ponteH

Buongiorno a tutti,
ho un problema nel pilotare dei relè (HF3F-L 12-1ZL1T) in quanto il seguente schema:
non funziona, o meglio a 5v, provando con dei LED(e opportuna resistenza) funziona regolarmente, non appena gli applico 12v (tensione che mi serve poi per eccitare i relè) si bruciano i 2 pnp.

Ora ho risolto il problema usando un l293n, ma ormai non ci dormo la notte: perchè non funziona il ponteh fai-da-te a 12v? cosa sbaglio?!

Grazie a chiunque mi regalerà di nuovo notti serene :smiley:

Buongiorno e benvenuto, :slight_smile:
essendo il tuo primo post, nel rispetto del regolamento della sezione Italiana del forum (… punto 13, primo capoverso), ti chiedo cortesemente di presentarti IN QUESTO THREAD (spiegando bene quali conoscenze hai di elettronica e di programmazione ... possibilmente evitando di scrivere solo una riga di saluto) e di leggere con molta attenzione tutto il su citato REGOLAMENTO ... Grazie. :slight_smile:

Guglielmo

P.S.: Ti ricordo che, purtroppo, fino a quando non sarà fatta la presentazione nell’apposito thread, nessuno ti potrà rispondere, quindi ti consiglio di farla al più presto. :wink:

Detto questo, debbo portare anche la tua attenzione sul punto 16.11 del suddetto REGOLAMENTO e quindi ... chiarisci cortesemente in che modo c'entra Arduino o dovrò chiudere il thread ... :confused:

Guglielmo

gpb01:
Buongiorno e benvenuto, :slight_smile:
essendo il tuo primo post, nel rispetto del regolamento della sezione Italiana del forum (… punto 13, primo capoverso), ti chiedo cortesemente di presentarti IN QUESTO THREAD (spiegando bene quali conoscenze hai di elettronica e di programmazione ... possibilmente evitando di scrivere solo una riga di saluto) e di leggere con molta attenzione tutto il su citato REGOLAMENTO ... Grazie. :slight_smile:

Guglielmo

P.S.: Ti ricordo che, purtroppo, fino a quando non sarà fatta la presentazione nell’apposito thread, nessuno ti potrà rispondere, quindi ti consiglio di farla al più presto. :wink:

Grazie! Detto fatto :slight_smile:
Ho tralasciato nel dire che ovviamente è tutto pilotato da arduino: nello schema, R3 ed R4 le ho collegate insieme verso un DigitalPin dell'arduino (stessa cosa per R7 e R8 su un'altro pin).

Il circuito che hai usato è errato, ripensa ai sensi delle correnti nei transistor

Comunque ponti ad H a 4 transistor non possono essere comandati da una tensione inferiore a quella di lavoro

C'è un vecchio post di Uwe...

Adesso sono su telefonino, ma appena posso te lo linko

Trovato

Domanda:

Ma chi li mette in giro schemi fallati come quello del primo post?

Sono anni che si sa essere sbagliato..

Grazie mille per la risposta, adesso ho capito l'errore.

Purtroppo anche lo schema postato da Uwe non mi funziona.
Ho provato con due led contrapposti e si accendono contemporaneamente fino all"esplosione" di uno dei transistor.
Non riesco a trovare il problema nemmeno con un multimetro perchè hai davvero pochi secondi prima che bruci, quindi è impossibile con quel metodo trovare il problema.

Metti lo schema usato

Mettilo tutto

Ma poi, scusa, un ponte ad H per un rele?

Basta un NPN e un diodo...

Perche complicarsi la vita?

Ma poi, scusa, un ponte ad H per un rele?

Basta un NPN e un diodo...

Perche complicarsi la vita?

il relay HF3F-L 12-1ZL1T è bistabile.

Ciao.

Ah

void setup() {
  // put your setup code here, to run once:
  pinMode(2,OUTPUT);
  pinMode(3,OUTPUT);
}

void loop() {
  // put your main code here, to run repeatedly:
  digitalWrite(2,HIGH);
  digitalWrite(3,LOW);
  delay(1000);
  digitalWrite(2,LOW);
  digitalWrite(3,LOW);
  delay(500);
  digitalWrite(2,LOW);
  digitalWrite(3,HIGH);
  delay(1000);
}

Ma poi, scusa, un ponte ad H per un rele?

Basta un NPN e un diodo...

Perche complicarsi la vita?

