di memoria si usa una Mega oppure un ESP8266 o un STM32.