Problema eccessiva resistività elettrica nel circuito [Risolto]

Salve a tutti, non sono molto esperto e ho un dubbio riguardo il circuito che ho realizzato con arduino. In pratica devo alimentare 10 servomotori che assorbono tutti insieme 9 ampere circa se ho calcolato bene. Il problema iniziale era che il pacco batterie aveva dei cavi con una sezione troppo piccola e non era in grado di fornire 9 ampere a casa della resistività elettrica elevata nel caso di sezioni piccole e/o fili troppo lunghi. Più o meno avevo ipotizzato che ruscivano a fornire al massimo 2 ampere, così ho pensato di mettere in parallelo 5 pacchi batteria. Dato che mi hanno sconsigliato di mettere in parallelo più batterie perché considerata una cosa da fare con attenzione, ho provato a metterle semplicemente a massa comune con GND di arduino e quindi realizzando 5 circuiti con massa comune. Ora il problema è quasi risolto, considerando che prima riuscivo a malapena a fornire gli ampere necessari per 2-3 servo prima che si bloccasse tutto, adesso riesco a fornirne per un po di minuti a tutti e dieci se le batterie sono cariche al massimo, per sei servo se prolungo ancora. Quindi ho pensato che gli ampere che riesce a fornire il filo del pacco batterie è in realtà solo 1 e non 2. A questo punto potrei metterne a massa comune dieci pacchi batterie, ma a questo punto mi chiedo il collegamento come lo sto facendo è corretto? E soprattutto non è che è proprio il GND comune ad arduino a "tappare" il flusso di corrente perchè non è in grado di reggere quei 9 ampere? Perchè se è vero che ho "smezzato" questi 9 Ampere in 5 flussi da 1.8, è anche vero che si riuniscono tutti e 9 nel GND comune di Arduino al termine del circuito.

ciao

Non ci ho capito un granchè comunque: se vuoi poi collegare un pacco batterie per ogni servomotore.
La massa in comune è assolutamente obbligatoria e comunque attraverso il GND di arduino NON passano 9 ampere perché quel collegamento serve solo per "riferimento" al segnale che arduino dà a ogni servo.

ciao
pippo72

Ti ringrazio, questo mi facilita molto le cose. Significa che con 10 pacchi batterie risolverò molto probabilmemte,

ma di che pacchi batterie stai parlando ?

Ogni pacco batteria sono 4 mini stilo.

Adesso ordino i restanti pacchi batterie e eventualmente aggiorno una volta provati.

Ciao, tieni conto che le ministilo arrivano ad 1-1.2Ah se alkaline (Tipi di batterie - Wikipedia) quindi l'autonomia è senz'altro ridotta (non so che devi fare....)
Per i collegamenti:

  • puoi far partire sia filo positivo che filo negativo dal pacco batterie, in più colleghi con un filo anche più piccolo tutti i negativi lato pacchi batterie + il negativo di arduino.
  • se comunizzi tutti i negativi lasto pacchi e vai con un filo solo al comune dei motori allora su quel filo passerà la somma delle correnti quindi per 9A ti consiglio filo un 2.5 mmq.

Non potresti sostituire i pacchi batterie con una batteria al piombo o litio?
Stefano

Ciao, tieni conto che le ministilo arrivano ad 1-1.2Ah se alkaline (Tipi di batterie - Wikipedia) quindi l'autonomia è senz'altro ridotta (non so che devi fare....)
Per i collegamenti:

puoi far partire sia filo positivo che filo negativo dal pacco batterie, in più colleghi con un filo anche più piccolo tutti i negativi lato pacchi batterie + il negativo di arduino.
se comunizzi tutti i negativi lasto pacchi e vai con un filo solo al comune dei motori allora su quel filo passerà la somma delle correnti quindi per 9A ti consiglio filo un 2.5 mmq.

Non potresti sostituire i pacchi batterie con una batteria al piombo o litio?
Stefano

Si esatto la capacità più o meno è quella, forse per questo ce la fa a stento, però volevo provare lo stesso perchè il peso delle batterie incide sul progetto, difatti è un robot bipede. Diciamo che è lo stesso motivo per cui non sto usando batterie al piombo. Per quanto riguarda quelle al litio due in serie arrivano a 7,4 volt e ci vorrebbe un regolatore di tensione per abbassarle a 6 volt (questi servo funzionano a 6 volt) e quindi avendo già le ministilo che in serie arrivano a 6 volt ho usato quelle.
Il collegamento che ho utulizzato è il primo che hai detto

puoi far partire sia filo positivo che filo negativo dal pacco batterie, in più colleghi con un filo anche più piccolo tutti i negativi lato pacchi batterie + il negativo di arduino.

, quindi mi hai confermato che è giusto, ero un pò insicuro dato che è il mio primo progetto.

Bravo, bel modo di iniziare :slight_smile:
Nel caso di future modifiche a Litio, puoi pensare a 3 litio (11.1v) con dei modulini step_down ad alta efficenza in prossimità delle ginocchia :slight_smile:

:D:D:D

ichigokurosaki:
abbassarle a 6 volt (questi servo funzionano a 6 volt) e quindi avendo già le ministilo che in serie arrivano a 6 volt ho usato quelle.

