progetto controllo velocità pallino di piombo per fionda

Salve, avrei l’intenzione di fare un progetto per controllo velocità pallino di piombo per fionda… ovvero passando attraverso in un cerchio,
mettendolo in verticale e fare passare il pallino di piombo nel cerchio e con arduino vedere la velocità.

secondo voi è fattibile ? e che sensori mi servono ? avete i link su amazon ?

grazie mille e buona domenica.

Vedo difficile trovare un sensore che possa tigherare il proiettile. L' unica cosa che mi viene in mente é un sensore radar e calcolarne con l' effetto doppler la velocitá.
Ciao Uwe

Esistono dei misuratori di velocità che si usano con le armi da soft-air, per determinarne la potenza in base alla velocità del pallino, che possono misurare anche la verocità di altri "proiettili" (frecce, pallini di carabine ad aria compressa, ecc.)

Vedi QUI

Attilio

ok . si avete ragione è troppo difficile .. ma volevo farmelo da solo..

penso ad un'altro progetto e poi vi faro sapere.

vi ringrazio lo stesso e buona domenica.

Facile non è, ma nemmeno impossibile.

Il marchingegno è costituito da due fototrappole poste ad una distanza predefinita una dall'altra. Quelle strisce di plexiglas poste in alto servono a rendere uniforme la luce che illumina la fotocellula sottostante (senza quelle il misuratore non funziona).

Quando passa l'oggetto, del quale vogliamo misurare la velocità, viene visto in sequenza dalle due fotocellule (F1 e F2) e viene misurato il tempo trascorso tra l'inizio del rilevamento su F1 e l'inizio del rilevamento su F2. La differenza T dei due tempi T1 e T2, conoscendo lo spazio S tra F1 ed F2, ci permette di ottenere la velocità (V = S/T).

Come vedi il concetto è semplice, la difficoltà sta tutta nella realizzazione e taratura dell'hardware, ma non è detto che non si possa realizzare.

Attilio

ultimo_53:
Facile non è, ma nemmeno impossibile.

Il marchingegno è costituito da due fototrappole poste ad una distanza predefinita una dall’altra. Quelle strisce di plexiglas poste in alto servono a rendere uniforme la luce che illumina la fotocellula sottostante (senza quelle il misuratore non funziona).

Quando passa l’oggetto, del quale vogliamo misurare la velocità, viene visto in sequenza dalle due fotocellule (F1 e F2) e viene misurato il tempo trascorso tra l’inizio del rilevamento su F1 e l’inizio del rilevamento su F2. La differenza T dei due tempi T1 e T2, conoscendo lo spazio S tra F1 ed F2, ci permette di ottenere la velocità (V = S/T).

Come vedi il concetto è semplice, la difficoltà sta tutta nella realizzazione e taratura dell’hardware, ma non è detto che non si possa realizzare.

Attilio

ok, grazie del suggerimento sai dove si trovano le fototrappole e il materiale dove posso costruirlo .

hai dei link dove spiegano queste cose?

grazie mille e buona domenica.