Progetto lampada led con interruttore magnetico

Salve, ho intenzione di creare un circuito per arduino che accenda una lampada led con un interruttore magnetico

Cerco consigli per il progetto, anche perché dovrò mettere tutto dentro una lampada sub. Vi terrò aggiornati se il progetto và a termine

ciao e benvenuto. non ha senso usare un microcontrollore per il tuo progetto. non serve a nulla. l'interruttore accende e spegne già di suo, perchè complicare inutilmente una cosa semplicissima? sarebbe come prendere lo space shuttle per andare a comprare il pane dalla parte opposta della strada :D

Beh presentato il progetto per come ho fatto io, capisco che è una pazzia. Mi spiego meglio, la questione di andare a utilizzare arduino per una lampada led e impiegare il circuito in una lampada sub è il seguente: Le semplici batterie per lampade sub costano parecchio e pensavo di andare ad alimentare arduino con un power bank visto che è comodo, piccolo e lo posso ricaricare. Se la lampada si allaga cosa che succede diverse volte per le lampade sub posso rifare il tutto con una spesa inferiore invece di far riparare la lampada dalla casa costruttrice. Il resto è una mio piacere personale, voglio smanettare, mi sembra ovvio. Inoltre utilizzare arduino mi potrebbe garantire di amplificare il progetto inserendo un sensore di umidità così se in caso la lampada all'interno abbia condensa o acqua, arrivi a spegnersi e eviti di danneggiare tutto. "Non sò nemmeno se è possibile una cosa del genere" Ma ad ogni modo vorrei provare. Attendo risposte

Capisco che vuoi smanettare, ma continuo a non capire cosa dovrebbe fare arduino. Anche il sensore può lavorare benissimo senza arduino, inoltre una volta che è entrata l’acqua spegnere la luce non è che risolve il problema perché la batteria andrebbe in corto comunque rovinandosi.
Se c’è qualcosa che mi sfugge illuminami.

Mi chiedo perchè non limitarsi solamente a darmi consigli su come realizzare la cosa, ma va bene lo stesso, queste sono le pecche di iniziare a frequentare un forum. Ad ogni modo arduino potrebbe darmi la possibilità di utilizzare la lampada a risparmio energetico e strobo, cosa abbastanza utile per le immersioni. Ad ogni modo andrei a sigillare tutto all'interno di una seconda scatola stagna da inserire poi dentro la lampada quindi la questione acqua e corto circuito come dici tu potrebbe essere "evitata" Attendo sempre risposte su come aiutarmi per realizzare il progetto e non per evitare di farmelo fare :) Cordiali saluti!

andreadlocks: Mi chiedo perchè non limitarsi solamente a darmi consigli su come realizzare la cosa,

ma è quello che sto cercando di fare! ;) io di solito cerco il modo migliore e più semplice possibile per fare le cose e i miei consigli sono stati in questo senso, ma se a te piace farle nel modo più complicato non è mica un problema, sei libero di farlo.

vuoi fare un interruttore con arduino? bene, apri l'esempio "button" o meglio "debounce" dell'IDE e hai il codice già pronto. vuoi fare uno strobo con arduino? apri l'esempio "blinkwithoutdelay" dell'IDE e hai il codice già pronto. vuoi fare altro? rispondi a questa domanda

ricdata: ... cosa dovrebbe fare arduino?

secondo me hai le idee un pò confuse e non sai bene a cosa serve un microcontrollore. se ti presentassi come da regolamento e ci dicessi cosa sai fare di elettronica/informatica sarebbe utile per darti consigli più mirati.

Vorrei fare altro come controllare il livello di batteria del power bank con un display, Sicuramente ho le idee confuse essendo un neofita in questo campo, non metto in dubbio il fatto di essere l'ultimo arrivato. Magari mi puoi aiutare facendo un pò di chiarezza nei dubbi che ho.

@andreadlocks: Non avendolo ancora fatto, ti rammento che dovresti presentarti QUI (spiegando bene quali conoscenze hai di elettronica e di programmazione) e leggere con attenzione il REGOLAMENTO.