Lascia perdere le alcaline, usa un pacco da 5 celle NiMh ad alta corrente, le trovi in tutti i negozi di modellismo in quanto normalmente utilizzate per alimentare ricevente e servo dei modelli RC, preferibilmente del tipo eneloop che ha una bassa corrente di autoscarica.
Non ci sono problemi per la corrente in quanto un pacco di NiMh da 2200 mAh riesce a fornire senza problemi fino 22 A continui (10 C), ovviamente l'autonomia dipende dall'assorbimento medio e su robot bipede è sempre di pochi minuti. :slight_smile:

cam9500:
Bravo, bel modo di iniziare :slight_smile:

è stato proprio il desiderio di costruire un robot che mi ha avvicinato a arduino :smiley:

cam9500:
Nel caso di future modifiche a Litio, puoi pensare a 3 litio (11.1v) con dei modulini step_down ad alta efficenza in prossimità delle ginocchia :slight_smile:

Si in effetti ridurrei molto il peso delle batterie :slight_smile:

astrobeed:
Lascia perdere le alcaline, usa un pacco da 5 celle NiMh ad alta corrente, le trovi in tutti i negozi di modellismo in quanto normalmente utilizzate per alimentare ricevente e servo dei modelli RC, preferibilmente del tipo eneloop che ha una bassa corrente di autoscarica.
Non ci sono problemi per la corrente in quanto un pacco di NiMh da 2200 mAh riesce a fornire senza problemi fino 22 A continui (10 C), ovviamente l'autonomia dipende dall'assorbimento medio e su robot bipede è sempre di pochi minuti. :slight_smile:

In effetti dato che per ora mi serve per prototipazione sarebbe l'ideale anche per pochi minuti di test prima di passare al progetto definitivo :slight_smile:

In ogni caso se domani trovo il pacco batterie nimh in un negozio di modellismo lo provo subito e aggiorno :slight_smile:

Mi raccomando, da 5 batterie, perche' le ricaricabili sono da 1,2V
Possibilmente Stilo AA

Curiosità.... per le prove non ti conviene 2 fili da un alimentatore esterno? (Le batterie le metti per il peso e l'ingombro ma almeno puoi "giocare" quanto vuoi....)

Brunello:
Mi raccomando, da 5 batterie, perche' le ricaricabili sono da 1,2V
Possibilmente Stilo AA

Si, ci starò attento

cam9500:
Curiosità.... per le prove non ti conviene 2 fili da un alimentatore esterno? (Le batterie le metti per il peso e l'ingombro ma almeno puoi "giocare" quanto vuoi....)

A questo punto hai ragione, però questo mi fa ripensare al tuo consiglio precedente di usare quelle al litio. Ne ho trovate ricaricabili da 3,6 V e 2,6 AH quindi mettendone tre in serie e altre tre in serie più modulini step down per abbassare la tensione a 6 V avrei 28 WH per 5 servo e altri 28 WH per gli altri 5 quindi 56 WH che è più o meno la potenza del robot. Così avrei una capacità di 56 WH/6 V = 9 AH per una durata di (9 AH / 9A )*1H = 1 H avoglia di fare un ora di test e prenderei due piccioni con una fava: durata e riduzione del peso :slight_smile:

Si, io avrei iniziato con l'alimentazione esterna per ridurre i costi e smanettare senza limiti :slight_smile:
In oltre le idee si affinano man mano che si sviluppa il progetto: un domani le esigenze (ad esempio dimensioni o ancora maggiori necessità energetiche) potranno essere diverse e ti troveresti con materiale non idoneo....

cam9500:
Si, io avrei iniziato con l'alimentazione esterna per ridurre i costi e smanettare senza limiti :slight_smile:
In oltre le idee si affinano man mano che si sviluppa il progetto: un domani le esigenze (ad esempio dimensioni o ancora maggiori necessità energetiche) potranno essere diverse e ti troveresti con materiale non idoneo....

Se è per ridurre i costi ho trovato dei power bank usb da 1 euro ciascuno 2,6 AH con output 1 A se ne prendessi 10 e modificassi i cavi usb in modo da saldare i fili positivi e negativi a dei pin per breadboard potrei avere 1 power bank per ognuno dei servo (ricaricabile quindi senza ulteriore spese) il tutto a 10 euro secondo te è fattibile o sto esagerando? :smiley:

Uh... che domanda.... purtroppo non conosco così bene il tuo progetto: posso solo dirti che un power bank dovrebbe uscire a 5-5.3v quindi non è il massimo per i servo. Personalmente mi riserverei il discorso batterie per il futuro, intanto mi concentrerei sulle funzionalità.
Tieni anche presente che con quelle correnti non so la breadbord sia indicata (meglio cablaggi più robusti ed affidabili).

cam9500:
Uh... che domanda.... purtroppo non conosco così bene il tuo progetto: posso solo dirti che un power bank dovrebbe uscire a 5-5.3v quindi non è il massimo per i servo. Personalmente mi riserverei il discorso batterie per il futuro, intanto mi concentrerei sulle funzionalità.
Tieni anche presente che con quelle correnti non so la breadbord sia indicata (meglio cablaggi più robusti ed affidabili).

Questi servo funzionano tra 4.8 volt e 6 volt, comunque mi sono ritrovato a casa delle vecchie batterie D ancora cariche che scadono fra tre anni, quelle hanno una capacità di 10 AH appena torno le provo e vedo se il problema si è risolto. Più che altro perché non ho alimentatori e tanto quelle prima o poi le devo usare sennò scadono:)

cam9500:
Si, io avrei iniziato con l'alimentazione esterna per ridurre i costi e smanettare senza limiti :slight_smile:

Comunque che genere di alimentatore potrei utilizzare per dei servomotori?