Motori in parallelo

Sto cercando di far funzionare due motori a 7.4V in parallelo. Utilizzo una batteria lipo 2S, un transistor PN2222A e un diodo in parallelo ai motori.

La lipo ha una capacità di 260mah e 35C. I motorini brushed consumano 80ma.

Il problema è che quando aggiungo il secondo motore, entrambi perdono potenza (a occhio molto, non saprei cosa misurare per darvi più informazioni).

La batteria direi che ha una scarica sufficientemente alta e non mi spiego questo calo di potenza.

Siccome dovrei usarli su un piccolo modello aereo RC vorrei evitare di aggiungere una seconda lipo.

EDIT:
Ho appena provato a collegare i motori direttamente alla batteria sia singolarmente che in entrabbi (sempre in parallelo).

La potenza si vede chiaramente che è MOLTO maggiore. Non sono riuscito a capire se ci sia differenza fra singolo motore e motori in parallelo, ma sicuramente rispetto a quando utilizzavo arduino la potenza è molto maggiore.

Evidentemente il problema è nello schema...

Questo schema l'ho visto da un video su youtube.

a differenza di questo schema, ho una lipo da 7.4V e non utilizzo potenziometro e bottone per comandare il motore ma un radiocomando. Per il resto è tutto uguale.

EDIT 2:

La resistenza fra il piedino centrale del transistor ed il pin di arduino D3 contribuisce a limitare la potenza.

Facendo una prova senza quella resistenza ottengo qualche giro in piu.

Quella resistenza è necessaria?

Quale altro puo essere il problema? (Sto facendo solo prove con un solo motore per fare qualche confronto)

Con quello "schema" non arriva tensione su Arduino!

Hai ragione, ho omesso di dire che la batteria alimenta anche arduino tramite il pin Vin.

Comunque sto sospettando che il transistor assorba potenza. Possibile?

Mah... Da un disegno così, non si capisce con certezza. Sembra corretto... Servirebbe un vero schema elettrico.
Comunque, quello è un transistorino. Ci starebbe meglio un BDxxx o un piccolo mosfet logic level.

La resistenza fra il piedino centrale del transistor ed il pin di arduino D3 contribuisce a limitare la potenza.
Facendo una prova senza quella resistenza ottengo qualche giro in piu.
Quella resistenza è necessaria?

La resistenza sulla base é necessaria perché tra Base e emettitore c'é solo un diodo. cosí la tensione sulla base é di 0,7V piú alta di quella del Emettitore ( che avrai messo a massa).

Che corrente circolerá se metti un high su un uscita del Arduino e colleghi quella uscita a 0,7V.

La resistenza va calcolata. Deve permettere una corrente di base abbastanza alta che non limita la corrente del collettore.

Tra collettore e emetitore avrai qualcosa tra 1,5 e 2V quando conduce.

è meglio che usi un MOSFET come il irlz34

Ciao Uwe

Domani proverò a mettere una giusta resistenza.

Mi chidevo comunque, visto che ho molto transistor 2n3904, se fosse possibile usarli in parallelo per distribuire il carico.

Uwe:

Tra collettore e emetitore avrai qualcosa tra 1,5 e 2V quando conduce

Un transistor ben saturo ha una Vce di 0,2~0,3V poiché, per definizione, ha la giunzione B-C polarizzata direttamente. Ciò è impossibile per i transistor in configurazione Darlington, perché in quelle condizioni non avrebbero più il pilotaggio di base del finale.

Datman:
Uwe:

Tra collettore e emetitore avrai qualcosa tra 1,5 e 2V quando conduce

Un transistor ben saturo ha una Vce di 0,2~0,3V poiché, per definizione, ha la giunzione B-C polarizzata direttamente. Ciò è impossibile per i transistor in configurazione Darlington, perché in quelle condizioni non avrebbero più il pilotaggio di base del finale.

Il datasheet del PN2222 dice 1V a una corrente collettore di 500mA https://www.onsemi.com/pub/Collateral/PN2222-D.PDF
Ciao Uwe

checcoc:
Domani proverò a mettere una giusta resistenza.

Mi chidevo comunque, visto che ho molto transistor 2n3904, se fosse possibile usarli in parallelo per distribuire il carico.

