NOTIZIONA: Microchip ha acquisito Atmel !

Ebbene SI signori ...
... Microchip ha acquisito Atmel (... per circa 3.6 miliardi di US$) !!!

Per i dettagli potete leggere sul sito ufficiale di Microchip ... QUI

Guglielmo

P.S.: Commento del tutto personale ... a me quelli di Microchip sono sempre stati antipatici ...
... mo' come faccio ? :smiley: :smiley: :smiley:

P.P.S.: Astro, sarai contento tu :slight_smile:

Microchip ha acquisito Atmel per i loro micro 32 bit con core ARM, per quanto riguarda gli 8 bit non cambierà nulla, ovvero PIC e AVR coesisteranno pacificamente assieme.
Però è altamente probabile che in futuro gli AVR verranno supportati da MPLABX, IDE multipiattaforma (Mac incluso) che è decisamente superiore a Atmel Studio, oltre a non richiedere l'installazione forzata di qualche giga di bloatware Microsoft, inoltre mi aspetto il supporto di un compilatore migliore di avr-gcc.
Sicuramente per il mondo Arduino non cambia nulla, non aspettatevi Arduino basati su i PIC 8 bit perché ci sono profonde differenze hardware tra PIC e AVR che rendono impossibile un porting al 100% di wiring.
Potrebbero arrivare dei nuovi modelli di Arduino basati su i futuri pic 32 bit con core ARM, però non è una cosa dell'immediato futuro.
Rammento che la Disney ha acquistato la Lucas film, e suoi vari dipartimenti, per "solo" 4 miliardi di $, visti gli incassi di Star Wars VII mi sa tanto che è più remunerativo produrre film che componenti elettronici. :smiley:

astrobeed:
... Però è altamente probabile che in futuro gli AVR verranno supportati da MPLABX, IDE multipiattaforma (Mac incluso) che è decisamente superiore a Atmel Studio, oltre a non richiedere l'installazione forzata di qualche giga di bloatware Microsoft, inoltre mi aspetto il supporto di un compilatore migliore di avr-gcc. ...

... questa sarebbe veramente una bella cosa !

Atmel Studio è veramente un mattone, grazie appunto alle tonnellate di ... "monnezza" MS che si porta dietro :wink:

Guglielmo

gpb01:
grazie appunto alle tonnellate di ... "monnezza" MS che si porta dietro :wink:

Tu non sai quanto odio Visual Studio di Microsoft, tanti anni fa ho dovuto fare una scelta su quale suite utilizzare per lavorare, all'epoca le uniche due papabili erano Borland e Microsoft, scelsi Borland perché mi dava un ottimo compilatore C/C++ e Delphi riuniti in unico IDE con librerie e componenti Visual in comune.
Adesso sono ancora con Borland, o meglio con Embarcadero che ha rilevato Inprise, la Ex Borland, e sono ancora più certo di aver fatto bene a scegliere Borland. :slight_smile:
Spesso e volentieri realizzo i programmi per pc con il vecchio cBuilder 6 di Borland, invece del recente Rad Studio 10, perché devono girare su hardware datati, cosa non rara in ambiente industriale.
Proprio oggi ho finito un programma che dovrà girare su un vecchio Pentium con 256 mega di Ram e Windows 2000.

astrobeed:
Tu non sai quanto odio Visual Studio di Microsoft

... dillo a me ! :smiling_imp: :smiling_imp: :smiling_imp:

astrobeed:
... scelsi Borland perché mi dava un ottimo compilatore C/C++ e Delphi riuniti in unico IDE con librerie e componenti Visual in comune.
Adesso sono ancora con Borland ...

... finché ho lavorato solo su Win ho sempre usato i prodotti Borland ! Anzi, ben prima di Win, tutti i loro vari Turbo xxxx su DOS, compilatori eccezionali (... che ho ancora in un cassetto) ! ;D

Guglielmo

Ho ancora i floppy orginali del TurboC 3 con la libreria T.Vision :smiley:

astrobeed:
Tu non sai quanto odio Visual Studio di Microsoft

gpb01:
... dillo a me ! :smiling_imp: :smiling_imp: :smiling_imp:

No, io quelli di microsoft non li odio, anzi, l'ultimo che ho assaggiato dopo averlo fatto allo spiedo con rosmarino e patate novelle, mi e' piaciuto abbastanza ...
:smiling_imp: :smiling_imp: :smiling_imp:

EDIT: ah, ma intendevate i programmi, voi ... ok, come non detto :stuck_out_tongue: :stuck_out_tongue: :stuck_out_tongue:

io ho sempre amato il Visual Studio!
È a dir poco fantastico, peccato che con l'avvento del .net si sia trasformato in un mattone inusabile se non con PC di ultimissima generazione.
A me piace molto il compilatore Intel, ci puoi perfino compilare il kernel Linux senza impazzire e il tuo vecchio PC corre molto più veloce.

MPLABX c'è anche per ARM vero? non sarebbe una brutta cosa, lasciando però all'utente la possibilità di selezionare il compilatore, penso faranno proprio cosi, chissà a quando i primi cambiamenti.

