problema come stabilizzare 12v dc

ciao ho disponibile la presa accendisigari della macchina quindi circa 12v, con questi vorrei alimentare l'applicazione con 12v dc stabili, si tratta di alimentare 6 gruppi, di 4 led IR in serie, la corrente che faccio circolare sul gruppo è di circa 35ma su 100ma massimi da datasheet, ho guardato sia un 7812 che un LM317, ma per avere i necessari 250ma, ho capito dai datasheet che devo avere a monte una tensione superiore, è corretto? avete altri suggerimenti?

grazie stefano

i regolatori come il 7812 o la serie lm hanno bisogno di qualche volt in più sull'ingresso. secondo me hai due possibilità: 1) calcolare la resistenza limitatrice e collegarli direttamente ai 12 volt della presa, se anche la tensione salisse a 14 volt di picco la corrente non credo riesca a superare quella massima dei led, per dirlo con certezza bisognerebbe avere il datasheet dei led. 2) invece di stabilizzarea a 12 volt, fai un regolatore di corrente in modo che la corrente sia sempre 35mA a prescindere dalla tensione.

ciao grazie al regolatore di corrente non avevo pensato

stefano

Attenzione alla presa dell'auto. La tensione erogata dalla presa NON è mai a 12V. Con l'alternatore in movimento (quindi col motore in moto) si hanno mediamente 13,8V in uscita. Mentre a motore spento la tensione scende anche sotto ai 12V. I regolatori della serie 78xx introducono un dropout di 2V, ciò significa che per avere 12V da un 7812 devi avere una tensione in ingresso uguale o superiore a 14V.

ciao @leo è appunto la tensione superiore richiesta e la variabilità della tensione fornita che mi preoccupa, che chiedo se avete suggerimenti, è stato suggerito un lm317 a corrente costante avete esperienze

stefano

stefa24:
ciao
@leo
è appunto la tensione superiore richiesta e la variabilità della tensione fornita che mi preoccupa, che chiedo se avete suggerimenti, è stato suggerito un lm317 a corrente costante avete esperienze

stefano

A mio modesto parere l’LM317 è un regolatore molto simile al 78xx, solo che con un partitore resistivo puoi stabilire tu quale deve essere la tensione di uscita, mentre i 78xx sono a tensione fissa; infatti l’LM317 spesso lo trovi in schemi applicativi con un potenziometro, si da realizzare un alimentatore a tensione variabile. Ciò detto ha un suo drop-out (simile al 78xx) e non è certo in grado di elevare la tensione.
Se vuoi risolvere il problema devi ricorrere ad uno dei tanti IC di nuova generazione che fanno da step-up/down, p.es. l’MC33063 (o il fratello 34063) che una volta settato per i 12V riesce a fornirti questa tensione in uscita con un range in ingresso da 3 a 40V (quindi tranquillamente con i 10÷14,5 dell’alternatore raddrizzato), ed una corrente di ben 1,5A; l’ho provato ed usato, va a meraviglia. Se non hai dimestichezza con questo genere di componenti vai sul sito di Futura Elettronica, nella sezione "ALIMENTATORI E INVERTER > CONVERTITORI " e trovi diversi schedini già pronti che potrebbero fare al caso tuo.

Concordo con Menniti. L'LM317 è un regolatore alla stregua dei 78xx con l'unica differenza che il primo ha l'uscita regolabile, i secondi l'hanno fissa. A te serve uno switching proprio perché non hai un ingresso fisso e comunque sei troppo vicino alla tensione che ti serve per usare un regolatore. Un altro regolatore che puoi provare è l'LT1173, che ha caratteristiche simili a quelle dell'MC33063. Sul suo datasheet ci sono diversi schemini, tra cui uno step-up/setp-down che può fare al caso tuo. L'unica cosa che devi tenere bene a mente con gli switching è la corrente: da uno switching non puoi assorbire moltissima corrente, ma penso che i tuoi 250 mA dovresti riuscire ad ottenerli.

Nel caso del modello che ho indicato io la corrente erogabile dichiarata nel datasheet è di 1,5A, come ho già scritto; ultimamente sto testando quei circuitini presi da Futura che sono sorprendenti, sono piccolissimi e potenti, certo non te li regalano, ma per una applicazione in cui ti risolvono egragiamente il problema, vale la penna spendere qualche euro in più.

Anche l'LT1173 è dato per max 1,5A ma sono condizioni estreme, di corto. Come per tutti gli switching in modalità operativa la corrente è sempre minore: in step-down la corrente erogata da uno switching è generalmente di qualche centinaio di mA, in step-up un po' minore, da qualche decina ad uno o due centinaia di mA, dipende dalla differenza fra Vin e Vout, maggiore è il rapporto fra Vout e Vin e minore è la corrente.

Menniti da dove le prendi, a prezzi potabili, le iduttanze da 1.5A?

BrainBooster:
Menniti da dove le prendi, a prezzi potabili, le iduttanze da 1.5A?

C’è gente che realizza l’Uranio arricchito, pensi che si pongano il problema di quanto spendere? $)
Ogni problema ha la sua soluzione ed i suoi costi, non ho detto di averli usati a 1,5A, però non ho nemmeno avuto difficoltà a fargli sputare fuori 400mA, durante le prove fatte qualche mese fa, ma siccome a me ne bastavano 30 mi sono fermato, il tempo è quello che è.
Questo circuito distribuito da Sparkfun, montato su break-out costa 27€, non li spenderesti tu se ti servissero 3-4A e avessi problemi di spazio? Io sì, al volo, infatti l’ho comprato per usi futuri…

Leggi questo post: http://arduino.cc/forum/index.php/topic,92095.msg691745.html#msg691745

ciao grazie per le soluzioni, adesso studio

stefano