Pico85 SMD - La prima board Arduino compatibile di Gioblu Robotics

Ciao a tutti ragazzi!!! Bentornati dalle vacanze. Sono stato un po' assente per sistemare la nuova versione di www.gioblu.com e preparare la vendita e la comunicazione di Pico85smd. Questa board è un progetto opensource, siamo partiti da una versione DIP che ha avuto un discreto seguito, ora vi proponiamo la versione SMD.

Fondamentalmente è una board Arduino che puo' essere programmata da una qualsiasi altra scheda Arduino (collegata come in foto) ed è possibile caricare il codice sorgente con ArduOpen gioblu.com is for sale | HugeDomains, la nostra versione dell'ArduinoIDE, basata sulla 0022 evoluta con l'aggiunta di decine di Ports, per MCU ATmega e ATtiny. L'uso di componenti SMD e tempo dedicato all'ottimizzazione degli spazi ci ha permesso di creare la scheda Arduino compatibile piu' piccola (solo 16x18 mm) e meno costosa al mondo. Prezzo e dimensioni la rendono azzeccata per sistemi multiprocessore, per delocalizzare routines in sistemi saturi o piu' semplicemente per sperimentare a basso costo.

Alcuni dei mostri sacri del forum italiano la riceveranno gratuitamente visto il supporto nello sviluppo e test della scorsa versione DIP.
Cosa ne pensate??

Veramente bella. Complimenti.

adesso che la vedo su arduino , capisco che è veramente piccolo :slight_smile: un francobollo.
sembra anche facilmente breadbordabile.
Ottimo!
+1 gbm

Lavoro davvero stupendo, mi tuffo nella lettura dal sito
Complimenti vivissimi!
Federico

@menniti questi sono veramente nanetti XD

BrainBooster:
@menniti questi sono veramente nanetti XD

+1 :wink:

Ciao ragazzi, grazie delle risposte istantanee :grin:
Sono molto curioso di sperimentare in modo avanzato il protocollo 1wire e vedere di farne comunicare almeno una decina sullo stesso filo e creare qualcosa di complesso.
Volendo si potrebbe fare un braccio robotico con sensori vari tra cui MEMS con alcuni Pico85 in 1wire, il concetto è una rete logica distribuita.
Se avete qualche idea per l'applicazione di questa/e board parliamone!! Sono curioso di sentire la vostra.

ma hai già provato a far girare 1wire sui nanetti?

Attualmente sto preparando i tutorial di base!! Spero di avere tempo questo weekend :grin:

Se segui la mia guida, NON usare le librerie di Saporetti ma utilizza direttamente il Tiny Core. Facendo le debite modifiche, ovviamente.
Se hai bisogno di info, chiedi pure. Io ho "manomesso" anche altre lib (a ricordarsele tutte... :sweat_smile:) per farle andare sul Tiny. Cmq trovi tante info nel mega-thread "Giocando con l'Attiny85" che ho aperto su questo forum.

Ho appena appreso su internet che regolando il PPL è possibile far girare l'ATtiny85 a 16mhz, il che mi fa sperare di poter utilizzare la libreria onewire senza modifiche.
Qualcuno di voi ha mai provato Onewire su ATtiny?

Gbm che devo dire complimenti :slight_smile:
un po me l'aspettavo però :slight_smile:
la 1-wire non ancora ma la seriale si.. io sto già facendo le braccia del mio brat con 1 Tiny per braccio così controllo 4+4 servi :slight_smile: o meglio avevo cominciao ma mi son attualmente spostato su un altro progetto
Gbm +1 :wink:

BrainBooster:
@menniti questi sono veramente nanetti XD

leo72:

BrainBooster:
@menniti questi sono veramente nanetti XD

+1 :wink:

Invidiosi :grin:, il nanetto è un essere piccolo ma visibile, questi sono dei microbi, si vedono solo al microscopio XD. E comunque, se proprio devo difendermi, i miei nanetti sono stati fatti artigianalmente, li ho fatti nascere uno per uno, a botte di percloruro riscaldato :sweat_smile:, e le dimensioni sono 12x32cm pur usando componenti DIP e non smd, quindi portate rispetto!

@ Gioblu: mi pare di capire che prevedi un’alimentazione da 9V, ridotta a 5V, che hai collegato al pin Aref, che è l’unico che non può mandare tensioni erronee inverse (ottima mossa!). La domanda è: perché non 3-3,6V visto che possibili applicazioni andranno nella direzione di mini-apparecchiature alimentate a batterie? I consumi a 5v sono pressoché il doppio rispetto a 3,3V, naturalmente bisognerà fare i conti con il D.O. del 78L05; in una prossima versione si potrebbe prevedere uno step-down che ha efficienza pari al 90% se non maggiore, trovando il componente giusto.
Comunque sia complimenti! Su questo Forum, per colpa di Leo, ormai i tiny scorrazzano (nanetti compresi :*) come formiche impazzite, un aggeggino così piccolo e facilmente programmabile potrebbe essere davvero l’inizio di ogni sperimentazione. Buona fortuna!!! XD

Ciao Menniti effettivamente la tua proposta dello stepdown non è male, stiamo lavorando a una microshield per lipo con stepUp a 5v.
Ho scoperto da poco tramite web e datasheet che è possibile farlo girare a 16mhz. Hai mai provato o sei sempre rimasto a 8?
E' incredibile, senza quarzo sembra possibile raggiungere cmq "alte" frequenze!!

gbm:
Ciao Menniti effettivamente la tua proposta dello stepdown non è male, stiamo lavorando a una microshield per lipo con stepUp a 5v.
Ho scoperto da poco tramite web e datasheet che è possibile farlo girare a 16mhz. Hai mai provato o sei sempre rimasto a 8?
E' incredibile, senza quarzo sembra possibile raggiungere cmq "alte" frequenze!!