Io i Pic li ho sempre odiati, quei loro maledetti banchi di memoria! però hanno dei chip veramente interessanti!

vbextreme:
MPLABX c'è anche per ARM vero? non sarebbe una brutta cosa

Bella domanda, MPLABX è disponibile per Windows, Mac OS e Linux, si basa su Netbeans che a sua volta è scritto in Java ed esiste la versione OS indipendent che gira senza problemi su i sistemi Linux embedded ARM, per la Debian ARM è nel suo repository quindi da un punto di vista totalmente teorico dovrebbe essere possibile farl girare MPLABX su ARM.
Però c'è il problema dei vari tool Microchip, Netbeans è solo un IDE, che sono eseguibili per X86 e non sono open source, inoltre il compilatore per i PIC serie 10-12-16-18 si basa sul compilatore di Hitec, anche loro acquisiti da Microchip, che gira solo su X86, pertanto la vedo molto difficile avere MPLABX su ARM, però non lo escludo, del resto Microchip è stata la prima a fornire un IDE multipiattaforma, tutti gli altri girano solo su Windows.

Io i Pic li ho sempre odiati, quei loro maledetti banchi di memoria! però hanno dei chip veramente interessanti!

Mi sa tanto che sei rimasto qualche generazione, e quasi 15 anni, indietro :slight_smile:
Vatti a vedere i PIC della serie 18, meglio ancora i dsPIC, e vedrai che ti viene subito voglia di buttare gli AVR nel secchione :slight_smile:

Anche se è aggiornata al 2014 la situazione non è cambiata molto, questo giusto per far capire le reali dimensioni, intese come industria e fatturato, di Microchip e di Atmel.

edit: aggiornata la tabella al 2014

Dimenticavo, da notare l'ascesa di ST, che è in parte è Italiana, grazie ai nuovi processori della serie STM che ha immesso sul mercato in tempi recenti.

x iscrizione

impressionante l'ascesa st e micro, o forse è meglio parlare di discesa degli altri big nel campo?

astrobeed:
Ho ancora i floppy orginali del TurboC 3 con la libreria T.Vision :smiley:

so, we get along, buddy :smiley:
here I have Turbo Pascal v7
and TurboC v3

(used under RiscOS@Gemini
it's a 486-DX2 guestPC card)

E cosi' è morta un altra guerra di fanboy :slight_smile:

Testato:
E cosi' è morta un altra guerra di fanboy :slight_smile:

No, perche' ? ... possono sempre continuare a litigare sulle architetture ... :stuck_out_tongue: :smiley:

Etemenanki:
No, perche' ? ... possono sempre continuare a litigare sulle architetture ... :stuck_out_tongue: :smiley:

Preferisco litigare sulle architette :smiley:

perché litigare? lì ce n’è per l’intero Forum :grin:

@astro sono rimasto al 18f84.... ma ogni tanto vado a sbirciare e ho visto che hanno dei chip veramente interessanti...
deduco che non bisogna più saltare da un banco all'altro giusto?
Che ricordi...quando mi sono costruito il mio primo programmatore, serviva un 7407 se non ricordo male e poca altra roba.
Ho ancora un 18f84 da montare, li nel cassetto.

Comunque una volta mentre giravo ho visto che c'è tutto per ARM, compilatore compreso ma non ho installato niente quindi non so se va.

vbextreme:
@astro sono rimasto al 18f84.... ma ogni tanto vado a sbirciare e ho visto che hanno dei chip veramente interessanti...
deduco che non bisogna più saltare da un banco all'altro giusto?

Stai parlando dei 16F84, a loro volta derivati dal 16C84, la differenza era solo nel tipo di memoria, gli F84 erano dotati di memoria flash, i C84 di memoria OTP, ovvero di una mcu che ha più di 20 anni come progetto.
Da allora molte cose sono cambiate, all'epoca gli AVR nemmeno esistevano, e non si possono fare paragoni tra hardware pluridecennale e hardware recente.
Attualmente la serie 18, che anche lei ormai ha accumulato molti anni sulle spalle, è un modo totalmente diverso come architettura e prestazioni, se vuoi fare un testa a testa tra l'Atmega328 devi prendere almeno un PIC18F220, comunque non esistono vincitori e vinti tra un match AVR vs PIC, ovviamente a parità di livello tecnologico e modello, come sempre tutto dipende dalla destinazione finale d'uso e questo fa la reale differenza.
Dalla loro i PIC hanno il vantaggio di una famiglia molto vasta che spazia dai general purpose a modelli fortemente verticalizzati per applicazioni specifiche, e questo è un fattore che facilmente fa pendere l'ago della bilancia verso i pic piuttosto che gli AVR.
La questione memoria segmentata su i vecchi PIC non è mai stato un reale problema, te lo dice uno che i PIC li programma da quando esistono e ha vissuto in prima persona tutta l'evoluzione della specie, uno che i vecchi modelli di PIC li programmava esclusivamente in assembly. :slight_smile:

astrobeed:
... architette :smiley:

... cosa potrei usare per misurare il volume della seconda ? ... il mio metro laser va fuori scala ... :stuck_out_tongue: :smiley: