Misura controtensione MOTORE DC

Salve, se io volessi misurare tramite una porta analogica la controtensione generata da un motore DC nel momento in cui il motore viene scollegato dall'alimentazione e continua a girare per inerzia. Che tipo di circuito devo costruirmi? Grazie

abbiamo bisogno dell'ordine di grandezza dei valori in gioco poi, chi stacca il motore? viene staccato da altro, oppure è arduino che lo stacca?

I valori sono un semplice motore DC (TFK-280SA-22125 MOTOR) alimentato con batteria da 9V. Il motore dovrebbe essere azionato da Arduino e successivamente, arrivato ad una certa velocità , essere staccato sempre da Arduino e da questo istante iniziare a leggere il valore della controtensione erogata dal motore e salvare questi dati in un file.

Beh, un semplice partotire 9 a 5, magari 4k7 a 2k2 potrebbe andare, il problema è spegnere il motore, cosa usi?

Per spegnere/accendere il motore si può usare un mosfet. Il problema è poi switchare i valori di uscita del motore alla porta analogica di Arduino.

Perche' switchare ? ... usi un mosfet canale P (oppure il contatto di un rele') che interrompa il positivo ... allo stesso tempo, il positivo del motore lo colleghi ad un'ingresso analogico con il partitore resistivo (con le dovute protezioni, stiamo parlando di un carico induttivo commutato a spazzole, quindi disturbi a volonta' ... per cui induttanzina in serie, e condensatore dal pin verso massa in parallelo ad uno zener da 4.7V con il catodo al pin) ... leggerai sia il valore dell'alimentazione che quello di controtensione, ovviamente, ma dato che lo start e lo stop lo dai con arduino, sai anche in quale punto finisce una ed inizia l'altra ... ;)

Ricordati anche di non usare valori troppo bassi per il partitore ... perche' e' collegato in parallelo al motore e quindi fa da freno elettromagnetico, piu e' basso e piu frena ... quindi almeno 10K e 5K, o valori simili ma non minori, per 9V dovrebbero essere quasi ininfluenti ...

Grazie per la risposta molto interessante e completa. Volevo solo chiedere una spiegazione su cosa intendi per "dovute precauzioni " perché non sono molto pratico su induttanze nei circuiti e quindi non ho capito bene come devo costruire questa parte di circuito. Grazie mille

Il carico e' un modore in DC, quindi presumibilmente motore a spazzole e magneti permanenti ... quindi, in pratica, tre (o piu, dipende dal tipo e dalla costruzione del motore, ma comunque minimo tre) induttanze commutate velocemente in modo ciclico da due spazzole, il che significa che genera una marea e mezza (quasi una marea e tre quarti :D) di disturbi, picchi di tensione, e cosi via ...

Dato che questi picchi, nella migliore delle ipotesi ti potrebbero falsare la lettura, e nella peggiore bruciare un'ingresso analogico (perche' a volte sono molto piu alti della tensione applicata), sarebbe sempre una buona abitudine collegare gli ingressi delle logiche a questo tipo di carichi con un circuito di filtraggio ... in realta', estremamente semplice ... un'induttanza da 1mH o piu (quello che trovi) in serie al pin (dal centrale del partitore al pin), e contemporaneamente un condensatore (valore non critico, fra 33n e 100n va bene un po tutto) fra il pin e massa, e sempre fra il pin e massa, uno zener da 4.7V (uno qualsiasi, anche i vecchi BZX55C4V7 che sono i piu facili da trovare) con il catodo al pin e l'anodo a massa ... questo dovrebbe proteggere il pin da quasi ogni disturbo, e rendere la lettura anche piu stabile ... ;)

Perfetto grazie mille :wink:

Mosf_motor.jpg

Grazie mille. Ma il pin posso usarlo anche con una 3.3V di Arduino MKR 1200 anziché 5v della uno??

Devi solo cambiare il valore della resistenza del partitore ( attualmente divide x 2 ) e abbassare il valore dello zener a 3.0V

Invece l’induttanza a cosa serve??

Detta alla grossolana filtra i disturbi (impulsi ad alta frequenza) che potrebbero falsari la misura