ottimizzare valore resistenza per partitore con fotoresistenza (crepuscolare)

Sto impazzendo con un crepuscolare perché ho bisogno che la luce si attivi quando c’è veramente buio.
Purtroppo la lettura del pin analogico mi da valore zero quando ancora c’è un po di luce (la fotoresistenza raggiunge megaohm già all’imbrunire).
Ho acquistato una serie di fotoresistenze ma tutte si comportano allo stesso modo.
Per tamponare, ho inserito come resistenza di valore fisso una 4.5Mohm ma memore di un post di Guglielmo (mi pare) i condensatori del ADC (ingresso analogico A0) non ricevono abbastanza corrente. Tra l’altro mi si incasina anche la fotoresistenza sull’ingresso A1 che fa parte di un secondo partitore per verificare se la lampadina si è accesa (fotoresistenza inserita in una specie di plafoniera).

Utilizzo questa fotoresistenza:

GL5516 co range 5-10 Kohm e Dark resistance (MΩ) 0.5

Attualmente il partitore è così colelgato:

5V-----FOTORESISTENZA------R(220K)------GND
                        |
                        |
                 pin arduino A0

invertendo la posizione di fotoresistenza e R posso migliorare (a me interessa leggere bassissimi valori di luce) ovviamente rivedendo il funzionamento dello sketch adattandolo in quanto invertendo di posizione avrei un aumento del valore al diminuire della luce (in questa configurazione al diminuire della luce diminuisce anche il valore letto).

Ci sono barbatrucchi per leggere basse luminosità?

In alternativa dovrei mettere mano al codice per fare in modo che quando raggiungo il valore 0 (non buio completo) aspetto 10 minuti prima di accendere la luce.

Grazie

Ah, ho a disposizione tutta la serie di fotoresistenze, da GL5516 a GL5549

Le fotoresistenze hanno parecchi limiti in quel senso ... per aggirarli, mi viene in mente solo un fotodiodo con operazionale (ci sono gia delle schedine assemblate con relativo trimmer per regolare la soglia, tipo queste ed altre simili), ma sinceramente non so se basterebbe, perche' non ne ho in casa e non so fino a che punto puoi regolarli (ma comunque costano tipo un paio di Euro, si puo sempre rischiare) ... i nostri occhi sono molto piu adattabili dei sensori elettronici, quello che noi consideriamo "buio completo" potrebbe non esserlo per un sensore, e viceversa ... se il fotodiodo non funziona, temo che il ritardo preimpostato sia la soluzione piu semplice ...

Grazie! Valuto la soluzione ed eventualmente provo uno di quei sensori

Hai provato a valutare l'utilizzo di uno sketch che simuli un interruttore astronomico?

Usa 4,7MOhm con 100nF tra il pin analogico d'ingresso e massa. Il condensatore fornisce anche una costante di tempo di circa mezzo secondo.

BH1750, costa poco, è digitale e ti da il valore in Lux