Si certo, generalmente sì, ma quello è un bistabile a singola bobina. In sostanza per commutare da uno stato all'altro ha bisogno di invertire la polarità sulla bobina (e purtroppo mi serve quel specifico relè, non posso sostituirlo con un altro tipo).
Si potrebbe fare direttamente comandato dall'arduino (con opportuni transistor ovviamente), il rischio è che se qualcosa si incanta nell'arduino va in corto tutto. Mentre con un ponteH anche se hai entrambi i pin HIGH o LOW non succede nulla, alla bobina arriva o su entrambi i poli positivo o su entrambi negativo.

pilotzeck:
Grazie mille per la risposta, adesso ho capito l'errore.

Ho provato con due led contrapposti e si accendono contemporaneamente fino all"esplosione" di uno dei transistor.

Questo non è possibile

La corrente o va da una parte o dall'altra
Se si accende un led l'altro è spento
Oppure hai messo i led tutti e due nella stessa direzione...

Se non colleghi arduino e metti a massa tutti e due gli ingressi cosa succede?

Poi collega al 5 volt solo un ingresso e vedi cosa fa il ponte h

Controlla anche tutti i transistor, che non siano in Cto

E metti dei led sulle uscite di arduino, in parallelo agli ingressi del ponte, per avere conferma che non ci siano uscite 'fritte'

Inoltre nel programma che hai pubblicato, manca di rimettere bassa l'uscita 3 prima di ripartire col ciclo

Dopo la prima esecuzione del loop il pin 3 rimane alto, e tu al riavvio del loop alzi il pin 2...
Kaboom

Controlla anche tutti i transistor, che non siano in Cto

Ok, fatto. Il Q4 era fritto e l'ho sostituito.

Se non colleghi arduino e metti a massa tutti e due gli ingressi cosa succede?

Collegato solo ed esclusivamente l'alimentazione (+12 e gnd, ed ovviamente le uscite del ponteH) si accende un led;
collegando H2_1 a GND e H2_2 su niente: rimane sempre acceso lo stesso led;

collegando H2_1 su niente e H2_2 a GND: rimane sempre acceso lo stesso led;

Poi collega al 5 volt solo un ingresso e vedi cosa fa il ponte h

collegando H2_1 a +5 e H2_2 su niente(/GND): rimane sempre acceso lo stesso led;
collegando H2_1 su niente/GND) e H2_2 a +5: rimane sempre acceso lo stesso led ed in più si accende anche l'altro led con polarità inversa (Sì, sono sicuro... Sono invertiti. Come sia possibile? Non ho idea.);

E metti dei led sulle uscite di arduino, in parallelo agli ingressi del ponte, per avere conferma che non ci siano uscite 'fritte'

Ok, fatto (sono ancora sani e salvi)

Inoltre nel programma che hai pubblicato, manca di rimettere bassa l'uscita 3 prima di ripartire col ciclo

Dopo la prima esecuzione del loop il pin 3 rimane alto, e tu al riavvio del loop alzi il pin 2...
Kaboom

"Kaboom" :grinning: :grinning: :grinning:

In teoria, come avevo scritto prima, non dovrebbe succedere nulla. Comunque nel dubbio ho corretto :wink:

grazie mille per lo sbatt..... l'aiuto :smiley:

edit: Finite le tutte le prove, ho ricontrollato tutti i transistor, il Q4 era di nuovo in corto.

pilotzeck:
"Kaboom" :grinning: :grinning: :grinning:

In teoria, come avevo scritto prima, non dovrebbe succedere nulla. Comunque nel dubbio ho corretto :wink:

edit: Finite le tutte le prove, ho ricontrollato tutti i transistor, il Q4 era di nuovo in corto.

come vedi tra la teoria e la pratica ci sono alcune "lacune"
il tempo durante il quale le due uscite rimangono alte non è nullo, saranno microsecondi, ma c'è un tempo, quello di finire la looop, controllare la funzione serialevent() questo è fatto dalla main(), che noi non vediamo

ricominciare la loop(), ed entrare nella digitalwrite()

insomma tu tieno i transistor in corto per un tempo non nullo, e anzi temo non proprio trascurabile, comunque non mi ci metto proprio a farti i conti, se ti serve te li fai tu

pilotzeck:
Collegato solo ed esclusivamente l'alimentazione (+12 e gnd, ed ovviamente le uscite del ponteH) si accende un led;
collegando H2_1 a GND e H2_2 su niente: rimane sempre acceso lo stesso led;

collegando H2_1 su niente e H2_2 a GND: rimane sempre acceso lo stesso led;

io ti avevo detto di mettere gli ingressi a GND, non di lasciarli liberi

potrebbe, anzi c'é di certo, una certa corrente di fuga dei transistor, che porta in debole conduzione i varii rami del ponte

ecco che gli ingressi non vanno mai lasciati liberi: o sono attivi o sono a massa

