Official topic: multicotteri con arduino!

Ecco un bel assortimento di eliche colorate per quadricotteri, probabilmente Fabio le ha prese qui assieme alla board che regge l'elettronica.

KrashNet: Sato said all its components can be found in shops in Tokyo’s electronic stores — or on the Internet. The coast of the parts, including the motor, come to 110,000 yen ($1,400) for the latest model.

... e nella scheda tecnica dice che il tutto pesa 350g e la batteria gli dura 8 minuti...

quindi riallacciandomi a quanto avete scritto in ~~battibecchi ~~ posts precedenti riguardo la scelta del motore e dell'elica... (scusate ma sono ancora fermo a pagina 11) non si può decidere se non in base anche al peso e capacità della batteria... ma tutto a rigor di logica è sempre vincolato al "peso totale del UAV" ergo (spero) ... ...ci dovrebbero essere delle tabelle o "fogli di calcolo" dove inserendo dei valori riesci ad ottenere uno specchio generale delle caratteristiche che dovrà avere l'UAV; (diametro elica, potenza motore...) per poi andare a distribuire il peso totale acquistando questo o quel componente ecc... no? :grin:

Parlo di una tabella generale... parametri basilari di cui tener conto... ufficiali!

Avanza con la lettura :) troverai un simpatico applet fornitoci da astrobeed in cui si inserisce il motore e l'elica e lui calcola rendimento elettrico e meccanico in termini di spinta ;)

KrashNet: Parlo di una tabella generale... parametri basilari di cui tener conto... ufficiali!

Esistono programmi che ti calcolano, e sono conti abbastanza complessi, il consumo e la spinta ottenibile da un motore con una data elica, è con questi che si fanno i conti. Per esempio Motocalc, utilizzabile gratuitamente per 30 giorni, oppure ScorpionCalc, totalmente free, che anche se è specifico per i motori Scorpion si possono inserire manualmente le caratteristiche di qualunque motore. Tutti e due i programmi dispongono di un ampio data base di eliche, per queste non basta inserire il solo diametro e passo, c'è tutta una serie di parametri che spesso non sono nemmeno dichiarati dai produttori e tocca ricavarseli strumentalmente.

ratto93: Avanza con la lettura :) troverai un simpatico applet fornitoci da astrobeed in cui si inserisce il motore e l'elica e lui calcola rendimento elettrico e meccanico in termini di spinta ;)

Tra un paio d'ore pauso e mi svacco a leggere altre 10 paginette :grin: oh no... siamo a 48

astrobeed: Esistono programmi che ti calcolano, e sono conti abbastanza complessi, il consumo e la spinta ottenibile da un motore con una data elica, è con questi che si fanno i conti. Per esempio Motocalc, utilizzabile gratuitamente per 30 giorni, oppure ScorpionCalc, totalmente free, che anche se è specifico per i motori Scorpion si possono inserire manualmente le caratteristiche di qualunque motore. Tutti e due i programmi dispongono di un ampio data base di eliche, per queste non basta inserire il solo diametro e passo, c'è tutta una serie di parametri che spesso non sono nemmeno dichiarati dai produttori e tocca ricavarseli strumentalmente.

Mi pare di aver già capito che il motore singolo invece che sempplificare... complica... (mica scemo Sato) cmq thx... finito di leggere tutto il 3D vi stresserò chiederò un po supporto per la lista della spesa... sensori e roba varia per arduino compresa...

KrashNet: Mi pare di aver già capito che il motore singolo invece che sempplificare... complica... (mica scemo Sato) cmq thx...

La soluzione a motore singolo complica moltissimo le cose perché sia per compensare la coppia che per i vari movimenti devi sfruttare il flusso d'aria con una serie di parti mobili. Entra in gioco anche l'effetto Coanda che se ben sfruttato permette una buona efficienza e manovrabilità, però non è per niente semplice da mettere in pratica. La sfera volante è sicuramente un oggetto molto intrigante, però io l'avrei realizzata con due motori coassiali in modo da non dover litigare più di tanto con la coppia e semplificare notevolmente il sistema controllo direzione.

probabilmente hanno giocato sulle dimensioni. Se non erro, parità di diametro totale, una singola pala spinge molto più di 2 o più pale, unico limite la velocità delle pale non deve superare quella del suono (ma non so perché, magari astro mi illumini?)

AH... se i miei problemi fossero i bang sonici in casa...

lesto: Se non erro, parità di diametro totale, una singola pala spinge molto più di 2 o più pale, unico limite la velocità delle pale non deve superare quella del suono (ma non so perché, magari astro mi illumini?)

No una singola pala non può spingere di più di un multipala a parità di rpm, è solo più efficiente perché lavora con meno turbolenza, però l'efficienza viene meno con l'aumentare della velocità di rotazione. Un monopala per poter produrre la stessa spinta di un multipala deve andare ad una velocità di rotazione che è quasi il doppio rispetto ad un bipala, o multipli successivi a seconda del numero di pale, per produrre la stessa spinta, questo ci porta rapidamente al problema della velocità del suono visto che la velocità periferica delle pale è tanto maggiore in funzione del diametro e del regime di rotazione. Un elica non solo non può girare a velocità ultrasonica alle estremità, se lo fa va in pezzi per le vibrazioni, ma tocca pure tenere conto della velocità di avanzamento del mezzo che si va a sommare alla velocità delle pale ponendo ulteriori limiti alla velocità di rotazione dell'elica. Il motivo principale per cui gli elicotteri veri sono "lenti" rispetto ad un aereo è proprio per non portare le estremità del rotore, che è ampio molti metri, a velocità supersoniche. Esistono applicazioni in cui vengono sfruttate eliche monopala, p.e. in alcuni generatori eolici, però sono sempre con eliche lente.

Curiosità spicciole, lo schiocco della frusta è un piccolo bang sonico dato dal fiocco finale che supera la velocità del suono, lo starnuto è un bang sonico, le ali del calabrone sfiorano la velocità del suono (230 battiti al secondo) ed è per questo motivo che riesce a volare a dispetto del detto popolare che suggeriva una impossibilità fisica al suo volo.

della frusta lo sapevo, son sorpreso dallo starnuto, che sapevo viaggiasse intorno ai 300km/h.

Quindi dici che se ho un'elica di 5m a parità di RPM non ha una spinta statica di 2 eliche da 2,5m? avevo fatto delle prove con un programmino (questo: http://personal.osi.hu/fuzesisz/strc_eng/index.htm) e mi dice che con una 2blade 40x6 a 4000RPM alzo 52kg con 6.6kW, invece stesse impostazioni ma 20x6 solleva 3kg con 0.4kW Ciò vuol dire che le 20x6 dovrebbero essere 17 per spingere quanto la 40x6, con un uso di 7kW

che faccio, mi fido del programma, di astro, o la domanda che ho posto prima era criptica?

Chissa' se avete qualche consiglio sul "frame"... Mi sono procurato un paio di barre quadrate di alluminio (10x10x1), vorrei costruire un frame di 50cm di diametro. Mi domando... E' tattico che io tagli 4 bracci da 25cm e poi li unisca al centro in qualche modo? E' meglio che tagli un braccio da 50 e due da... 24.5 e poi le unisca in qualche modo? Devono essere a 90° tra loro con precisione chirurgica?

Inoltre... E' magari una scelta valida tenere il braccio piu' lungo rispetto al motore, in modo che il braccio sostanzialmente sia lungo fino a dove l'elica esce esternamente, cosi' in caso di caduta potrei contare sul colpire il braccio e non l'elica?

Grazie...

Federico:
Chissa’ se avete qualche consiglio sul “frame”… Mi sono procurato un paio di barre quadrate di alluminio (10x10x1), vorrei costruire un frame di 50cm di diametro. Mi domando… E’ tattico che io tagli 4 bracci da 25cm e poi li unisca al centro in qualche modo? E’ meglio che tagli un braccio da 50 e due da… 24.5 e poi le unisca in qualche modo? Devono essere a 90° tra loro con precisione chirurgica?

Inoltre… E’ magari una scelta valida tenere il braccio piu’ lungo rispetto al motore, in modo che il braccio sostanzialmente sia lungo fino a dove l’elica esce esternamente, cosi’ in caso di caduta potrei contare sul colpire il braccio e non l’elica?

Grazie…

allora io i bracci li ho fatti da 27cm in modo che l’interasse motori sia 50cm esatti, poi per non far toccare le eliche a me hanno consigliato 2 tondini di carbonio che trovi al decathlon per gli aquiloni, metterlo a x con una lunghezza pari al quadri comprese le eliche e metterlo come carrello.

io in mezzo al quadri dove ci sarebbe un vuoto ho messo un pezzetto di legno a X in modo che si incastrasse nei bracci (non mi piaceva l’idea del vuoto)

superlol: allora io i bracci li ho fatti da 27cm in modo che l'interasse motori sia 50cm esatti, poi per non far toccare le eliche a me hanno consigliato 2 tondini di carbonio che trovi al decathlon per gli aquiloni, metterlo a x con una lunghezza pari al quadri comprese le eliche e metterlo come carrello.

io in mezzo al quadri dove ci sarebbe un vuoto ho messo un pezzetto di legno a X in modo che si incastrasse nei bracci (non mi piaceva l'idea del vuoto)

Come fa ad esserci vuoto, se i bracci sono da 27? Dovrebbero toccarsi nel centro della croce... Per il carrello invece era un problema che per ora non mi ero fatto, la mia considerazione e' se dovesse cadermi diciamo angolato, schiantato direttamente su un braccio... Ho visto che alcuni tengono il braccio lungo, cosi:

F

Federico:

superlol: allora io i bracci li ho fatti da 27cm in modo che l'interasse motori sia 50cm esatti, poi per non far toccare le eliche a me hanno consigliato 2 tondini di carbonio che trovi al decathlon per gli aquiloni, metterlo a x con una lunghezza pari al quadri comprese le eliche e metterlo come carrello.

io in mezzo al quadri dove ci sarebbe un vuoto ho messo un pezzetto di legno a X in modo che si incastrasse nei bracci (non mi piaceva l'idea del vuoto)

Come fa ad esserci vuoto, se i bracci sono da 27? Dovrebbero toccarsi nel centro della croce... Per il carrello invece era un problema che per ora non mi ero fatto, la mia considerazione e' se dovesse cadermi diciamo angolato, schiantato direttamente su un braccio... Ho visto che alcuni tengono il braccio lungo, cosi:

F

vedo solo tanto peso :zipper_mouth_face: comunque c'è il vuoto perchè sove si incrociano i bracci (che solo larghi 1cm) ci sarà un quadrato pari a 1cm quadro vuoto.

astrobeed: La soluzione a motore singolo complica moltissimo le cose perché sia per compensare la coppia che per i vari movimenti devi sfruttare il flusso d'aria con una serie di parti mobili. Entra in gioco anche l'effetto Coanda che se ben sfruttato permette una buona efficienza e manovrabilità, però non è per niente semplice da mettere in pratica. La sfera volante è sicuramente un oggetto molto intrigante, però io l'avrei realizzata con due motori coassiali in modo da non dover litigare più di tanto con la coppia e semplificare notevolmente il sistema controllo direzione.

Qui un altro video interessante... al minuto 1:22 svelato l'arcano degli spostamento http://novus2.com/uav360/2011/07/japans-ministry-of-defense-engineer-designs-the-uav-sphere/

KrashNet:

astrobeed: La soluzione a motore singolo complica moltissimo le cose perché sia per compensare la coppia che per i vari movimenti devi sfruttare il flusso d'aria con una serie di parti mobili. Entra in gioco anche l'effetto Coanda che se ben sfruttato permette una buona efficienza e manovrabilità, però non è per niente semplice da mettere in pratica. La sfera volante è sicuramente un oggetto molto intrigante, però io l'avrei realizzata con due motori coassiali in modo da non dover litigare più di tanto con la coppia e semplificare notevolmente il sistema controllo direzione.

Qui un altro video interessante... al minuto 1:22 svelato l'arcano degli spostamento http://novus2.com/uav360/2011/07/japans-ministry-of-defense-engineer-designs-the-uav-sphere/

scusate ma quello è il mio secondo progetto XD non scherzo sto facendo già delle prove da qualche settimana in depron ;)

superlol: scusate ma quello è il mio secondo progetto XD non scherzo sto facendo già delle prove da qualche settimana in depron ;)

Grandeeeee!!!!! E non dici niente? persino il ricercatore della difesa cinese ha sharato il progetto :grin: Evvai di official topic monocottero, elicottero,morte nera ]:D

su quella palla volante se iniziate a lavorrarci mi ci butto pure io la sua forza sta' sulla safety, sia per le persone, per le lame coperte, sia verso se stesso, infatti quando lo fa rotolare a terra non si rompe.

io lo farei solo per falo volare, no per telecamere o altro, almeno all'inizio

lesto: Quindi dici che se ho un'elica di 5m a parità di RPM non ha una spinta statica di 2 eliche da 2,5m? avevo fatto delle prove con un programmino

Io ho detto che una monopala di pari diametro, ma anche profilo, deve fare poco meno del doppio degli rpm di un'elica bipala per ottenere la stessa spinta statica. Se mi cambi le dimensioni dell'elica tocca rifare tutti i conti, poi le eliche monopala usano profili, e angoli di attacco, diversi dalle multipala, diciamo che se con la bipala, ben ottimizzata, ottieni 1000 grammi di spinta con 50W puoi ottenere la stessa spinta con circa 47 Watt con la monopala, cioè il guadagno in efficienza è circa un 5-6%. Progettare un'elica è una cosa molto complicata, a parità di diametro e pitch ottieni prestazioni molto diverse tra le varie eliche, inutile dire che quelle più economiche sono quelle che danno prestazioni minori a parità di potenza impegnata.

Federico: E' tattico che io tagli 4 bracci da 25cm e poi li unisca al centro in qualche modo? E' meglio che tagli un braccio da 50 e due da... 24.5 e poi le unisca in qualche modo? Devono essere a 90° tra loro con precisione chirurgica?

Ti consiglio di guardarti i manuali di assemblaggio dei vari MikroKopter, sono preziose miniere di informazioni su come assemblare le varie parti e come vanno realizzate.

Inoltre... E' magari una scelta valida tenere il braccio piu' lungo rispetto al motore, in modo che il braccio sostanzialmente sia lungo fino a dove l'elica esce esternamente, cosi' in caso di caduta potrei contare sul colpire il braccio e non l'elica?

In questo modo aumenti il braccio di leva e va a finire che spezzi il telaio invece di un'elica da 3 Euro, la prima la cambi sul campo senza problemi, il secondo devi tornare a casa per sostituirlo. Semmai è il caso di prevedere delle protezioni laterali in espanso come quelle dell'ArDrone, si realizzano facilmente e costano pochissimo.