Perchè arduino?

Salve sono nuovo nel campo dell'elettronica e del forum.Spero solo di non aver sbagliato sezione. Ho una domanda da fare,premetto che ho letto tanto sull'argomento e su quale scheda sia migliore, ma continuo ad avere dubbi su quale scegliere.Ho visto comunque che le schede che sono nate dopo arduino risultano essere compatibili con quest'ultimo,questo mi fa pensare che arduino è una sorta di standard? o ci sono schede simili che magari possono essere più adatte per determinati scopi? L'unica scheda che credo sia abbastanza diversa è la raspberry la quale è dotata di un vero e proprio microprocessore con un sistema operativo.
Vi ringrazio in anticipo per la pazienza

Buongiorno,
essendo il tuo primo post, nel rispetto del regolamento, ti chiedo cortesemente di presentarti QUI (spiegando bene quali conoscenze hai di elettronica e di programmazione ... possibilmente evitando di scrivere solo una riga di saluto) e di leggere con attenzione il su citato REGOLAMENTO ... Grazie.

Guglielmo

Certo procedo subito con la presentazione.
Per il resto questo post viola il regolamento?

oligo:
Per il resto questo post viola il regolamento?

No, no, va bene ... ma la lettura è necessaria per evitare, magari in futuro, qualsiasi genere di problemi :wink:

Guglielmo

Raspberry fa parte di un’altra categoria, discorso a parte.
Restiamo nell’ambito di Arduino e simili, compatibili o meno che siano.

Esistono tante schede più potenti, più veloci, con più memoria, con più porte I/O, con migliori rapporti prestazioni/prezzo, …
Ma quello che rende Arduino molto interessante, più che l’hardware in sé, è tutto quello che gli gira intorno, hai librerie già pronte per gestire tutto, hai questo sito con tanti altri appassionati che si aiutano a vicenda, trovi tutorial, libri, articoli ovunque su ogni argomento.
Trovi anche diverse “shield”, ovvero schede già fatte che colleghi direttamente.
Tutto questo rende molto veloce la curva di apprendimento, talvolta è anche un limite in quanto induce a non approfondire certi argomenti, limitandosi ad usare quello che si trova già pronto, sia a livello di hardware che a livello di software. Ma allo stesso modo rende possibile e rapido praticare l’hobby del “maker” sia ad appassionati generici che ad esperti di informatica bravi programmatori ma poco pratici di elettronica che - viceversa - ad esperti di elettronica poco pratici di programmazione.
Ci sono, come supponi, schede che sono più adatte per altri scopi.
Per un uso generico, per iniziare, una bella UNO è a mio parere la soluzione migliore. Sarà un po’ “antica” rispetto a schede più nuove (anche prodotte successivamente dalla stessa azienda), ma hai tutti i vantaggi sopra elencati. Poi potrai passare a qualcosa di più potente. Io, tanto per dirne una, invece subito dopo ho iniziato ad apprezzare qualcosa di… meno potente come l’attiny85 che nel suo piccolo consente di fare tante cose interessanti!

Ti ringrazio tanto per la risposta, ho capito ora perchè arduino è cosi "famoso". Beh sicuramente vorrei iniziare con Arduino uno , ma vorrei approfondire le varie schede che è possibile acquistare , anche per capire le differenze

In realtà le schede su cui Genuino sembra voler puntare sono poco, e le differenze sono abbastanza chiare:

  • Uno: scheda base
  • Mega: come la Uno ma con più pin per controllare più "cose" esterne e, di conseguenza, più risorse (RAM, flash) per farlo
  • Nano: identica alla Uno, solo più piccola (in realtà non pare che Genuino voglia produrla)
  • Mini: identica alla Uno ma ancora più piccola della Nano. Per riuscirci sacrifica alcuni componenti, ovvero convertitore seriale/USB e regolatore di tensione (anche questa sembra fuori produzione)

C'è poi la linea "parallela" con il supporto USB:

  • Leonardo: molto simile alla Uno, ma permette di interfacciarsi con l'USB, apparendo quindi ad un PC come tastiera/mouse/joypad/ecc (anche questa fuori produzione, peccato)
  • Micro: identica alla Leonardo, solo più piccola. Diciamo che sta alla Leonardo come la Nano alla Uno (e questa rimane in produzione).

Ci sono poi le schede nuove, che però secondo me perdono un aspetto chiave di Arduino, la semplicità:

  • Zero: una sorta di espansione a 32 bit della Uno
  • MKR1000: la Zero col wifi
  • 101: boh?

Tutto ciò dovrebbe darti un'idea a MOOOOLTO grandi linee, ma almeno ti permetterà di capire cosa fa più al caso tuo ed eventualmente concentrarti su un sottoinsieme ristretto di prodotti.

In effetti viste le schede disponibili la scelta va fatta in base all'esigenza.
Senz'altro per iniziare una Genuino Uno ti dà un sacco di shield già pronte ed innumerevoli esempi pratici. Con la potenzialità dei forum hai tutti gli strumenti per ottenere risultati ottimi.
Ad esperienza acquisita potrai scegliere ed approfondire altre schede, di fatto stando nell'IDE Arduino le differenze sono facilmente superabili.

Stefano

La mini dovrebbe avere il regolatore di tensione. I cloni cinesi lo hanno tutti.

Sì ma hanno solo quello a 5V oppure quello a 3.3V, a seconda del modello (e pure piuttosto limitati in potenza). Le altre schede sono in grado di generare entrambi le tensioni.

Be, di solito le schede a 3.3V non generano i 5V ma li mettono semplicemente a disposizione dalla USB.

D'accordo, ma nemmeno la versione a 5V ha i 3.3...