Anni fa mi spiegarono molto dettagliatamente perché è sconsigliabile realizzare ponti ad H collegati direttamente ad Arduino se non si conosce molto molto bene l’elettronica interna al micro controllore… (e la si sa programmare a dovere)
Riassumendo:

  • Pilotare un ponte ad H affidandosi unicamente alla programmazione di Arduino può portare (anche se per brevissimi periodi) alla conduzione di entrambi i transistor di un ramo o di entrambi, il che porta ad un contro circuito ed alla lunga al danneggiamento dei transistor. Questo avviene spesso nel pilotaggio PWM da parte di Arduino
  • Servono, se il pilotaggio è ad alta frequenza, dei circuiti che garantiscano l’interdizione di un transistor prima della conduzione dell’altro (sullo stesso ramo)
  • È necessario controllare la corrente “di ritorno” che può portare sovratensione all’alimentazione danneggiandola (soprattutto con motori “grossi” le sovratensioni possono essere molto alte)
  • Altri motivi minori ma non trascurabili

Il mio consiglio è affidarsi a circuiti collaudati e progettati da esperti, soprattutto perché ormai i costi dei prodotti già pronti sono molto vicini al costo dei componenti e della realizzazione casalinga…

io ti avevo detto di mettere gli ingressi a GND, non di lasciarli liberi

potrebbe, anzi c'é di certo, una certa corrente di fuga dei transistor, che porta in debole conduzione i varii rami del ponte

ecco che gli ingressi non vanno mai lasciati liberi: o sono attivi o sono a massa

Ovviamente ho provato in entrambi i modi.
Uno dei due led rimane sempre acceso, a prescindere dalla configurazione.
Credo che sia fallato anche quello schema: a vuoto, appena collego l'alimentazione si brucia il Q4. Ho controllato tutti i collegamenti, decine di volte.

dinodf:
Anni fa mi spiegarono molto dettagliatamente perché è sconsigliabile realizzare ponti ad H collegati direttamente ad Arduino se non si conosce molto molto bene l'elettronica interna al micro controllore... (e la si sa programmare a dovere)
Riassumendo:

  • Pilotare un ponte ad H affidandosi unicamente alla programmazione di Arduino può portare (anche se per brevissimi periodi) alla conduzione di entrambi i transistor di un ramo o di entrambi, il che porta ad un contro circuito ed alla lunga al danneggiamento dei transistor. Questo avviene spesso nel pilotaggio PWM da parte di Arduino
  • Servono, se il pilotaggio è ad alta frequenza, dei circuiti che garantiscano l'interdizione di un transistor prima della conduzione dell'altro (sullo stesso ramo)
  • È necessario controllare la corrente "di ritorno" che può portare sovratensione all'alimentazione danneggiandola (soprattutto con motori "grossi" le sovratensioni possono essere molto alte)
  • Altri motivi minori ma non trascurabili

Il mio consiglio è affidarsi a circuiti collaudati e progettati da esperti, soprattutto perché ormai i costi dei prodotti già pronti sono molto vicini al costo dei componenti e della realizzazione casalinga...

In linea di massima sono d'accordo, purtroppo ci sono dei casi in cui quello che vuoi realizzare non esiste.
Sono d'accordo sul fatto che se prendo un modulo l298n già fatto, funziona tutto al primo colpo.
(Comunque un l298n costa 3€ e rotti, 100 trasistor li paghi 1€. Se dovessi realizzare più circuiti, verrebbe a costare un patrimonio).

Alla fine me ne sono progettato uno per conto mio, l'ho provato su breadboard e funziona; l'unico difetto che ha è che non deve avere entrambi gli ingressi su HIGH altrimenti va in corto (cosa che non accadrebbe con un vero ponteH).
Nei prossimi giorni, lavoro permettendo >:( , lo provo in smd e posto lo schema.

Auguri

pilotzeck:
Alla fine me ne sono progettato uno per conto mio, l’ho provato su breadboard e funziona; l’unico difetto che ha è che non deve avere entrambi gli ingressi su HIGH altrimenti va in corto (cosa che non accadrebbe con un vero ponteH).
Nei prossimi giorni, lavoro permettendo >:( , lo provo in smd e posto lo schema.

Come già detto quello che tu chiami unico difetto è proprio quello che potrebbe in poco tempo distruggere i transistor, spero tu abbia almeno un oscilloscopio a doppio canale con banda passante sufficiente per poter controllare che in nessun istante le uscite siano allo stesso tempo attive, o anche solo parzialmente attive, perché questo provocherebbe un cortocircuito come hai giustamente esposto nel tuo post.

Buona fortuna e tienici informati che è un argomento che interessa a molti, me compreso :wink: