Materiale per mio progetto

Ciao a tutti, premetto che sono alla prima esperienza con arduino, ma che ho già programmato diversi impianti di automazione in modbus per lavoro. La mia idea è quella di realizzare, per un piccolo pezzo di terreno che ha mio padre in campagna, una sorta di centralina meteo, completa di sensore di temperatura, umidtià e barometrico. Utilizzare un sensore a ultrasuoni per rilevare il livello di alcune cisterne di accumulo acqua, una scheda relè che piloterà dei teleruttori a 12 o 24V cc per comandare delle elettrovalvole per irrigazione. I dati "meteo" saranno visibili su un sito internet, assieme ad una foto presa da una telecamera di origine tvcc, che si aggiorna ogni minuto circa (da definire). All'interno del sito andro' a creare un pannello amministrativo nascosto, protetto da password, che mi permetterà di visualizzare i livelli delle vasche di accumulo acqua e di pilotare le varie elettrovalvole per irrigare da remoto. Pensavo di utilizzare allo scopo: Arduino 2560 rev. 3 W5100 come shield ethernet hc-sr204 come ultrasuoni per rilevare il livello sensore umidità temperatura (che poi andro' a mettere all'interno di una campana in pvc/abs forata ai lati per evitare il contatto diretto con la pioggia) bosh bmp 085 sensore barometrico (sempre dentro alla campana) una scheda a 8 (Forse più in base alle attuazioni da effetutare ) relè optoisolati. Usero' un router 3G per garantire la trasmissione e la ricezione dei dati con il sito web. Come materiale ci sono?

grazie mille.

Alberto

A parte la WebCam, per il resto sei OK. Potresti usare anche un Arduino UNO, dovresti starci come dimensione dello sketch. Ci sono molti progetti simili sul forum, fai una ricerca.

Il sensore a ultrasuoni ha 2 difficoltá: 1) usandolo in una cisterna chiusa hai dei echi che potrebbero generare delle misure errate. devi provarci. 2) l' umiditá nella cisterna daneggerá abbastanza velocemente il sensore a ultrasuoni. Sarebbe meglio usare uno che é protteto contro l'acqua.

Perché usare una scheda ethernet e poi collegarla a un router 3G. Perché non usare subito una scheda GSM?

Ciao Uwe

Ti stavo per scrivere quello che ha detto Uwe.

Se non vuoi spendere una fortuna per sensori a ultrasuoni waterproof puoi comprarli su ebay e scrivere "Waterproof Ultrasound sensor" :)

Ciao

Per misurare il livello della vasca fatti un galleggiante Basta un pezzo di polistirolo, una leva e un potenziometro Da jn lato attacchi la leva al potenziometro e fissi tutto al bordo della vasca e in cima alla leva metti il galleggiante Quando varia il livello della vasca ik galleggiante sale e scende e muove il potenziometro Da li in poi e tutto software

una cosa così per intenderci http://www.google.it/url?sa=i&rct=j&q=galleggiante+serbatoio+barca&source=images&cd=&cad=rja&docid=VzBHe-QbhMBxkM&tbnid=YDLE77BaUXlE_M:&ved=0CAMQjhw&url=http%3A%2F%2Fwww.webnautica.it%2Fstrumenti-motore-c-121%2Findicatori-di-livello-e-sensori-c-121_254%2Fgalleggiante-serbatoio-regolabile-per-strumenti-24033-ohms-p-602.html&ei=Y136Ua_hCsXgPKDDgJgL&bvm=bv.50165853,d.bGE&psig=AFQjCNFgFtBgDefzKFes4MzuAPItHweVaQ&ust=1375448792913160 è un galleggiante da barca, se allunghi l'asta ovviamente ottieni la possibilità di misurare dislivelli maggiori

Se si tratta di acqua, potresti usare un sistema differente … se ti serve solo sapere il livello minimo e massimo, 3 barrette di acciaio inox connesse ad un circuitino apposito con un paio di operazionali usati come comparatori, due delle barre lunghe uguali (il livello minimo), che toccano l’acqua finche’ il livello non e’ sotto il minimo , e la terza piu corta, che tocca l’acqua solo quando raggiunge il massimio, cosi hai 3 indicazioni, tutto spento = sotto il minimo, out 1 acceso = fra il minimo ed il massimo, out 1 e 2 accese, sopra il massimo … ci sono alche proporzionali, ma il circuito si incasina un po :stuck_out_tongue:

oppure, se la cisterna e’ abbastanza grossa ed alta, e soprattutto se e’ aperta in cima (o comunque non sigillata), puoi ottenere un’indicazione proporzionale della quantita’ di acqua contenuta usando un sensore di pressione stagno installato in un foro sul fondo della vasca … la colonna d’acqua contenuta causera’ piu o meno pressione a secondo della sua altezza, e tu la puoi leggere con un’ingresso analogico …

  • Anzichè usare Modem + Eth, puoi usare lo shield SIM900 di Futura Elettronica, però la libreria usa tanta ram = Arduino UNO non regge;
  • Misurare acqua: hai bisogno di sapere solamente se è piena/vuota o anche il livello ? Per il primo caso puoi optare per i contatti reed che vende sempre Futura (NC e NA), ultrasuoni sono un problema, specie se la cisterna è di metallo;
  • DHT22 per l'umidità;
  • DS18B20 per la temperatura;
  • MPL115A2 per la pressione;
  • Per i relè secondo me la cosa migliore è quella di assemblarteli da te.

