[OT ITA] Lo spamm bar (Part 2)

Gli fai accendere e spegnere lampade ad intermittenza tipo delay()!

Pero' senza usare la delay() :crazy_face:

Sui PLC Siemens c'è una "system function" che restituisce il clock di sistema proprio come con millis() su Arduino :rofl: :joy:

Non mi ricordo se hanno inserito qualcosa di simile anche nel LOGO! (anche se non credo)

... se ben ricordo, SI e si può usare, come mills() per calcoli sul "tempo" :wink:

Guglielmo

Due timers, all'avvio con il bottone I1 parte il Timer_1 che attiva un uscita per un certo tempo; alla fine del tempo del Timer_1, scatta il Timer_2 che disattiva quell'uscita e attiva l'altra per un altro tempo, dopo di che entrambe sono disattivate.

Il bottone I2 è un reset di emergenza.

Guglielmo

Cioè.., vomiti per il basic in ogni sua forma, e chiami quella ciofeca di software "un bel ambiente di sviluppo grafico" ?????
Che ..azzo di stomaco ti ritrovi?

Ciao, Ale.

... mah, somiglia molto a LabVIEW™, che tutto il mondo usa (e che è ormai lo standard de facto di quel tipo di programmazione), anche se con potenzialità estremamente inferiori ...

Premesso ancora che io odio questo tipo di ambienti perché, venendo dal linguaggio macchina e dall'assembler e poi dal 'C', non soino mai riuscito ad addattarmi a questa forma di programmazione fatta di blocchetti e di fili tirati tra un blocchetto ed un altro (... ma riconosco che è un mio limite), per chi non è del settore, e si avvicina per la prima volta alla programmazione, è comunque molto facile da imparare e da implementare ... sicuramente MOLTO più facile che un vero linguaggio di programmazione, fosse anche il Basic.

Per cui SI, le ultime versioni de LOGO! non sono affatto male ... se piace quel tipo di programmazione ... :roll_eyes:

Guglielmo

1 Like

... di nuovo stai leggendo male ... "vomito" per interpreti Basic messi su piccole MCU, per il resto mi meraviglio solo che un linguaggio come il Basic sia ancora in auge e ci sia ancora tanta gente che lo usa, ma non ho nulla contro di esso.

Tanto per dirti ho su macOS "PureBasic" (... regolarmenre regsitrato) ... non lo uso, ma c'ho giocato e l'ho trovato ben fatto ed efficiente :slight_smile:

Guglielmo

... tanto per chiarire questa frase, io, negli anni '70, programmavo così :grin: :slight_smile:

... sono OpCode 8080 :wink:

Guglielmo

1 Like

Allora siamo in due...
Sono stato costretto a fare perlomeno un paio di progetti usando il logo (uno successivamente migrato su un S71200), qualcosa sono anche riuscito a fare, ma con grande sforzo e molte bestemmie. Quello che mi spiazza maggiormente è di non aver bene chiaro la sequenza del programma, anche perchè quella mi sembra più una logica "ad eventi", non che sia sbagliata di per se, ma non mi ci ritrovo.
Non conosco LabView, ma così ad occhio e per fama mi sembra meglio.

Ciao, Ale.

Questo in particolare NO. Però ho visto cose simili su una azienda Italiana che fa PLC embedded con il Touch Screen... Dopo un mese di studio ho abbandonato.

Come dici tu, Guglielmo, venendo da linguaggi "antichi" siamo un po' restii ad apprezzare a fondo questi linguaggi.

Per quanto riguarda Siemens ti do ragione ma è colpa del microPLC LOGO! che ha un linguaggio limitato e la gestione degli schermi "assurda" (se vedi un messaggio sulla riga1 non puoi vedere un altro messaggio sulla riga2 ma devi cambiare schermata !!!).
AlfaXL di Mitsubishi, invece, ha lo stesso tipo di linguaggio a blocchi ma è moooolto più performante e sul piccolo schermo ci puoi fare di tutto.
Ma devo confessare che all'inizio ho detto "io coi PLC ci lavoro, mica ci devo giocare !!!".
Poi mi sono dovuto ricredere: Mitsubishi Italia mi ha confessato che sono stato uno tra i principali utilizzatori di microPLC ALPHA (almeno un migliaio in pochi anni).

