Progetto accenzione tramite sensore laser di una multipresa.

Buonasera, ormai è un mesetto che smanetto con Arduino e dopo aver costruito il mio primo robot, costruito ogni sorta di stupidata che mi venisse in mente ho deciso di darmi alla domotica. Allora vi spiego, ho realizzato tramite Arduino un sistema basato su un laser rosso (quelli che vendono i cinesi) che nel momento in cui metto la mano nel fascio implementa un contatore che fa scattare un relè, quando ripasso la mano lo resetta e il relè si disattiva. Il suo utilizzo è semplice, visto che ogni volta che mi sedevo alla mia postazione dovevo abbassarmi ed accendere la multipresa (si sono molto attivo) ho sviluppato questo sistema che mi permette di accende il tutto passando una mano sul sensore laser che è collegato ad una piccola prolunga (schematicamente lo è, in realtà Arduino è collegato alla prolunga tramite relè) che si interpone fra la multipresa e la presa di corrente. Visto che comunque la tensione è molto alta mi chiedevo se ci fosse il rischio di fusione del relè o della breadboard, per comodità ho messo il tutto sulla breadboard ma è una grossa cavolata da fare vero? Ah, se per caso la corrente dal relè finisse sui pin di arduino dopo avermi fritto l'arduino si attiverebbe il salvavita del mio impianto elettrico?

Dipende da come hai realizzato il circuito del relè. Hai seguito qualche schema "sicuro" ? Tipo questo (Scheda numero 3) ? http://forum.arduino.cc/index.php?topic=146152.0

Comunque sarebbe da spostare dalla breadboard. Fai almeno una millefori. Meglio se poi la metti in una scatolina da elettronica.

Progetto sicuro non lo so... ho semplicemente collegato un pin di arduino al rele (il pin 5 e il gnd) e poi il pin centrale del relè alla prolunga. Insomma, il circuito così lo immagini così l'ho fatto. E se invece di usare la millefori saldassi direttamente la prolunga al relè? Sinceramente non ho voglia di andare a comprare una millefori!

Il relè "nudo e crudo" ? Oppure una board con relè già montata tipo questa? ebay_link_relay

Se nudo e crudo senza diodo di protezione rischi di bruciare il pin di Arduino c'e' ne sono.

XSparter: Sinceramente non ho voglia di andare a comprare una millefori!

Mica mi muovo e la vado a comprare!?! Vado su ebay e la ordino. Arriva lei. ebay_link

Ma si brucia per via del fatto che la corrente di arduino rientra nel circuito? Affettivamente non ci avevo pensato xD. Si, il relè è nudo e crudo ma ho i diodi che mi sono usciti dal kit starter, vanno bene quelli? A me interessa che la corrente dell'impianto elettrico non mi frigga Arduino senza accendere il salvavita, non vorrei che si scatenasse qualche incendio hahaha

Se il relè è un prodotto serio e non una "zozzeria", problemi di rientro della corrente dai contatti del relè alla bobina non ne dovresti avere, però ... ... salvo che non sia veramente un relè minuscolo, nel qual caso occhio al carico che lo fondi, c'è da tenere conto del problema del SUO assorbimento.

Ogni pin di Arduino può fornire, al MASSIMO, 40 mA, il che significa che, realmente, non devi caricarlo con più del 65-70% di detta cifra. Ora .. quanto assorbe il tuo relè a 5V ? E ... vale la pena di risparmiare un diodo ed un transistor ? Perché altrimenti ... guarda QUI (... quando il sito di pighixxx riprende a funzionare ... :roll_eyes:), scheda No. 3, in alto a sinistra :)

Guglielmo

il relè che uso è: http://www.ebay.it/itm/221302445138?ssPageName=STRK:MEWNX:IT&_trksid=p3984.m1439.l2649 Però non ho capito cosa intendi tu per "risparmiare un diodo ed un transistor". Mi stai invitando ad usare un transistor per fare questo? Penso che il relè sotto questo punto di vista sia MOLTO più sicuro di un transistor, al massimo invece di usarne uno ne uso due, non è che ho gran problemi. Non o capito quella cosa dell'assorbimento, se il rel'è assorbe troppo da arduino è meglio se uso un diodo?

Purtroppo non è riportato l’assorbimento …
… collega un amperometro in serie, alimentalo con un alimentatore a 5V e leggi quanto assorbe :wink:

NO, non intendevo sostituire il relè con un transistor, intendevo quello che avresti dovuto vedere nello schema di cui ti avevo dato il link che … purtroppo al momento NON è raggiungibile.