Guglielmo

Secondo me i dubbi non ce li hai solo in elettronica ma soprattutto in subacquea. Che lampade compri che si allagano spesso? Una lampada [u]decente[/u] da subacquea resiste minimo a una pressione di 7-8atm più che sufficienti per immersioni ricreative. Ovviamente se poi la manutenzione viene effettuata in maniera pressapochista... Le batterie per torce subacquee sono normalissime batterie litio, si costano ma principalmente per il formato ricercato con cui ti vengono propinate. Se sei un bravo subacqueo saprai bene che meno attrezzatura ci si porta dietro meglio è, e una torcia che dispone di un display è principalmente inutile, le torce si ricaricano sempre prima di un immersione e si sa già di quanta autonomia possono offrire. In ultimo ma certamente non meno importante quando si fa immersione bisogna essere certi dell'attrezzatura che ci si porta, non si si può affidare a qualcosa di artigianale che non è stato sottoposto a determinati test. Vuoi divertirti con Arduino, ma questo non è decisamente il progetto giusto per farlo.

Edit: A che servirebbe l'effetto strobo sott'acqua?

il mio consiglio è di riordinare le idee e [u]decidere bene cosa devi fare[/u], perchè siamo partiti da un interruttore, poi hai cambiato idea ad ogni post. prenditi qualche giorno per smanettare e capire le cose basilari di arduino, guardati gli esempi e provali come abbiamo fatto tutti noi agli inizi. poi torni, ci spieghi il tutto e vedrai che troverai tutto l'aiuto di cui hai bisogno ;)

@RobertoBochet: Carissimo, per quanto riguarda le immersioni penso proprio che dopo quello che hai scritto ti puoi fare da parte, a quanto pare non è il tuo campo, come non lo è per me l'elettronica visto che è un mondo completamente nuovo per me e sto compiendo adesso i primi passi con la massima umiltà, ma a quanto pare di saccenza in giro c'e ne troppa e me ne devo fare una ragione. Ad ogni modo ti spiego il motivo del perchè avere uno strobo è importante specialmente nelle immersioni notturne, visto che è utilizzato per richiamare l'attenzione dei sub durante la stessa. Avere un display che segni la percentuale di batteria mi verrebbe comodo perchè eviterei di ricaricarla quando si trova per metà carica, che per quello che ne sò io ricaricare una batteria quando si trova al 20% è la cosa ottimale almeno per quello che ne sò io, il display ovviamente verrebbe messo all'interno della lampada e non all'esterno come dicevi tu. Le lampade sub arrivano a pressioni maggiori di quelle che hai scritto tu, ma questi sono "dettagli" Non riesco a capire il collegamento tra la poca attrezzatura da portarsi durante l'immersione con il mettere il display, se lo dici tu che è inutile... Per la questione "artigianale" ti posso assicurare che ci sono ottime aziende che producono lampade sub che sono completamente artigianali. Il Privato te ne potrei dare qualche link.

Visto che nel mio caso mi ritrovo ad avere l'involucro esterno della lampada, e che sono alla ricerca solamente di una soluzione per fare il circuito interno tutto quello che hai scritto decade. Ti consiglio di rileggere il manuale sub che hai utilizzato, magari appartenente a qualche didattica molto commerciale, se ti accorgi che si rivela troppo vecchio, puoi tranquillamente consultare il tuo istruttore di zona che ti potrà "illuminare" sui cambiamenti che ci sono stati da quando facevi immersioni tu con l'aralù ad oggi. ;) (Senza rancore, ovviamente)

Dimenticavo, per quando riguarda la conoscenza della propria attrezzatura, test, normative e tutto il resto, mi pare che la lampada non può essere paragonata ad un erogatore o ad un computer sub artigianali, infatti utilizzandola in una semplicissima immersione diurna e che per caso si allaghi, non penso proprio possa mettere in pericolo la mia vita ne del mio compagno di immersione.

@ricdata: Le mie idee penso che siano abbastanza chiare, ma le riscrivo adesso magari non sono stato abbastanza chiaro e pratico con la cosa:

Sono in possesso di una lampada sub bruciata, quindi ho in ottimo stato l'involucro esterno: la lampada ha già un interruttore magnetico quello interno si è rotto, è intregro quello della parte esterna, vedendo sul web ho constato che arduino può essere alimentato con un power bank e questo vorrei mettere il tutto insieme.

La lampada prima di bruciarsi funzionava con una lampada anogena, cosa che io vorrei evitare di usare nuovamente visto che con il led avrei meno consumi di batteria.

