Metodo per programamare AVR Atmel di un circuito Standalone

Salve, sono in fase di progettazione del prototipo di un dispositivo elettronico su Arduino Uno che successivamente verrà implementato in uno standalone. Avrei pensato a una metodologia di programmazione del microcontrollore Atmega328 che per me rappresenta una comodità: sul circuito standalone saldo uno zoccolo dove risiederà il microcontrollore. Ogni volta che ho bisogno di riprogrammarlo lo estraggo e lo monto su arduino uno. Chiedo se l'idea è valida sia in questo caso che eventualmente con altre piattaforme. Grazie.

Ci sono 3 modi per programmare l'Atmega328: 1) stacchi il chip e lo programmi a parte, come hai detto tu oppure: 2) colleghi un connettore ISP a 6 pin (3x2) e la programmi con gli stessi collegamenti di cui al punto 1) 3) monti un bootloader e poi programmi l'Atmega328 via seriale.

Scaricati la guida di Michele Menniti e vedi là, c'è tutto in quella guida ;)

Per me va benissimo staccarlo di volta in volta. Magari uso un estrattore per non graffiarlo. Grazie mille.

Montarlo su Arduino UNO per la programmaizone però ti obbliga ad usare micro col bootloader precaricato, se li compri già pronti ti costano molto più di quelli vergini, se li compri vergini devi caricargli il bootloader via ISP, a quel punto tanto vale rinunciare al bootloader e caricare via ISP direttamente lo sketch

io sto comprando lo starter kit rev3 arduino uno, quello ha già il bootloader caricato e non mi devo preoccupare di niente giusto?

Pensavo intendessi creare un circuito stand-alone mantenendo l'Arduino integro, se invece (così ho capito ora) jai intenzione di usare il micro originale dell'Arduino ovviamente nessun problema, immagino che sia il primo e ultimo progetto che realizzerai, non vorrai certo comprare un Arduino per ogni nuovo circuito?

L'osservazione che hai fatto è corretta. Si tratta di un caso, una coincidenza perchè è il primo arduino che compro e devo realizzare un circuito a scopi didattici. Non avendo il tempo adesso per imparare a programmare bootloader allora farò così. A partire dal secondo circuito, comprerò solo atmega328 vergini, ma potrò sempre sfruttare la piattaforma arduino per programmarli.

Ma la prima volta ti servirà comunque un chip col bootloader.

Se ho capito bene quello che arriva con lo starter kit lo tiene già. Bisogna solo collegarlo al pc e caricare lo sketch.

Esatto, ma se poi lo usi come standalone, ti ritrovi con una scheda Arduino senza Microcontroller. E se vuoi rimetterla in funzione ti servira' comunque un Atmega328 con gia' il BootLoader inserito

D’accordo, ho capito che la programmazione del bootloader è un’operazione di base importante, che andrebbe imparata al più presto.

A proposito di costi elevati di AVR non vergini: è un caso che questo viene venduto a poco prezzo con il bootloader? http://www.ebay.it/itm/ATMEGA328-ARDUINO-UNO-BOOT-DIL-16MHz-crystal-2x-22pf-/191289191389?pt=UK_BOI_Electrical_Components_Supplies_ET&hash=item2c89b96bdd E' conveniente acquistarlo?

ultrasound91: A proposito di costi elevati di AVR non vergini: è un caso che questo viene venduto a poco prezzo con il bootloader?

Il costo di un ATmega328P è ~3.8 Euro (ivato) se ne prendi solo uno, per chi li rivende il costo è ~2.2 Euro per 250 pezzi, fai tu se quello è un prezzo buono oppure una fregatura, zoccolo, condensatori, quarzo sono roba cineseria che vale meno di 20 cent.

sull'arduino store costa 4 €, quindi direi che è originale