[NEWBE] Come utilizzare un sensore......

Ciao, ho una domanda da super newbo!

Allora... io vorrei usare dei sensori con Arduino... ma ho delle difficicolta' ad interpretare le caratteristiche dei sensori stessi... Ad esempio quello che segue e' un sensore di livello fluidi:

Tensione di commutazione max: 100V Corrente di commutazione max: 0.5A Carico massimo: 50W Corrente di carico max: 1.0A Temperatura di esercizio: -20°C ~ +80°C Tipo di uscita Digitale Tensione di Alimentazione 1.5 V, 12 V, 2.7 V, 24 V, 3.3 V, 3.5 V, 36 V, 5 V, 6 V, 9 V

La mia domanda... Io avro' il mio sensore collegato ad arduino ad un pin di ingresso... quando il sensore si attiva dovrebbe chiudermi il circuito e darmi una tensione sul mio pin... che in questo caso sara' di 5 volts... Questi 5 volts sul pin dovrebbero essere tradotti in un 1 che poi il codice interpretera' ad hoc. Dico giusto? Oppure devo aggiungere delle resistenze? Se il mio sensore invece di essere alimentato a 5 volts fosse alimentato a 12 volts, come cambierebbe la cosa? Dovrei mettere delle resistenze dopo il sensore per trasformare i 12 volts e andare con una tensione giusta su arduino? Avrebbe senso? Oppure mi converrebbe comunque avere una alimentazione esterna da arduino a 5 volt? ( mi immagino di alimentare una serie di sensori )... Il mio sensore ha due cavi... un + e un -... se li collego direttamente ad arduino e' facile... ma se ho un'alimentatore esterno... il + e il - vanno su i due cavi... e il segnale come ci arriva su arduino? Sdoppio un cavo... il - (?) e lo mando al Pin di Arduino?

Mi rendo conto che possono essere domande "strane"... cercate di avere pazienza...............

Marco

cosi' da come lo descrivi, pare che abbia un rele' come uscita, quindi lo usi come se fosse un pulsante

pero' questa " Tipo di uscita Digitale " non la capisco, hai per caso un link a quel sensore ?

Sono io che non riesco a spiegarmi sicuro! Perché' sono certo che e' una cosa talmente elementare che chi ha giusto un po' più' le idee chiare di me fa' fin fatica a concepire il mio dubbio... Il sensore non ha un rele'... e' un sensore elettromagnetico... comunque, ad esempio, il sito dove puoi vedere il sensore e' questo:

http://www.plexishop.it/it/robotica-ed-automazione/sensori/livello-pioggia/sensore-di-livello-per-liquidi.html

Grazie per la risposta intanto!

Marco

perche' dici "elettromagnerito", quello e' un semplice sensore meccanico, Come dicevo prima si comporta come se fosse un pulsante.

Sai come si usa un pulsante con Arduino ? Esattamente allo stesso modo. Quando l'acqua preme sulla parte mobile chiude un contatto. Quando l'acqua non lo raggiunge hai un contatto aperto

ho una domanda da super newbo!

I superniubbi però dovrebbero imparare a rispondere dopo che hanno ricevuto la risposta/e alla loro domanda nel topic che hanno aperto.

Pablos, pero' i super niubbi hanno anche il diritto di prendersi il tempo di rispondere o no? Adesso vado, e ti rispondo al topic che ho aperto!

Grazie!

Ciao

Quel sensore di livello é un galleggiante (anello cilindrico bianco) con un magnetino incorporato che alzandosi col liquido chiude un contatto reed all'interno dell asse centrale che tiene il galleggiante. Il tutto é avitabile su un buco nel serbatoio/coperchio.

contatto reed: https://it.wikipedia.org/wiki/Reed_%28dispositivo%29 https://en.wikipedia.org/wiki/Reed_switch

Ciao Uwe

Uwe... e' giusto chiamarlo elettromagnetico? Il mio dubbio e' che sugli esempi di Arduino con i sensori e basetta, spesso si mettono delle resistenze... quando so' che devo mettere una resistenza per il mio circuito? Che casa mi rappresenta la corrente e la tensione di commutazione massima nel caso del sensore? ( 100v e 0.5a )

I dati mi dicono che il carico massimo e' 50 watts... P = V * I .... se alimento il sensore con 5v vuol dire che posso applicare al sensore un massimo di 10 A?

