Problema con sensore di pressione

Buongiorno a tutti.

Ho comprato un sensore di pressione idraulica che serve per misurare la pressione del sangue nelle arterie. Il sensore si chiama: Philips TranSPac® 4 Disposable Pressure Transducer

http://www8.healthcare.philips.com/MySupplies/Documents/Philips%20TRANSPAC%204%20Brochure%20EN.pdf

Si tratta di un sensore piezoresistivo che deformandosi col flusso di un liquido sviluppa segnali elettrici. Naturalmente non mi serve per misurare la pressione del sangue, ma quella dell'acqua in un circuito idraulico.

Vorrei usare arduino uno per elaborare e visualizzare i valori di presssione su un LCD dispay.

Attualmente uso un sensore di pressione che serve per i gas che si può facilmente collegare ad arduino, ma registra valori di pressione compresi tra -2 e 2 kPa (-0.3 a 0.3 psi) che sono più bassi dei valori di pressione che sviluppa il mio circuito idraulico.

Allego anche il link di questo sensore

http://www.aliexpress.com/item/New-MPXV7002DP-Airspeed-Meter-Breakout-Board-Transducer-APM2-5-Pressure-Sensor/1870994225.html

Siccome questo sensore a una Output compresa tra 0.5 e 4.5 V, uso un programmino che trasforma arduino uno in un piccolo voltimetro ( arduino riesce a registrare da 0 a 5 v) e così riesco a vedere le variazioni di pressione su un display lcd come variazioni nel voltaggio della corrente.

Il problema è che il sensore della Philips, a differenza del sensore per gas che uso attualmente, genera 2 segnali in uscita che dovrei far leggere ad arduino attraverso un solo ingresso analogico. Quindi mi servirebbe un microchip simile all' INA 125

http://www.ti.com/lit/ds/symlink/ina125.pdf

Però a differenza dell'INA 125 tale microchip non deve amplificare il segnale perché credo che non serva.

Inoltre perché il sensore funzioni ho pensato di usare un alimentatore duale cioè che possa generare sia una corrente continua positiva che una negativa, solo che dalla scheda tecnica del sensore non ho capito con quale voltaggio di corrente funziona. Qualcuno potrebbe aiutarmi? Grazie

Quel sensore ha un range operativo tra -50 (-6.6 kPa) e 300 mm Hg (39.9 kPa), generando 5x5 = 25 μV per mm Hg @5V.

Quindi alla massima pressione genererà un segnale di 25x300 = 7500 μV cioè 7.5 mV: l'amplificazione è obbligatoria e dovrà essere di almeno 300 volte (Rg ~= 150 ohm per INA125).

Il bello dello INA125 è che ha un riferimento interno di precisione che settato a 5V fornisce un segnale con OFFSET a 2.5V ideale per Arduino, senza bisogno di alimentazione duale.

Gentilissimo cyberhs ,

Grazie per la rapida risposta.

Il fatto che posso usare il chip INA 125 è una splendida notizia , però avrei bisogno di un chiarimento .

Il sensore deve essere alimentato con corrente continua, pertanto, dovendo fornire corrente positiva e negativa, ho ritenuto che servisse un alimentatore duale. Il problema è che non ho capito quanto deve essere il voltaggio della corrente per alimentare il sensore. In realtà non ho il sensore originale Philips TranSPac , ma uno compatibile

http://www.life-anylink.com/en/products/ycxyd/20131224/ycxy-368.html

Oltre al sensore di pressione ho comprato anche il cavo e la presa .

[url=http://|500x333]|500x333[/url]

Allego anche lo schema inviatomi dal venditore

[url=http://|338x500]|338x500[/url]

Potresti aiutarmi a capire come devo alimentare il sensore? Grazie ancora Red

In sostanza il sensore è simile ad una cella di carico che ha una struttura a ponte di Wheatstone.

Fornendo una tensione sui rami esterni, su quelli interni si misura una differenza di potenziale proporzionale alla pressione.

Queste le connessioni del sensore:

5 +5V alimentazione
1 GND alimentazione
2 +V segnale differenziale +
4 -V segnale differenziale -

Ti allego uno schema funzionante di un INA125 usato per una cella di carico e collegato ad Arduino tramite un ingresso analogico.

Ovviamente il resistore di guadagno (RG) nel tuo caso deve avere una valore di circa 150 ohm.

Grazie mille per i chiarimenti e lo schema:) :)

Caro cyberhs,

Spero di non approfittare troppo della tuo aiuto, ma avrei bisogno di un chiarimento.

Mentre collegavo lo spinotto all'INA 125 e saldavo i fili per alimentare il sensore mi sono accorto che secondo, lo schema del produttore, il segnale + (+SIG) 5V , andrebbe collegato in posizione 3 e non in posizione 5 . Potresti dare una controllata ?

Grazie

Red

|500x281

Mi sa di errore di stUmpa ;) ... "exc" sono le alimentazioni, e "sig" sono le uscite, collegalo come segnato nel testo originale ed ignora la traduzione ...

Il datasheet in cinese ha un cavo con due connettori, uno a [u]6 pin[/u] ed uno a [u]4 pin[/u].

I collegamenti che ti ho dato sono validi per quello a [u]4 pin[/u], anche se il pin denominato 5 può indurre in errore.

6 pin 4 pin 4 1 GND 5 2 +V 2 5 +5V 1 4 -V 6 nc

Sul secondo datasheet (probabilmente successivamente fatto dal venditore) il pin 5 diventa 3 (sempre per il connettore a 4 pin).

Anche per il connettore a 6 pin le cose sembrano diverse: quale dei due è valido?

Be', se la struttura della cella e' un semplice ponte (intendo senza amplificazione interna), un'errore di connessione al massimo non da uscita o la da sballata, ma senza danneggiare il ponte ... SE e' solo un ponte ...

Il che sembrerebbe, dato che i piedini di alimentazione non vengono definiti come gnd e vcc, ma come exc (eccitazione ?) positiva e negativa ... o almeno lo si spera ;)

Grazie per l'aiuto e scusate per la mia insistenza, ma ho paura di fare qualche corto.

Il cavo e quello con lo spinotto a 6 pin ad una estremità ed a 4 nell'altra . Se mi dite come posso postare 2 fogli di word il produttore mi ha inviato una tabelle con tutti i dati.

Grazie ancora

Se non ho capito male, il sensore è di tipo piezo resistivo quindi, in sostanza, è un ponte di resistori.

La cosa è confermata dal fatto che, come ha notato Etem, l'alimentazione è definita EXC (excitation).

Anche invertendo l'alimentazione non succederebbe nulla, a parte l'inversione di significato V+ e V-.

Per avere conferma, con un tester misura la resistenza tra i pin.

Dovresti trovare che i pin di alimentazione hanno certo valore, mentre V+ e V- un valore di circa la metà.

Grazie mille per l'aiuto . :grinning: Domani ci lavoro e Vi faccio sapere come va. Ciao Red

Caro Cyberhs,

ho fatto tutti i collegamenti tra lo spinotto del sensore e l'INA125, però ho bisogno di un altro

suggerimento.

Mi hai consigliato di usare una resistenza da 150 ohm per INA125 , potresti dirmi da quanti watt deve

essere?

Scusa ancora, ma ho paura di bruciare tutto.

Se e’ quella per definire il guadagno, una comunissima 1/4W e’ piu che sufficente :wink: