Misurare frequenza funzionamento lampadina

Ciao a tutti, Ho un nuovo progetto bizzarro per la testa... Ho bisogno di costruirmi uno strumento con il quale possa misurare la frequanza di funzionamento di una lampadina sia che sia ad incandescenza che sia a scarica.

Ma ho un problema... NON SO DA DOVE INIZIARE...

Che tipo di sensore posso abbinare ad Arduino? Fotoresistenza? Infrared? ... C'è qualche cosa di dedicato?

Non ho veramente idea di cosa potrei usare.

Qualcuno ha qualche consiglio?

Vi ringrazio.

Cosa intendi come frequanza di funzionamento ?

Una fotoresistenza é troppo lenta non arrivi a misurare frequenze sopre quache Hz; Le lampade a incandenscenza a causa del filo incandescente danno una luce quasi continua.

Ciao Uwe

Già, è proprio questo il problema... Ma se io alimento una lampadina con un gruppo elettrogeno poco affidabile che mi eroga per esempio 48hz, e filmo qualche cosa con la mia videocamera, vedró che la luce "pulsa". Sò che in commercio esistono strumenti adatti, io vorrei provar a costruirmene uno con Arduino...

alcuni multimetri anche di fascia media misurano la frequanza!!

in alternativa fai con un zero-cross detector, cosi misuri i passaggi a zero della tensioe e da li ricostruisci la frequanza (sapendo che hai una sinusoide tra le mani).

Non so però l’affidabilità e la precisione!

Se vuoi tenere sott'occhio la frequenza di uscita di un gruppo elettrogeno, controllerei direttamente la fonte, ovvero i giri del motore, di norma girano a 3000 rpm per fare 50hz, ma solo dalla targa del motore/generatore sai esattamente quanti giri deve fare per 50Hz, ci sono da 1500...6000 dipende se è diesel o benzina, monofase ... trifase

pablos: Se vuoi tenere sott'occhio la frequenza di uscita di un gruppo elettrogeno, controllerei direttamente la fonte, ovvero i giri del motore,

Oppure misurare direttamente la frequenza della tensione, molto più semplice che rilevare le variazioni di luminosità di una lampadina.

http://www.ebay.com/itm/AC-150-500V-Digital-Blue-LCD-Display-Frequency-Panel-Meter-Gauge-10Hz-199-9Hz-/171125681756?pt=LH_DefaultDomain_0&hash=item27d7e2ae5c

Ormai non costano quasi piu nulla, fra un po te li tirano nella schiena :P

Etemenanki usa i tag-link pls

fra un po te li tirano nella schiena

Item location: shenzhen city, China = cinesata = inaffidabile = breve durata = 50.00 per sbloccarlo alla dogana + 2 mesi per averlo :grin:

elvis: Già, è proprio questo il problema... Ma se io alimento una lampadina con un gruppo elettrogeno poco affidabile che mi eroga per esempio 48hz, e filmo qualche cosa con la mia videocamera, vedró che la luce "pulsa".

Di che lampadina si tratta? Se è a incandescenza, 48 Hz o 50 Hz sono la stessa cosa. L'inerzia termica del filamento è comunque sufficiente perché la temperatura, e quindi la luce, rimanga stabile. Nemmeno la forma d'onda ha importanza, purché il valore RMS della tensione stia entro valori accettabili.

Se invece hai problemi con le lampadine fluorescenti compatte, non credo che si tratti di un problema di frequenza, ma piuttosto della forma d'onda in uscita dal generatore. Il reattore elettronico della lampadina si aspetta una sinusoide e magari riceve un'onda quadra. Ma l'onda non la vedi né con l'arduino, né con il multimetro: ci va l'oscilloscopio.

Se invece il problema è con tubi fluorescenti alimentati con i classici reattori magnetici, avrai sempre sfarfallii con la videocamera, anche con una sinusoide perfetta.

pablos: Se vuoi tenere sott'occhio la frequenza di uscita di un gruppo elettrogeno, controllerei direttamente la fonte, ovvero i giri del motore

Il ragionamento è corretto per i generatori sincroni, ma di solito i gruppi elettrogeni non lo sono. Hanno un inverter che genera la stessa frequenza indipendentemente dal regime del motore.

pablos: Etemenanki usa i tag-link pls

Quando metteranno a posto il forum, volentieri ... nel frattempo li inserisco a mano, ma non sempre mi ricordo :P

Item location: shenzhen city, China = cinesata = inaffidabile = breve durata = 50.00 per sbloccarlo alla dogana + 2 mesi per averlo :grin:

