Primi passi nel mondo della domotica

Ciao a tutti ragazzi, non sono proprio un novizio del mondo di arduino e fino ad ora mi sono interessato ad applicazioni nel campo della robotica. Ora vorrei esplorare il mondo della domotica, iniziando magari ad accendere un lampada (domanda scema forse, ma posso usare qualsiasi lampada o deve essere necessariamente a led?? ), purtroppo però Mi sono sempre dedicato alla parte elettronica mentre la parte elettrica mi preoccupa un po’. Vedendo questa guida sembra tutto semplice e immediato http://www.campuslacamilla.it/come-utilizzare-arduino-per-accendere-una-lampada-da-remoto-direttamente-dalliphone/
Se io taglio il cavo della lampada come distinguo i fili all’interno? Il collegamento é semplicemente lampada → modulo relé → arduino o qualcosa passa attraverso la 220v? Infine, per operare con certe tensioni devo prendere precauzioni particolari? Mi sfuggono proprio le cose basilari e mi farebbe piacere se qualcuno potesse “iniziarmi” in questo, per me, nuovo mondo. Grazie! :slight_smile:

Squall141:
domanda scema forse, ma posso usare qualsiasi lampada o deve essere necessariamente a led??

No, interrompi un filo di quello che vuoi.

Squall141:
Se io taglio il cavo della lampada come distinguo i fili all’interno? Il collegamento é semplicemente lampada → modulo relé → arduino o qualcosa passa attraverso la 220v?

Non lo distingui e te ne freghi. C’e’ un neutro e una fase, ma tanto quando inserisci una spina nella presa non puoi sapere qual’e’ la fase e quale il neutro.
Comunque alla fine tu colleghi la lampadina alla presa di corrente e il relè interrompe uno dei due fili, come un comune interruttore.

Squall141:
Infine, per operare con certe tensioni devo prendere precauzioni particolari? Mi sfuggono proprio le cose basilari e mi farebbe piacere se qualcuno potesse “iniziarmi” in questo, per me, nuovo mondo. Grazie! :slight_smile:

Certamente fai attenzione, la 220V è pericolosa. Per il relè la cosa migliore è che sia optoisolato. E come in quel link usare dei moduli rele già fatti che abbiano un circuito ad-hoc con diodo, optoisolatore, etc.

Grazie dell'aiuto. Vorrei capire meglio la parte del collegamento vero e proprio. Ho trovato questo girando sul web

http://imgur.com/3PAf9L6

Ed ero orientato ad utilizzare questo modulo relè: http://www.ebay.co.uk/itm/1-Channel-5-12v-Relay-Module-Arduino-PIC-ARM-/171283062361?pt=UK_BOI_Electrical_Components_Supplies_ET&hash=item27e1441e59

In questo caso uno dei due fili della lampada (fase o neutro) vanno nella "vite" no o nc del modulo (in questo caso la vite più a destra) mentre in quella più a sinistra c'é il collegamento alla 220v ossia uno dei due fili (a caso??) rimasti dal taglio del cavo della lampada collegati alla spina che va nella classica presa. É così? Perdona il linguaggio terra terra.

Uno dei fili che va alla lampadina NON lo tagli e lo lasci così com'e' (naturalmente anche la terra se c'e' non la tocchi) L'altro filo lo tagli e il capo che arriva da alimentazione va a COM (comune) e l'altro che va a lampadina a NC oppure a NO. Di solito va in NO (normalmente aperto, ovvero di base il relè stacca il filo) Perciò del header con le viti ne usi sempre solo 2, il COM e uno degli altri due. Un consiglio, per fare delle prove invece di attaccare la 220V, puoi anche attaccare un pacco di batterie da 12V che alimenta una lampadina a led di quelle a 12V. Interrompere la 220V o la 12V per fare prove è simile.

Come dice @NID , occhio che c’e’ la 230Vac.
Fai le prove con una bassa tensione e sopratutto, se lavori con la 230, non ti azzardare MAI a collegare dei fili con la corrente attaccata