Domanda: Posso inserire arduino in questo contesto come base iniziale? Ciò a dire: Power bank, arduino, interruttore magnetico e lampada led? Se si, in seguito è possibile avere un display che legga la percentuale di batteria all'interno del power bank? Attendo notizie. Scusate la mia ignoranza.

continuo ad essere dell' opinione che arduino si può evitare, ma visto che di elettronica ne sai poca, utilizzarlo ti può semplificare le cose, ma dovrai darti da fare un pò con la programmazione. tieni conto che qui, come in ogni altro forum, trovi tutto l'aiuto che vuoi, ma non troverai nessuno che farà tutto il lavoro per te.

detto ciò, quello che hai descritto si può fare benissimo con relativa facilità.

PS: io non sono pratico di immersioni (ho paura anche a fare il bagno nella vasca :D ), non ho idea quindi della visibilità che si ha sott'acqua, tieni però presente che la luce led è molto meno efficace dell'alogena, specie se è una cosa "fai da te".

Domanda: Posso inserire arduino in questo contesto come base iniziale? Ciò a dire: Power bank, arduino, interruttore magnetico e lampada led?

Si, ma a meno che tu non voglia usare Arduino per fare dei giochi di luce, o ridurre la luminosita' o far lampeggiare il Led, ne puoi fare anche a meno

Se si, in seguito è possibile avere un display che legga la percentuale di batteria all'interno del power bank?

Questa la vedo piu' dura. Un power bank, per sua natura, si carica a 5V ed eroga 5V e all'interno c'e' una batteria al Litio da 3.7V seguita da un circuito StepUp che la porta a 5v. Quindi alla sua uscita, trovi 5V anche se la batteria e' quasi scarica. Potresti pero' anche fare un cronometro con Arduino, che ti misura il tempo trascorso di utilizzo. Sapresti in modo aprossimativo quando ti si spegnera' il Led. Con un bel LCD e il conteggio alla rovescia

Mi dai l'idea di un altro PADI che non conosce la differenza tra atm e Pa.

Per la questione "artigianale" ti posso assicurare che ci sono ottime aziende che producono lampade sub che sono completamente artigianali. Il Privato te ne potrei dare qualche link.

Apri un dizionario e leggi cosa vuol dire artigianale... Ora abbiamo capito perché le tue lampade si allagano spesso. Tutto quello che finisce sott'acqua necessità di una certificazione particolare per la permanenza in acqua per periodi prolungati.

Avere un display che segni la percentuale di batteria mi verrebbe comodo perchè eviterei di ricaricarla quando si trova per metà carica, che per quello che ne sò io ricaricare una batteria quando si trova al 20% è la cosa ottimale almeno per quello che ne sò io, il display ovviamente verrebbe messo all'interno della lampada e non all'esterno come dicevi tu.

Mi sa che dovresti leggere con più attenzione e non viaggiare con la fantasia. Nessuno ha mai parlato di display esterno è solo stato sottolineato quanto sia inutile un display in una torcia da immersione.

Dimenticavo, per quando riguarda la conoscenza della propria attrezzatura, test, normative e tutto il resto, mi pare che la lampada non può essere paragonata ad un erogatore o ad un computer sub artigianali, infatti utilizzandola in una semplicissima immersione diurna e che per caso si allaghi, non penso proprio possa mettere in pericolo la mia vita ne del mio compagno di immersione.

Sinceramente non te la posso criticare come opinione, se hai bisogno di una torcia che funzioni si o no a 10m e non ti da alcuna affidabilità buon per te. Se devo comprare una torcia questa non mi deve assolutamente abbandonare mentre sono a -35m in una caverna.

Ad ogni modo ti spiego il motivo del perchè avere uno strobo è importante specialmente nelle immersioni notturne, visto che è utilizzato per richiamare l'attenzione dei sub durante la stessa.

In notturna anche una lampada da 100lux risulta facilmente individuabile a media lunga distanza, quindi importante è una parolona esagerata, può essere utile se non si hanno le facoltà di agitare una torcia, in caso contrario è proprio una funzione inutile, ma se vuoi implementala libero di farlo, anche in questo caso Arduino non è necessario.

non ho idea quindi della visibilità che si ha sott'acqua, tieni però presente che la luce led è molto meno efficace dell'alogena, specie se è una cosa "fai da te".

ricdata permettimi di spiegarti una particolarità delle torce subacquee a LED. Si sfrutta il fatto di avere il dissipatore direttamente in acqua cosi da poterlo sottodimensionare rispetto ad uno ad aria e poter aumentare cosi la potenza dei LED, questo ovviamente impone uno scafo e un dissipatore disegnato su misura, e di conseguenza anche un bulbo disegnato su misura per sfruttare al meglio i LED. Ovviamente tutto questo è impossibile con un semplice fai da te.