Problemi con Arduino UNO come ISP

Ciao a tutti. Devo programmare un ATMEGA328P-PU usando l'Arduino Uno come ISP, ma quando tento il caricamento si accende il led di errore e avrdude risponde:

avrdude: Yikes! Invalid device signature. Double check connections and try again, or use -F to override this check.

Sto usando un elettrolitico da 100uF fra Reset e GND (non ne ho da 10uF :grin:).

Come posso risolvere il problema? Grazie

Che versione della UNO stai usando come programmatore? Che versione dell'IDE usi? Che SO hai?

Come hai montato il 328 in standalone? Che collegamenti hai fatto tra l'Arduino ed il 328?

Come programmatore sto usando una UNO SMD. L'IDE è alla versione 1.0.1 e sono su Windows XP SP3.

Il 328 è montato su una breadboard ed è collegato secondo lo schema del tutorial http://arduino.cc/en/Tutorial/ArduinoISP:

NOn so la UNO SMD che versione del bootloader monta per cui non so dirti se il condensatore ti serve oppure no. Immagino che se lo stai usando, hai anche provato senza ma con esito negativo.

Potresti provare la combinazione condensatore/resistenza, alle volte funziona quando il solo condensatore non va. Ti suggerisco inoltre di seguire la "bibbia" per la programmazione ISP, dove trovi dettagli sull'uso del C+R: http://www.michelemenniti.it/arduino_burn_bootloader.html

Sì, avevo provato anche senza condensatore ma neanche così funzionava.

Provo a seguire la guida che mi hai segnalato e poi ti faccio sapere.

Dunque... Guardando il led 13, vedo che con condensatore+resistenza l'Arduino si resetta, mentre con il solo condensatore no. Tuttavia, l'IDE dà sempre lo stesso errore.

Ecco quello che succede: 1. l'IDE compila lo sketch 2. al primo lampeggio del led RX, si accende il led di errore 3. la comunicazione con il PC continua; si spegne il led di errore e si accende quello di comunicazione con il 328 4. il 328 si resetta (lampeggia il led 13), ma non ha caricato lo sketch e l'IDE dà il messaggio d'errore.

Cosa può essere, secondo te?

Prova a scriverci sopra il bootloader, come consigliato nella guida. In questo modo oltre a settare i fuse esegui anche una cancellatura del microcontrollore.

Se ricevi sempre errore di comunicazione, ricontrolla anche i collegamenti, magari ne hai sbagliato qualcuno. Il chip è completamente isolato da tutto, giusto? Non è che ha qualcosa collegato ai suoi pin?

Funziona!!! Mi sa che avevo sbagliato a collegare qualcosa (:blush:), perchè ho smontato e rimontato il tutto e... adesso va!!!

Grazie!

Grande Leo XD!!!

Grande Andrea, che ha avuto la pazienza di ricontrollare i collegamenti (generalmente è la prima cosa che controllo quando qualcosa non va).

leo72:
Grande Andrea, che ha avuto la pazienza di ricontrollare i collegamenti (generalmente è la prima cosa che controllo quando qualcosa non va).

Vero anche questo, non c’è cosa più terribile di quando qualcuno si intestardisce sulla certezza di aver fatto le cose perfettamente :disappointed_relieved:

a mio parere sono le breadboard che danno un po fastidio :stuck_out_tongue_closed_eyes: preferisco spendere una giornata intera a costruirmi un programmatore o un qualcosa del genere piuttoseto che usare le breadboard ]:slight_smile:

igor97: a mio parere sono le breadboard che danno un po fastidio :stuck_out_tongue_closed_eyes: preferisco spendere una giornata intera a costruirmi un programmatore o un qualcosa del genere piuttoseto che usare le breadboard ]:)

Devo contraddirti, ho preso delle breadboard molto buone, sulle quali ho fatto lavori piuttosto consistenti, il più grosso certamente il prototipo del Programmatore HV, non meno di un centinaio di collegamenti tra due bread e con Arduino ed un'altra scheda di interfaccia. Il vero problema non è solo che esistono bread che fanno davvero schifo, ma soprattutto che molti non usano i cavetti specifici e ricorrono a spezzoni di fili rigidi di rame che in breve allargano e rovinano i contatti delle bread, per non parlare di quando ci infilano pin di varia natura grossi quanto chiodi :fearful: I contatti interni si allargano e poi succede di tutto, certo che poi non funziona più nulla!

[quote author=Michele Menniti link=topic=113121.msg850894#msg850894 date=1341582085]

igor97: a mio parere sono le breadboard che danno un po fastidio :stuck_out_tongue_closed_eyes: preferisco spendere una giornata intera a costruirmi un programmatore o un qualcosa del genere piuttoseto che usare le breadboard ]:)

Il vero problema non è solo che esistono bread che fanno davvero schifo, ma soprattutto che molti non usano i cavetti specifici e ricorrono a spezzoni di fili rigidi di rame che in breve allargano e rovinano i contatti delle bread, per non parlare di quando ci infilano pin di varia natura grossi quanto chiodi :fearful: I contatti interni si allargano e poi succede di tutto, certo che poi non funziona più nulla! [/quote] ehm ehm io non faccio cosi :.

mitico :D Scherzi a parte, è un consiglio che dò sempre, le confezioni di cavetti M-M da bread costano pochissimo, sono fili morbidissimi che non intralciano mai la fase di montaggio, hanno come punte degli aghi metallici giusto a misura di contatto, entrano ed escono senza mai incepparsi e garantiscono contatti eccellenti, sono soldi spesi con benedizione; io ne ho presi di svariate misure, ho preso anche i M-F (a volte servono prolunghe del contatto di Arduino o della bread e i F-F (per unire due pin, p.es.), insomma non mi faccio mancare nulla; inoltre ho i ponticelli rigidi a "U" di tutte le misure che sono utilissimi per i collegamenti brevi e non danno alcun fastidio agli altri fili.

