Processore non SMD "Potente"

Vorrei spostare un progetto che ho sviluppato per la MEGA su una board da costruire da zero, pero' credo che prednere solo il micro ATMEGA2560 e saldarlo su una nuova board mi sia impossibile. Quindi vorrei trovare un micro che non sia SMD e possa saldare su sceda o mettere in un socket. Quale e' il micro piu' grande e potente che io possa utilizzare? Anche se meno performante del 2560 non fa nulla, mi adeguero' con lo scketch e con i pin da usare. il 328 e' troppo piccolo!!

Deltoz: Quale e' il micro piu' grande e potente che io possa utilizzare? Anche se meno performante del 2560 non fa nulla, mi adeguero' con lo scketch e con i pin da usare. il 328 e' troppo piccolo!!

Il massimo che trovi in pdid è l'ATMEGA1284p, 40 pin, però attenzione che la potenza di calcolo è la stessa del 328, vale anche per il MEGA2560, cambia solo il numero di periferiche presenti e la quantità di flash/ram disponibile.

grazie mille, si si per "potente" io intendevo soprattutto la quantita' di memoria. In effetti ha la meta' di FLASH del MEGA2560, la stessa quntita' di EEPROM, ma il doppio do SRAM, che non e' male. Ottimo, credo di poterci far entrare tutto, ora devo solo controllare gli io di cui ho bisogno...tra TFT, Touch, SD e altro... ora faccio i conti. Grazie ancora.

Ma un PIC32 no eh?

Con tre euro hai oggetti che sono 5 o 6 volte più performanti di Arduino

BaBBuino: Ma un PIC32 no eh?

Con tre euro hai oggetti che sono 5 o 6 volte più performanti di Arduino

mmmm allora il discorso si ampia e non poco. chiaritemi un po' di idee, vi prego. Io i pic li ho sempre usati...da 15 anni, pero' il linguaggio programmazione l' lho mollato, mio malgrato, molti anni fa e ho sempre usato un programma ad oggetti ( il PARSIC) e mi son sempre sviluppato i miei progetti, ma fermandomi ai 16F876/7. Da qualche mese ho scoperto il mondo di arduino, e mi sono rimesso a studiare, molti concetti li avevo e sono riaffiorati, ed ora riesco a sviluppare abbastanza bene con l' IDE di Arduino, e il fatto di avere gia' shield e librerie pronte mi evita di perdere molto tempo. Detto questo. Se io ho uno sketch gia' pronto per il mega 2560, posso buttarlo dentro un PIC ? come ? ho a disposizione un programmatore USB WILLEM che scrive pure sulle pietre... vi ringrazio.

I PIC hanno molteplici sistemi di sviluppo. I più facili sono simili alla programmazione Arduino, diciamo che è un piccolo step in più, quindi niente di drammatico. Mikroelektronika ha un C con un parco librerie già pronte per quasi ogni oggetto che ti puoi inventare.

Se vuoi approfondire il discorso c’è anche uno speciale thread nella sezione “Generale”, che si intitola “Altre MCU…”.

OK, letto tutto, grazie mille. E' probabile che provero' il compilatore di Mikroelektronika come mi hai consigliato, pero' per il progetto attuale, visto che ho lo sketch gia' pronto per il mega, penso di usare il ATMEGA1284p. Ora non mi resta di capire come infilarcelo dentro. Prendo un 1284p pulito. Presumo che io debba prima caricarci il bootloader e poi posso caricarci lo sketch con l' IDE di Arduino, giusto? Vado a documentarmi, ma prima di leggermi migliaia di pagine potete darmi qualche indicazione sul da farsi? io vorrei poterlo programmare via seriale come faccio con arduino in modo da poterlo modificare in futuro per ogni evenienza. Grazie ancora.

BaBBuino: Ma un PIC32 no eh?