Grazie

Marco

marcosadun: Uwe... e' giusto chiamarlo elettromagnetico? Il mio dubbio e' che sugli esempi di Arduino con i sensori e basetta, spesso si mettono delle resistenze... quando so' che devo mettere una resistenza per il mio circuito? Che casa mi rappresenta la corrente e la tensione di commutazione massima nel caso del sensore? ( 100v e 0.5a )

I dati mi dicono che il carico massimo e' 50 watts... P = V * I .... se alimento il sensore con 5v vuol dire che posso applicare al sensore un massimo di 10 A?

Grazie

Marco

No, non é elettromagnetico.

È un semplice contatto che si chiude quando il gallegiante é in posizione alta. Lo colleghi ad Arduino come colleghi i contatti di un pulsante. Devi usare una resistenza pullup, pulldown oppure la resistenza pullup interna del Atmega.

No, non puoi far passare 10A perché la corrente massima ammessa é 0,5A.

Ciao Uwe

Certo, Marco, ma ho letto i tuoi 65 post precedenti per poterlo dire, non mi riferivo all’ultimo :slight_smile:
Comunque non è polemica, è solo un puntino sulle “i”, ho visto che spesso ricevi più risposte ma tu appari solo il primo post, poi in un nuovo thread, quindi non si sa se quello precedente l’hai letto, se ti è servito, se è andato a buon fine, utile a te e ad altri che cercano la stessa soluzione.
Tutto qui, non è polemica :slight_smile:

ciao

Pablos, e' chiaro, grazie!

Uwe credo di aver capito cosa servono le resistenze di pullup e pulldown ( finalmente )... Ho ancora delle difficolta' a capire come interpretare le informazioni dei datasheet... Cosa mi rappresenta questo "carico massimo 50w" che si legge nelle specifiche tecniche?

E' cosa mi rapprenta la tensione di commutazione massima?

Grazie

Sono specifiche che ti dicono cosa puoi attaccare all'interruttore. Ma sono anche tutte cose che usandolo con Arduino puoi ignorare, ti diciamo noi che va bene :).

Mmm... e se non volessi usare il sensore con Arduino? Se invece volessi attaccarci una lampadina da 12volts? :)

Basta che non ci fai passare più di 1 A (corrente di carico max).

Basta che non ci fai passare più di 1 A (corrente di carico max).

Non era 0.5A ?

Un'Amper su un Reed e' un pò tanto, si incollano i contatti

Mah, anch'io ero dubbioso, ma a giudicare da quanto postato:

Tensione di commutazione max: 100V
Corrente di commutazione max: 0.5A
Carico massimo: 50W
Corrente di carico max: 1.0A

Mi sembrava più corretto usare la corrente di carico. Limitarsi a 0.5 A sicuramente è una scelta conservativa, per cui nel dubbio è meglio attenersi a questo. Forse 1 A è solo il massimo picco temporaneo?

A leggere così sembrerebbe che è in grado di reggere, nel momento di apertura e chiusura dei contatti, al massimo 500mA, mente, una volta che i contatti sono chiusi (… quindi niente extra-correnti di apertura e chiusura) regge massimo fino ad 1A.

Io comunque … più di 300mA non ci collegherei :grin:

Guglielmo

SukkoPera: Basta che non ci fai passare più di 1 A (corrente di carico max).

Il contatto regge 1A ma puó commutare (aprire o chiudere) solo 0,5A senó alla lunga si brucia la superfice dei contatti.

Lampadine sono utenze problematiche. A freddo hanno un consumo di corrente molto piú alto (anche 10 volte quello nominale) rispetto alla corrente una volta arrivato a temperatura.

Percui quasi sempre per pilotare un carico Ti ci vuole un relé o un transistore / MOSFET per pilotare il carico.

Ciao Uwe

Quello che non mi confonde ( tra le tante cose ) e' a cosa si riferisce quando si parla di 50Watts di carico massimo del sensore... se la potenza mi e' data moltiplicando corrente per voltaggio... ed io ho una corrente massima di 1 amp e una alimentazione di 12v, la potenza di detta utenza... non dovrebbe essere di 12 Watts? Cosa vuol dire allora che il carico massimo del sensore e' 50Watts?

Ciao

Non funziona così ... i 50W sono veri NEL RISPETTO dei limiti dei singoli valori ... 100V x 0.5A = 50W max ;)

Tu NON puoi mai comunque superare i valori massimi di corrente e tensione, anzi ... se stai ad un 50/70% è meglio !

Guglielmo