Ne ho gia presi due per montarli in quadri artigianali, stanno funzionando (uno da 2 anni, l'altro da uno e mezzo) senza problemi, controllati con un frequenzimetro da tavolo non scartavano, e quando sono arrivati la dogana (stranamente) non ha rotto i c...ocomeri per nulla ... :P

In effetti, si, 38 giorni per arrivare, dei quali (tracciati) 7 da Cina a CSI Milano ed il resto fermi a Milano, finche' finalmente ai "lavoratori" (sarcasmo intenzionale) del CSI, un giorno, e' venuta voglia di fare qualcosa di diverso dalle solite partite a poker in ufficio, perdite di tempo al bar e ... ahem ... altro che fanno in bagno con le riviste porno che fregano dalla posta altrui, ma che non dico qui perche' sono una persona civile :P :P , e si sono finalmente decisi a farli arrivare a casa mia ... :P :P :P

Etemenanki: e quando sono arrivati la dogana (stranamente) non ha rotto i c...ocomeri per nulla ... :P

Sei stato fortunato; con la dogana non si sa mai quello che capita. A volte non ti fanno pagare quando te l'aspetti e altre volte ti fanno pagare anche per le stampe. Insomma, ho rinunciato a capire le "regole" della dogana, sempre che esistano.

Se il pacco dichiara un valore >22 euro, devi pagare iva e dazio. Poi logicamente se il pacco "insospettisce", esempio dichiarano "regalo" e dentro c'e' un reattore nucleare, logicamente a quel "dichiarato valore=0" non ci credono :grin:

Etemenanki: Quando metteranno a posto il forum, volentieri ... nel frattempo li inserisco a mano, ma non sempre mi ricordo :P

E fosse solo quello... copi e incolli devi sempre ricordarti di togliere dal copiato le formattazioni (quante volte ti ritrovi con color..2222 e simili ) , poi da quick edit e replay l'editor è diverso, etc. Nulla di catastrofico, ma... due bolas.

Bene, allora, devo dire che lo strumentino su ebay è interessante e ad un ottimo prezzo, ammetyo che immaginavo costassero molto di più!

Ma secondo voi, sto coso, che sensore usa? Credete sia possibile autocostruirlo o devo abbandonare l'idea?

Riepilogando, vorrei costruire un sensore che mi misuri la frequenza di funzionamento di qualsiasi tipo di lampadina, sia a scarica (vapori di mercurio, xenon, hmi...) che ad incandescenza. Range di lavoro 30-400hz ma mi piacerebbe poter rilevare i 1000hz (luci a HMI a 1000hz vengono utilizzate per fare rallenty molto "spinti".

gelholder: Riepilogando, vorrei costruire un sensore che mi misuri la frequenza di funzionamento di qualsiasi tipo di lampadina, sia a scarica (vapori di mercurio, xenon, hmi...) che ad incandescenza. Range di lavoro 30-400hz ma mi piacerebbe poter rilevare i 1000hz (luci a HMI a 1000hz vengono utilizzate per fare rallenty molto "spinti".

Secondo me devi molto imparare le basi. Lampade Xenon e molti modelli di vapori di mercurio ad alta pressione vanno esclusivamente con corrente continua. Altre lampade a scarica come i Tubi chiamati "neon" che sono a vapori di mercurio a basssa pressione e le lampadine a risparmio di energia sono pilotate con inverter che usano frequenza di qualche decina di kHz. Percui anche qua non misuri niente.

Ciao Uwe

In quel caso ti serve uno sketch da frequenzimetro, con un'Arduino che usi come sensore un fotodiodo o un fototransistor (le fotoresistenze non sono abbastanza veloci) ad ampio spettro ... potrebbe essere fatto contando gli impulsi, dopo aver disaccoppiato il fotodiodo in AC, per evitare di saturare l'ingresso in caso di alta luminosita', amplificato con un'operazionale, e squadrato per farlo leggere agli ingressi di Arduino, poi con uno sketch conti gli impulsi per unita' di tempo, oppure il tempo fra gli impulsi, come preferisci, e ricavi la frequenza ... come sensori puoi usare dei TEPT4400, o degli SFH3310, costano poco ed hanno una curva di sensibilita' che va dal blu all'IR (al contrario di molti fotodiodi standard, che sono sensibili principalmente nella banda rosso/IR e pochissimo nel verde e blu)

Lo strumentino di ebay non usa sensori, misura direttamente la frequenza di rete.

Grazie Etemenanki.

Inizio le mie ricerche.