No, non puoi mettere transistori in paralello. Puoi pilotare ciascun motore con un transistore e cosí abbassare il carico del transistore. i 2 transistori puoi pilotarli con lo stesso pin di arduino. Ogni Transistore ha bisogno della sua resistenza di base.

Meglio sarebbe comunque usare un mosfet.

Ciao Uwe

Quel transistor ha una corrente massima assoluta di 0,6A! Infatti, sotto è scritto:
"*Pulse Test: Pulse Width≤300µs, Duty Cycle≤2%"
È un transistor veloce per piccoli segnali. Non è fatto per lavorare con mezzo ampere di collettore.

Ecco il datasheet completo, in cui a pagina 4 è riportato il grafico con le caratteristiche di saturazione in condizioni di lavoro normali:
PN2222

Ringrazio entrambi per i consigli. Purtroppo non ho la possibilità di acquistare un mosfet dato che, nella zona in cui sono attualmente, non vendono articoli del genere... quindi dovrei arrangiare.

Per il resto ho letto qualcosa sui transistori ora mi è sicuramente più chiaro. Quindi da quanto ho capito sul motore mi troverò sempre 1V in meno (che è la tensione fra emettitore e collettore). Cosa ha il mosfet di diverso da questo punto di vista?

Datman:
Quel transistor ha una corrente massima assoluta di 0,6A! Infatti, sotto è scritto:
"*Pulse Test: Pulse Width≤300µs, Duty Cycle≤2%"
È iin transistor veloce per piccoli segnali. Non è fatto per lavorare con mezzo ampere di collettore.

Il motorino che utilizzo io nelle specifiche dichiara circa 80 mA. Non mi è chiaro quello che hai scritto dopo, che credo voglia giustificare l'inadeguatezza del transistor.

Secondo il datasheet (pagina 4), con 150mA di collettore, pilotato con 4mA di base, ha una Vce sat=100mV.

Datman:
Secondo il datasheet (pagina 4), con 150mA di collettore, pilotato con 4mA di base, ha una Vce sat=100mV.

In che senso pilotato con 4mA di base? La corrente alla base dipende dalla quella famosa resistenza che i avevo tolto? Se si, potresti spiegarmi meglio come determinare quella resistenza? (non mi era molto chiaro ieri).

Ib=(Vcc-Vbe)/Rb da cui: Rb=(Vcc-Vbe)/Ib
Rb=(5-0,7)/4m=4,3/4m=1,1kOhm.
Quindi con 1kOhm scorre una corrente sufficiente a far saturare il transistor con 150mA di collettore.

Datman:
Ib=(Vcc-Vbe)/Rb da cui: Rb=(Vcc-Vbe)/Ib
Rb=(5-0,7)/4m=4,3/4m=1,1kOhm.
Quindi con 1kOhm scorre una corrente sufficiente a far saturare il transistor con 150mA di collettore.

Gentilissimo, ti ringrazio. Oggi provo e vi faccio sapere.

Comunque, due motori in parallelo non andrebbero mai usati a prescindere ... anche se fossero identici, basterebbe che uno avesse leggermente piu o meno coppia da dare per sbilanciarli ... meglio a questo punto seguire il suggerimento di uwe del post 8 ed usare due transistor, uno per motore ... :wink:

Etemenanki:
Comunque, due motori in parallelo non andrebbero mai usati a prescindere ... anche se fossero identici, basterebbe che uno avesse leggermente piu o meno coppia da dare per sbilanciarli ... meglio a questo punto seguire il suggerimento di uwe del post 8 ed usare due transistor, uno per motore ... :wink:

Volendo usare piu di un transistor, ho dei 2n3904. Non so se convenga usare 2 di questi o quello di prima (2222a) con due motori in parallelo.

Quelli sono ancora più delicati: sono amplificatori per segnali audio/video, fino a 300 MHz.

Ho provato con una resistenza da 1kOhm ma come mi aspettavo non ho ottenuto il risultato sperato.

Vedrò di procurarmi un mosfet in qualche modo, vi ringrazio!

Se li colleghi insieme direttamente alla batteria, il calo di potenza non c'è? Devi isolare il problema.