Con tre euro hai oggetti che sono 5 o 6 volte più performanti di Arduino

Dove si possono trovare per quel prezzo? Quale tipo?

In passato ho programmato i PIC delle famiglie 12, 16, 18 ma non ho mai utilizzato un PIC32. Sarei interessato a quelli in formato PDIP.

Spero ce ne siano supportati dall' ICD2 che possiedo. Grazie.

busco: In passato ho programmato i PIC delle famiglie 12, 16, 18 ma non ho mai utilizzato un PIC32. Sarei interessato a quelli in formato PDIP. Spero ce ne siano supportati dall' ICD2 che possiedo.

Ho smesso di usare i PIC32 da molti mesi a favore dei STM32, a mio avviso nettamente superiori ai PIC32 e con costi egualmente economici, se non mi ricordo male ci sono alcuni modelli, sottopotenziati, di PIC32 in case pdip 28. l'ICD2, e il Pickit2, non supportano i PIC32, forse solo qualche modello vecchio dei primi usciti, sia perché ci sono incompatibilità hardware sia perché sono ufficialmente obsoleti e il loro software sono anni che non viene più aggiornato, devi prendere un Pickit 3 e/o l'ICD3.

Un PIC32 a caso in formato DIP 28pin: PIC32MX250F128

  • 50 MHz
  • 83 MIPS
  • 128KB Flash
  • 32KB Ram
  • DMA, un sacco di SPI, I2C, seriali, e perfino USB otg.

Costo 2,54$ (meno di 2 euro).

Direi che sotterra di diverse lunghezze qualsiasi parente di Arduino.

BaBBuino: Un PIC32 a caso in formato DIP 28pin: PIC32MX250F128

  • 50 MHz
  • 83 MIPS
  • 128KB Flash
  • 32KB Ram
  • DMA, un sacco di SPI, I2C, seriali, e perfino USB otg.

Costo 2,54$ (meno di 2 euro).

Direi che sotterra di diverse lunghezze qualsiasi parente di Arduino.

Hai un indirizzo dove acquistarli a quel prezzo?

ho trovato risposta alla mia domanda: http://forum.arduino.cc/index.php?topic=143160.0 grazie comunque.

lock:

BaBBuino: Un PIC32 a caso in formato DIP 28pin: PIC32MX250F128

eccetto il suo core che e' di diversi ordini + complicato del core AVR8, pero'!

Vero Lock, però è "scalabile" nel senso che puoi anche approcciarlo come un 8 bit e fare cose sempliciotte in poco tempo, ad un prezzo di complessità di programmazione appena più alto. Prova un pò a dire lo stesso di un ARM...

lock: Gli ARM, come architettura e annessi, sono + semplici del core MIPS32 in questione (che sono a loro volta una versione semplificata dei fratelli MIPS32 impiegati p.e. nei router), semmai e' il sistema di sviluppo Microchip e relative librerie che rendono l'approccio + semplice rispetto ai sistemi per ARM (compreso Keil SDK).

Per l'utente finale poco importa che ARM funzioni con 10 volte transistor in meno che un equivalente (come prestazioni) di altra architettura.

Con Mikroelektronika e un PIC 32, in una giornata impari a fare già qualcosa di simpatico. Con uVision e un ARM, dopo una giornata hai solo il mal di testa... :grin:

BaBBuino: Con Mikroelektronika e un PIC 32, in una giornata impari a fare già qualcosa di simpatico. Con uVision e un ARM, dopo una giornata hai solo il mal di testa... :grin:

Guarda che il MikroC c'è anche per gli ARM :)

astrobeed:

BaBBuino: Con Mikroelektronika e un PIC 32, in una giornata impari a fare già qualcosa di simpatico. Con uVision e un ARM, dopo una giornata hai solo il mal di testa... :grin:

Guarda che il MikroC c'è anche per gli ARM :)

Ho visto, anche se non ho visto per quanti generi di reincarnazione ARM esiste.