[quote author=Michele Menniti link=topic=113121.msg850894#msg850894 date=1341582085]

igor97: a mio parere sono le breadboard che danno un po fastidio :stuck_out_tongue_closed_eyes: preferisco spendere una giornata intera a costruirmi un programmatore o un qualcosa del genere piuttoseto che usare le breadboard ]:)

Devo contraddirti, ho preso delle breadboard molto buone, sulle quali ho fatto lavori piuttosto consistenti, il più grosso certamente il prototipo del Programmatore HV, non meno di un centinaio di collegamenti tra due bread e con Arduino ed un'altra scheda di interfaccia. Il vero problema non è solo che esistono bread che fanno davvero schifo, ma soprattutto che molti non usano i cavetti specifici e ricorrono a spezzoni di fili rigidi di rame che in breve allargano e rovinano i contatti delle bread, per non parlare di quando ci infilano pin di varia natura grossi quanto chiodi :fearful: I contatti interni si allargano e poi succede di tutto, certo che poi non funziona più nulla! [/quote] su uesto hai ragione, ma non ti pare che fai prima a disegnarti al pc il pcb e farlo su piastra? viene meglio. poi ovviamente ci sono quelli che non possono o non anno farle e allora usano le bradboard o millefori. Diciamo che una delle mie bradboard è ridotta parecchio male XD ci hofatto proprio quello che hai detto ]:D

Aspetta Igor, dipende da cosa devi realizzare; al Programmatore HV ho lavorato due mesi di breadboard, aggiungendo una famiglia per volta, facendo le prove, correggendo errori di collegamento o di interprtazione dei data-sheet; se ogni volta avessi fatto un PCB avrei speso un migliaio di euro a quest'ora. Nonostante tutto i PCB dell'HV li ho dovuti stampare due volte perché nella prima versione avevo comunque alla fine commesso errori perché non avevo applicato allo schema Eagle alcune correzioni fatte sulla bread :sweat_smile: A me piace lavorare su millefori, ma la considero l'alternativa super-economica al PCB e non alla bread, sperimentare su millefori è scomodissimo, altro è realizzarci uno schema di sicuro funzionamento, per il quale non val la pena fare un PCB; e riguardo i PCB monofaccia riesco a farli da me, quindi la millefori la uso per progetti di media difficoltà che richiederebbero un PCB doppia faccia ma che non val la pena realizzare in un Service.

[quote author=Michele Menniti link=topic=113121.msg851306#msg851306 date=1341608249] Aspetta Igor, dipende da cosa devi realizzare; al Programmatore HV ho lavorato due mesi di breadboard, aggiungendo una famiglia per volta, facendo le prove, correggendo errori di collegamento o di interprtazione dei data-sheet; se ogni volta avessi fatto un PCB avrei speso un migliaio di euro a quest'ora. Nonostante tutto i PCB dell'HV li ho dovuti stampare due volte perché nella prima versione avevo comunque alla fine commesso errori perché non avevo applicato allo schema Eagle alcune correzioni fatte sulla bread :sweat_smile: A me piace lavorare su millefori, ma la considero l'alternativa super-economica al PCB e non alla bread, sperimentare su millefori è scomodissimo, altro è realizzarci uno schema di sicuro funzionamento, per il quale non val la pena fare un PCB; e riguardo i PCB monofaccia riesco a farli da me, quindi la millefori la uso per progetti di media difficoltà che richiederebbero un PCB doppia faccia ma che non val la pena realizzare in un Service. [/quote] completamente d'accordo, è vero, le bread servono per sperimentare. però non so perchè ma ho sempre avuto c.. fortuna nella realizzazione di pcb direttamente :stuck_out_tongue_closed_eyes:

stasera sembra che ce l'abbia con te visto che ti devo contraddire ancora :sweat_smile: nella realizzazione di un circuito su PCB funzionante al primo colpo il fattore "C" non c'entra nulla, la tua si chiama bravura caro Igor, anche se non ti piace XD

[quote author=Michele Menniti link=topic=113121.msg851329#msg851329 date=1341609372] stasera sembra che ce l'abbia con te visto che ti devo contraddire ancora :sweat_smile: nella realizzazione di un circuito su PCB funzionante al primo colpo il fattore "C" non c'entra nulla, la tua si chiama bravura caro Igor, anche se non ti piace XD [/quote] e no prof(da oggi ti chiamo cosi :D) ti contraddico io, io non sono per niente bravo nella realizzazione dei pcb; ho detto il fattore "c" perchè io le piste, non le stampo; le disegno :fearful: causa: stampante laser andata e comunque puoi avercea con me tutet le volte che vuoi visto che sono in parte testardo ]:D ]:D