Francamente ne ignoravo la possibilità; in maniera estremamente vaga, mi pare di ricordare che il grande Astrobeed abbia detto qualcosa di negativo a proposito di frequenze elevate non quarzate, ma non ricordo il contesto, forse riguardava i timer interni e non credo che si parlasse di questa cosa, mi avrebbe incuriosito e avremmo approfondito, come ovviamente faremo :sweat_smile: Forse ci sono, deve essere stato quando lui ha presentato il suo lavoro per far girare l'atmega328 a 20MHz un paio di mesi fa, ma potrei sbagliarmi. In definitiva personalmente resto dell'idea che queste mcu dovrebbero lavorare a bassissimi clock e basse alimentazioni, però ciò non toglie che non si possano/debbano sperimentare situazioni estreme, tutto torna utile prima o poi!
Certo che se l'over-clock comincia a sbarcare pure qui è la fine! 8)

leo72:
Se segui la mia guida, NON usare le librerie di Saporetti ma utilizza direttamente il Tiny Core. Facendo le debite modifiche, ovviamente.
Se hai bisogno di info, chiedi pure. Io ho “manomesso” anche altre lib (a ricordarsele tutte… :sweat_smile:) per farle andare sul Tiny. Cmq trovi tante info nel mega-thread “Giocando con l’Attiny85” che ho aperto su questo forum.

Leo, ogni volta che indirizzi alla tua Guida devi specificare questa cosa delle libs, ma non fai prima a modificare il Tutorial, pensando anche a quelli (molti di più secondo me…) che se la scaricano SENZA passare dal Forum e senza consultarti? Hai fatto un gran lavoro, metti pure la ciliegina, ti garantisco che sono tutte benedizioni ricevute… :wink:

Io ho “manomesso” anche altre lib (a ricordarsele tutte… :sweat_smile:) per farle andare sul Tiny

Questo sarebbe un altro bel service all’umanità, mettere ordine e piazzare tutto sul tuo sito XD

Pagina 26 datasheet Smart | Connected | Secure | Microchip Technology
High Frequency PLL Clock
There is an internal PLL that provides nominally 64 MHz clock rate locked to the RC Oscillator
for the use of the Peripheral Timer/Counter1 and for the system clock source.
The system clock source, by programming the CKSEL fuses to ‘0001’, it is divide by four.

Il succo è che il PPL clock ad alta frequenza integrato nell'MCU puo' arrivare a 64mhz.
Programmando CKSEL fuse a 0001 lo si divide x 4 ottenendo 16mhz

Devo assolutamente provarlo a 64mhz ahahahah

l'oscillatore interno rc secondo mè a quelle frequenze non è affidabile, basta una variazione di temperatura per sballare il clock di molto.

menniti:
abbia detto qualcosa di negativo a proposito di frequenze elevate non quarzate, ma non ricordo il contesto,

Se la memoria non mi inganna era relativamente all’utilizzo della Vusb senza quarzo e allo “smanettamento” dell’oscillatore RC per tirarlo a 12MHz, cosa fuori specifiche e poco raccomandabile.
Il discorso del PLL (8x) è diverso perché dal data sheet risulta che è possibile utilizzarlo anche come clock di sistema, l’uso primario è come clock delle periferiche, e grazie ad un divisore 1:4 dovrebbe essere possibile ottenere 16 MHz sul clock del micro.
Però il data sheet è un pochino criptico su questa cosa dato che c’è di mezzo anche un divisore per due sul clock RC in ingresso al PLL che sembra riportare il clock del micro a 8 MHz (8MHz / 2 * 8 / 4 = 8 MHz) quando si opta per il clock proveniente dal PLL invece che direttamente dall’oscillatore RC.
C’è da fare qualche prova pratica per capire come stanno realmente le cose.

gbm:
Pagina 26 datasheet Smart | Connected | Secure | Microchip Technology
High Frequency PLL Clock
There is an internal PLL that provides nominally 64 MHz clock rate locked to the RC Oscillator
for the use of the Peripheral Timer/Counter1 and for the system clock source.
The system clock source, by programming the CKSEL fuses to ‘0001’, it is divide by four.

Il succo è che il PPL clock ad alta frequenza integrato nell'MCU puo' arrivare a 64mhz.
Programmando CKSEL fuse a 0001 lo si divide x 4 ottenendo 16mhz

Devo assolutamente provarlo a 64mhz ahahahah

Se CKSEL settato a 0001 divide 64x4, chissà che a 0000 non divida per 0, praticamente un over-clock infinito, non reggerebbe la vetronite ]:smiley: Scherzi a parte bisogna capire se non sia vera questa storia del cane che si morde la coda citata da Astrobeed (hai ragione, era sulla questione della virtual USB :))