Il discorso che faccio, PIC32 versus ARM, è una questione a 360°, dai sistemi di sviluppo alla quantità di documentazione fruibile.

BaBBuino: Il discorso che faccio, PIC32 versus ARM, è una questione a 360°, dai sistemi di sviluppo alla quantità di documentazione fruibile.

Allora hai perso in partenza perché non c'è confronto tra PIC32 e ARM a favore di quest'ultimi, se uno come me che è un MicrochipFanManiaco ha deciso di non usare i PIC32 a favore degli STM32, giusto per rimanere nella stessa classe di mcu, ci sarà un motivo no ?

lock: non per numero di transistor per design di architettura, i MIPS sono macchine fortemente RISC, il che significa (andando su sistemi seri) avere a che fare almeno con - tlb - cop0, anche per i semplici interrupt, e non e' affatto simpatico/piacevole/amichevole - hazard della pipeline, specialmente per l'I/O - cache coherency (e questa sui MIPS ti piega, quando non ti spezza, sopratutto in ambienti multi core)

i PIC32 sono versioni super semplificate, ma gli ARM sono macchine fortemente ibride, molto + CISC che RISC, il che segnica avere molti meno fastidi e faccende molto + amichevoli, sopratutto a basso livello.

Ti parlavo di scalabilità... e tu sei già andato sulla Luna... anzi, su Marte :grin:

Per applicazioni Hobbistiche non serve conoscere quel genere di profondità, anche se, in effetti, la nidificazione degli Interrupt è abbastanza rognosa nei PIC, ma la media delle applicazioni è qulla che vedi su questo sito, e al massimo si possono avere 2 o 3 livelli di priorità, senza dover ricorrere alla conoscenza dei registri Shadow, porre attenzione alla dimensione dello Stack o altre amenità.

Io, che sono un BaBBo, sono riuscito ad usare periferiche con comunicazione in DMA, e senza troppi problemi. Anche se sono un professionista, in questo particolare settore non posso considerarmi che un Hobbista avanzato, quindi se ci riesco io ci deve riuscire anche un Hobbista medio che mira (avendone voglia) a diventare Advanced.

Quindi, dal mio punto di vista (che è rappresentativo dell'Hobbista Advanced) i PIC32 sono un'ottima soluzione che, ai punti, vince su ARM.

astrobeed:

BaBBuino: Il discorso che faccio, PIC32 versus ARM, è una questione a 360°, dai sistemi di sviluppo alla quantità di documentazione fruibile.

Allora hai perso in partenza perché non c'è confronto tra PIC32 e ARM a favore di quest'ultimi, se uno come me che è un MicrochipFanManiaco ha deciso di non usare i PIC32 a favore degli STM32, giusto per rimanere nella stessa classe di mcu, ci sarà un motivo no ?

Ho appena postato sopra il perchè. E tu non sei un Hobbista! Nel tuo caso era un imperativo migrare su ARM, anche perchè il mercato ha una percezione particolarmente spiccata verso il considerare ARM come un priocessore "professionale", mentre un PIC32 (che è sempre... un PIC...) non ha questa nomea. Ecco che un collega mi diceva che lo stesso progetto (una media applicazione) se usa un ARM, può anche essere venduto al cliente ad un prezzo da 2 o 3 volte superiore a quanto si potrebbe fare con un Fujitsu a 8 bit o un PIC32 (che fosse anche a 256 bit, si ha sempre la percezione che è un "PIC").

BaBBuino: Nel tuo caso era un imperativo migrare su ARM, anche perchè il mercato ha una percezione particolarmente spiccata

Questa è solo una tua congettura, io non seguo il mercato, io scelgo i micro per i miei lavori in base a quello che devo fare, me ne frego altamente della pubblicità e delle mode, ho messo da parte i PIC32, dopo averli usati per un paio di anni, perché gli ARM con core Cortex sono meglio punto e basta.