Etemenanki:
ci sono alche proporzionali, ma il circuito si incasina un po :stuck_out_tongue:

dici che si può capire direttamente il livello effettivo dell’acqua con le barrette?

leouz:

Etemenanki: ci sono alche proporzionali, ma il circuito si incasina un po :P ...

dici che si può capire direttamente il livello effettivo dell'acqua con le barrette?

Si potrebbe fare, ma il circuito diventa parecchio incasinato, perche' non potendo sapere in anticipo l'esatta conducibilita' dell'acqua, ti toccherebbe usare un sistema molto complicato ...

Ad esempio, se dovessi rilevare un liquido che ha sempre la stessa conducibilita', basterebbero due barrette, ed un circuito che rileva la differenza fra di esse (piu il livello e' alto, piu c'e' conduzione) ... ma con l'acqua che arriva da chissa dove e potrebbe contenere anche elementi organici e sali disciolti che ne alterano i parametri, dovresti avere anche un secondo elettrodo fissato sul fondo, con due barrette di lunghezza e superficie note, da cui rilevare una costante da usare poi come campione ... e se l'acqua, come e' probabile in questo caso, va e viene e potrebbe cambiare in corso di svuotamento o riempimento o per evaporazione la salinita' o la concentrazione di altri contaminanti, dovresti fare campionature periodiche dell'elettrodo sul fondo e riaggiustare la lettura ogni volta ... funziona ma e' incasinato :P

C'e' un sistema "relativamente" piu semplice, per costruire un sensore di livello senza contatto elettrico con il liquido e senza galleggianti e potenziometri ... si usa un'oscillatore LC a fet, con il condensatore composto da uno spezzone di piattina bifilare isolata robusta (tipo ad esempio quella delle casse acustiche) tenuta tesa da un peso immerso nella cisterna, o fascettata ad un pezzo di tubo di plastica che la tiene ferma in verticale (o addirittura avvolta a spirale sul tubo, se si vuole piu variazione) ... piu il livello sale circondando la piattina, piu la capacita' della piattina aumenta, quindi piu la frequenza diminuisce ... leggendo la frequenza (o semplicemente convertendola in tensione) si puo determinare il livello del liquido ... inoltre funziona anche con altri liquidi, e non comporta un contatto elettrico con essi ...

Ci sarebbe anche un'altro sistema, quello di usare un rocchetto calettato su un potenziometro, magari multigiri se la vasca e' profonda ... si mette una cordicella avvolta un paio di volte sul rocchetto (perche' non scivoli), da una parte un peso piccolo (diciamo 100 grammi, tanto per fare un'esempio) e NON galleggiante, dall'altra un peso doppio, ma di materiale galleggiante, e li si sospende nella vasca ... quando l'acqua sale, il galleggiante sale ed il peso piccolo scendendo fa girare il potenziometro in un senso, e l'opposto quando scende ... pero' comporta il costruirsi le parti meccaniche, perche' non credo che le si trovino gia fatte (io l'avevo fatto anni fa' per un'amico, con uno di quei potenziometri da 1K 10 giri collegato ad uno strumentino analogico, e funzionava abbastanza bene :D)

Scarterei le opzioni con galleggianti a filo/cavo perché la legge di Murphy ti assicura che prima o poi il galleggiante si intreccerà da qualche parte ]:D

Si, se metti i due fili troppo vicini, o se nella vasca c'e' un flusso di acqua in pressione, magari anche solo da un tubo, e' possibile, ma c'e' un sistema semplice per minimizzare il rischio (a cui quasi nessuno pensa mai) ... la puleggia si usa da almeno 10cm, o piu, ed il peso piccolo e non galleggiante lo si fa passare dentro un pezzo di tubo di plastica, largo almeno il doppio del peso, ovviamente aperto sotto e sopra, che arrivi fino al fondo della vasca (e che puo fare anche da supporto per la meccanica, se fatto bene) ... in quel modo non c'e' possibilita' che i due fili si intreccino fra loro ;)

ragazzi non è che vi state complicando un po' la vita?? il galleggiante di cui ho messo il link sopra è fatto apposta, costa poco, può essere completamente immerso in benzina, gasolio, acqua eccetera e dura per anni, si alimenta a 12v in più da sia lettura min che lettur max e siccome l'incremento/decremento della resistenza è lineare tra i valori max e min puoi calcolare con molta precisione il livello effettivo...

No, per l'acqua non va bene, perche' il reostato attaccato alla leva non e' stagno ... quelli sono fatti per i carburanti, non per i liquidi potenzialmente ossidanti e/o corrosivi.

Si, lo so che sembra strano mettere un reostato non stagno a bagno nella benzina, ma sono fatti cosi e funzionano ... :P

io ho un’officina nautica e li vedo quotidianamente impiegati nei serbatoi di acqua dolce e durano un bel po
in ogni caso ci sono anche i modelli fatti così ma specifici per l’acqua, e la possibilità di fare misurazioni molto diverse variando le misure dei bracci anche in maniera casalinga secondo me è molto interessante