Pighixxx mi scuserà, faccio una copia dal file pdf che ho è ti metto in allegato l’immagine che intendevo mostrarti … così capisci cosa intendo … :wink:

Guglielmo

rele.jpg

AHHH ho capito, praticamente invece di usare direttamente arduino per alimentarlo uso una tensione che ricavo da un trasformatore esterno giusto? Però questo nel caso in cui il relè assorba troppo, a proposito, l'amperometro sarebbe il multimetro? No perchè io pensavo che servisse solo a misurare la tensione, effettivamente non mi sono mai chiesto a cosa servissero tutti quegli altri numeri LOL

Se hai un multimetro, la funzione Amperometro è una delle varie funzioni che normalmente esso svolge ... Voltmetro, Amperometro, Ohmmetro, ecc. a seconda delle funzionalità dell'oggetto :)

Mettilo su Amperometro e collegalo IN SERIE tra il relè e un alimentatore a 5V e vedi quanti mA assorbe. In base all'assorbimento, se esso è maggiore di 25 mA ... ti consiglio il circuito di pilotaggio che ti ho allegato prima ;)

Guglielmo

O dio... non sono capace. il mio multimetro è questo: http://www.lapanthera.hu/public/webshop/original/UT33D_L_jpg.jpg UT33D

come devo settarlo? Scusa l'ignoranza ma non sapevo neanche potesse farlo :(

Ma … non hai un manuale su cui studiare come funziona ??? :astonished: :astonished: :astonished:

Comunque … commutatore su 200m, e puntali nei due buchi che ti ho indicato … lo devi mettere IN SERIE al relè … quindi +5V al puntale positivo, puntale negativo ad uno dei due terminali della bobina del relè, altro terminale del relè a GND … e leggi che valore da.

Guglielmo

Ti dico la verità, il tester non mi dice niente, come se non facessero contatto…
EDIT:
funziona ho messo il puntale rosso sull’altro connettore del tester, è normale che vada in corto quando lo faccio?
EDIT2: comunque per quei pochi attimi che apapre qualcosa suil display esce 16, se il valore è affidabile significa che posso pilotarlo con arduino, unica accortezza è il diodo vero?
EDIT3: io molto intelligentemente invece di metterlo in serie cortocircuitavo GND con vcc… GENIO
EDIT4: faccio 00,7 quindi arduino può pilotarlo tranquillamente

Mi sembra un po poco ... dunque, tu hai messo :

+5V --- PUNTALE ROSSO (nel buco che ti ho indicato io però) --- STRUMENTO --- PUNTALE NERO --- RELE --- GND

Giusto ?

Quanto segna ? Se fai ancora uno scatto, a 20m cosa segna ? :)

Guglielmo

No, se lo metto nel foro che mi hai indicato tu il valore non si muove, per farlo variare devo metterlo nell'altro foro... Se vuoi posso fare qualche foto , però ho collegato tutto come mi hai detto tu, l'unica variante sta nel buco del multimetro, possible che il mio multimetro sia rotto??

Si, c’è un problema …
… guarda bene l’immagine che allego … se leggi, dove ho fatto il rettangolo, c’è scritto :

200 mA MAX
  FUSED
  V?mA

significa che quella presa è per misurare : corrente fino a 200mA massimo ed è protetta da fusibile, Volt, Ohm e genera onde quadre.

Nota la parola … protetta da fusibile … se tu in posizione 200mA l’hai collegato ai capi di una alimentazione in parallelo (… come mi sembra tu abbia fatto), invece che in serie (come si usa per misurare la corrente) … probabilmente hai bruciato il fusibile che è dentro lo strumento (…e che sta li proprio per proteggerlo … da errori come i tuoi o di sovraccarico). Quindi …

… prenditi il manuale e guarda come si cambia il fusibile di protezione … perché per la portata 200mA quella è la presa che occorre usare, l’altra ha fondo scala 10A … e in questo caso, ci perdiamo troppi decimali … :roll_eyes:

Guglielmo

effettivamente il fusibile è andato... (è proprio tranciato di netto) Che cavolo, ora devo mettermi a riparare pure il multimetro... Se riesco penso che entro sera dovrei metterlo apposto... Anzi, menomale che sono un "conservatore" ho appena trovato un fusibile identico a quello che ho nel multimetro in una scheda di una vecchia TV in bianco e nero! Ed io che pensavo di averle strappato via tutto $)

XSparter: Anzi, menomale che sono un "conservatore" ho appena trovato un fusibile identico a quello che ho nel multimetro in una scheda di una vecchia TV in bianco e nero! Ed io che pensavo di averle strappato via tutto $)

Emmm ... occhio che non sia "identico" solo nella forma, ma, fondamentalmente, nel "valore" ...

XSparter ... mi sento in dovere di dirtelo ... vista la tua poca esperienza ... io ti sconsiglio di "giocare" con la 220V ... errori come quelli che hai fatto, fatti con i 5V è un conto ... fatti con il 220V ... ci si fa come minimo male e, nei casi peggiori ... ci si può restare attaccati ... :~

Quindi ... pensa bene a quelli che fai ... :roll_eyes:

Guglielmo

Caro Guglielmo (che tra l'altro è il nome del mio babbo) poi un giorno mi spiegherai come fai ad avere una pazienza così smisurata. Le strafalcionate che ho letto mi han fatto venire il nervoso! e dire che pure io sono alle prime armi ma almeno so cos'è un grilletto, un percussore e una canna, a buon intenditor...... hehehe :grin:

Non prendetela male eh! Sto ridendo e scherzando.... ;) ;) ;) :D