Presentazione e...iniziare con arduino

Ciao a tutti, mi chiamo Giovanni Giorgi, ho 37 anni e di professione sono un software architect java. Non ho mai fatto nulla di elettronica, finché non ho scoperto Arduino un mese fa, grazie ad una segnalazione su Slashdot. Arduino mi ha subito appassionato, per diverse ragioni:

a) E' facile da utilizzare: mi sembra di capire che il fatto che possa generare impulsi PWM e non dai suoi pin sia una caratteristica notevole, unita al fatto che l'UNO è plug&play e quindi non richiede particolari driver per essere programmato da un semplice pc/netbook.

b) Il supporto, inteso sia come distributori che come software e progetti (inclusi video su youtube) è veramente buono: Arduino non è solo per addetti ai lavori, ma anche per "comuni mortali" che non sono ingegneri elettronici.

c) E' facile da programmare, nonostante il linguaggio sia il C++ (non proprio amichevole). Nel playground trovate moltissime librerie molto potenti, ma di semplice comprensione.

Ho iniziato a scrivere qualche articolo sulle mie esperienze, alcuni focalizzati sulla strutturazione del software. Nel frattempo, vorrei consigliare a chi è alle prime armi questo articolo di Michele Maffucci http://www.maffucci.it/2010/01/30/lezione-01-incominciamo-con-arduino/ che spiega veramente bene come partire. Per l'acquisto, mi sono affidato ad un negozio di Milano, e alla Homotix per i componenti mancanti; devo dire che la Homotix mi ha fatto una buona impressione, sono stati veloci a fare il pacchetto, confezionandolo con cura.

Benvenuto nel mondo di Arduino da un programmatore amatoriale che, come te, non capiva una cippa di elettronica :*

daitangio: c) E' facile da programmare, nonostante il linguaggio sia il C++ (non proprio amichevole). Nel playground trovate moltissime librerie molto potenti, ma di semplice comprensione.

Scusa, ma la sintassi Java a me pare simile a quella del C++: se riesci col Java, riesci anche col C++ ;) Te lo dice uno che ha imparato il C/C++ proprio con l'Arduino ^_^

Ciao, sì la sintassi di Java deriva da quella del C/C++. Il problema non è la sintassi. Java ha le seguenti frecce al suo arco:

  • E' più semplice da usare poiché ha un gestore della memoria GC, che riduce gli errori di disattenzione (per es prova a dimenticare un * o un & in un codice in C++....)
  • Alcune operazioni sono controllate dal runtime: se un array viene acceduto fuori dai suoi limiti o si tenta di forzare un cast illegale, in Java questo viene rilevato
  • Java è generalmente più facile da imparare (meno concetti/costrutti)

Detto questo, io ho imparato a programmare in C++ a venti anni, e ho sempre apprezzato la sua potenza! bye

Boh, guarda io non ho mai usato il Java quindi non entro nel merito. Mi fido ;)