Adesso uso i cloni Mitsubishi FX3u che sono fantastici e costano (comprati 100 pezzi per volta) solo 15 Euro ma perfettamente compatibili con gli FX3u originali (non hanno nemmeno cambiato il nome 'sti cinesi !!! :grinning_face_with_smiling_eyes:): con un touch da 4,3" (40euro) ho un PLC sicuramente più "bello" che un microPLC con schermo lcd da 4righe 16 caratteri e 6 pulsanti...
Quindi ho abbandonato i microplc anche perche Alpha MR14 (6 out e 8 in) costa 96Euro.

L'ultima versione è migliorata molto, ma arriva solo adesso. Solo che gli "aficionados" di Siemens ci sono sempre stati e si sono adattati pur con tutti i problemi che aveva il LOGO! vecchio

Meglio questo.... :grinning_face_with_smiling_eyes:

Ma anche il successivo "programmino" mi ha dato tante soddisfazioni (notare in basso a destra dell'editor il 96% di occupazione di memoria, tanto da far dire a Mitsubishi Italia "ma lei come fa a programmare tutte queste cose???"

Il programma è una pompa dosatrice doppia, a membrana, con doppio contalitri, calcolo delle portate, media giornaliera, pagina di setup, settaggio per ogni tipo di contalitri, portata regolabile da 120 cc/Lt fino a 1 ppm.

1 Like

Ma la tastiera è americana "originale" o ci sono gli adesivi?

Senza dubbio ... anche il prezzo è però differente ... partiamo dai 4'000 - 5'000 € a salire :money_mouth_face: :money_mouth_face: :money_mouth_face:

E, per chi come noi è abituato alla programmazione classica, resta una cosa ostica, ma ripeto, è un nostro limite venendo da un'altra "scuola". Chi non ha mai programmato e comincia con LabVIEW™, impara in fretta e ci si trova benissimo ... ho avuto parecchi persone che sapevano usarlo alla perfezione e non avrebbero mai guardato altri linguaggi :grinning_face_with_smiling_eyes: :grinning_face_with_smiling_eyes: :grinning_face_with_smiling_eyes:

Considera che è usato professionalmente in tantissimi ambienti, inclusi NASA, DoD, ecc. ecc.
Essendo io stato per lungo tempo partner di National Instruments (che lo produce), ho visto progetti incredibili in ambito militare e spaziale.

Poi certo, come ci fa vedere steve-cr qui sopra, anche in LabVIEW™ il programma può essere ... piuttosto difficoltoso da leggere e capire :joy: :

Guglielmo

A me all'asilo di queste cose strane non me ne ha parlato nessuno :face_with_hand_over_mouth:
Però ti avrebbero sgridato per la pessima calligrafia!

... ahahahahah ... vero, ho sempre avuto una pessima grafia, ma tanto, quello che contavano, erano i codici esadecimali e quelli ... si leggevano bene :grin:

Poi però, più avanti, alla fine degli anni '70 (1979) ... sono passato alla macchina da scrivere e mettevo sia la locazione, che l'ASM che gli OpCode :smiley: :

Guglielmo

P.S.: Tesina d'esame del corso di "Laboratorio di Fisica II", per gli addetti "Fisichetta II", dal titolo "Interfaccia universale per nastro magnetico gestita a microprocessore". Era basata già su 8085 :wink:

No, dai, e' semplice ... per disinnescare, taglia il giallo :crazy_face:

1 Like

Foto dell'epoca (purtroppo la qualità è quella che è) del oggetto portato all'esame ... :slight_smile:

Guglielmo

1 Like

... e NO, non mi freghi, lo sanno tutti che è il ROSSO ( Juggernaut - film 1974) :stuck_out_tongue:

Guglielmo