Misurazione potenza

Ciao a tutti, ho bisogno di qualche suggerimento per mettere a punto il mio progetto. Lavoro nell'ambito sportivo e avrei bisogno di uno strumento per calcolare la potenza di esecuzione di determinati esercizi (squat, distensioni su panca ecc..). In passato ho già incontrato apparecchiature per tale utilizzo, da esso usciva un piccolo cavo che andava posizionato al bilanciere e che si arrotolava o viceversa a seconda della distanza del bilanciere. Dal movimento di quel cavo l'apparecchio misurava sia la velocità sia la distanza e tramite il pc riproduceva il grafico della potenza istantanea. Sul mercato non ho mai trovato da acquistare tutto ciò, e quindi era mia intenzione provare a fare qualcosa da me. Vorrei però cercare di costruire anche una versione che tramite l'accelerometro riesca a fare la stessa cosa. Mi date una mano a capire l'hardware necessario?

Se ti basta un'indicazione "di massima", potresti tentare con uno di quegli interruttori a cordina che si usano negli antifurti per rilevare il movimento delle tapparelle (e' un rocchetto caricato a molla con avvolta sopra una cordina, ed un magnete o due sul rocchetto che chiudono un reed ... quando la tapparella viene alzata, la cordina si arrotola, o srotola, dipende da come e' montata, e chiude il contatto)

Non e' certo un sistema professionale, ma aumentando il numero di magnetini (se gia non sono almeno 4), e collegandolo al bilancere, ti potrebbe dare una curva della velocita' con cui si muove durante il sollevamento, e questo conoscendone il peso ti darebbe un'indicazione di massima della forza applicata ...

Altra soluzione, per avere un dato un po piu preciso, e' fare la stessa cosa, ma costruendosi il rocchetto caricato a molla sull'asse di un potenziometro da 10 giri ... la curva risultante sarebbe piu precisa, esendo un valore analogico che cambia nel tempo, invece di una serie di impulsi da cui leggere i tempi e calcolare le velocita' ...

Poi si puo anche pensare agli accelerometri (o magari meglio ad una IMU completa, per avere piu dati da elaborare), ma li si va sul molto specifico ... e rimane il dover comunicare manualmente alla MCU il peso del bilancere, a meno che tu non voglia costruire anche un suporto con celle di carico ;)

Ottimi spunti su cui lavorare, grazie. Con l'accelerometro mi piacerebbe lavora in quanto non sarei vincolato ad un movimento lineare o quasi ed in più sarebbe più facile posizionarlo. La mia idea era quella di immettere manualmente il carico mentre il sensore si occuperebbe di verificare la velocità di esecuzione e di calcolare la potenza attraverso un grafico.

L'accelerometro, o magari una IMU accelerometro + giroscopio come ad esempio MPU6050 (c'e' gia anche montato su una breakout board con regolatore e componenti, il modulo si chiama GY521), se ben gestito ti consentirebbe anche di calcolare le forze applicate relative a tutti e tre gli assi, e probabilmente anche sbilanciamenti, rotazioni, ecc., oltre ad essere indipendente dalla postazione di utilizzo (magari montato in uno scatolino con batterie e wifi agganciato al baricentro del bilancere, per non avere neppure cavi in giro) ... ma qui hai bisogno di qualche esperto in programmazione per gli algoritmi da utilizzare, io sono un tecnico hardware ;)

errym86: Ciao a tutti,

Ti invitiamo a presentarti (dicci quali conoscenze hai di elettronica e di programmazione) qui: Presentazioni e a leggere il regolamento se non lo hai già fatto: Regolamento Qui una serie di link utili, non inerenti al tuo problema: - qui una serie di schede by xxxPighi per i collegamenti elettronici vari: ABC - Arduino Basic Connections - qui le pinout delle varie schede by xxxPighi: Pinout - qui una serie di link [u]generali[/u] utili: Link Utili

Etemenanki: L'accelerometro, o magari una IMU accelerometro + giroscopio come ad esempio MPU6050 (c'e' gia anche montato su una breakout board con regolatore e componenti, il modulo si chiama GY521), se ben gestito ti consentirebbe anche di calcolare le forze applicate relative a tutti e tre gli assi, e probabilmente anche sbilanciamenti, rotazioni, ecc., oltre ad essere indipendente dalla postazione di utilizzo (magari montato in uno scatolino con batterie e wifi agganciato al baricentro del bilancere, per non avere neppure cavi in giro) ... ma qui hai bisogno di qualche esperto in programmazione per gli algoritmi da utilizzare, io sono un tecnico hardware ;)

condivido la soluzione e se non hai problemi di ingombri, con una comunicazione wireless mandi e ricevi senza fili di mezzo

Stefano

Ho fatto delle prove con l'accelerometro, ma è veramente troppo per me. Quindi direi di ripiegare su un'altra soluzione. Come mi è stato consigliato volevo provare a creare un rocchetto auto avvolgente tipo flessometro che ad ogni giro, tramite magneti o ?encoder? mi dia la velocità istantanea sia in avvolgimento che srotolamento. Idee sull'hw da utilizzare?

Ancora nulla di fatto, ma vi chiedo tanto per curiosità quali sensori può avere all’Interno au oggetto del genere: https://youtu.be/CUlSsSRvCw8

IMU piu batterie e wireless (o bluetooth)

Grazie mille, hai qualche consiglio su che formule si basa il calcolo anche tenedo conto di un solo asse? Oppure c'è qualche progetto simile dove vengono utilizzati per ricavare dati simili. Scusa le domande ma non avendo conoscenze in materia voglio capire cosa andare a studiare.

Purtroppo io mastico prevalentemente hardware ... per la parte software serve Astro oppure uno degli altri programmatori "veri" che girano qui sul forum, mi spiace ...

>errym86: ... sei già stato invitato a farlo da Nid, ora rinnovo io l'invito ... nel rispetto del regolamento, ti chiedo di presentarti QUI ([u]spiegando bene quali conoscenze hai di elettronica e di programmazione[/u] ... possibilmente evitando di scrivere solo una riga di saluto) e di leggere con attenzione il su citato REGOLAMENTO ... Grazie.

Guglielmo

Scusami gpb01, presentazione effettuata.

Tornando al progetto, visto che l'IMU richiede fin troppe conoscenze ho optato per il sistema meccanico con rocchetto. Ho sventrato un guinzaglio per cani autoavvolgente. Il potenziometro sarebbe difficile da integrare in quanto il perno centrale non gira, quindi mi rimane la strada dei magneti o altri sensori da integrare. Consigli sui componenti da utilizzare?

Un contatto reed, e qualche magnetino in neodimio o simili, piu che il numero serve che tu li possa distribuire sulla circonferenza in modo regolare ed incollare in modo stabile ...

Ricorda solo che se i magneti non hanno i due poli alle estremita' (ad esempio, se sono pastigle o magneti piatti, che hanno i due poli su facce opposte), dovrai mettere il reed in modo che quando il magnere passa vicino, non passi al centro del contatto, ma su una qualsiasi ddelle due estremita', perche' non funzionerebbe correttamente altrimenti ...

Come alternativa al reed, un sensore hall, che pero' al contrario del reed necessita di alimentazione ...