qualche trucco sulle saldature

salve! sto saldando il mio primo circuitino, fatto in comunità attraverso il forum ;). forse sto usando male il saldatore: la punta sembra non fonda più il materiale ed è nera mentre i lati della punta continuano a funzionare. poi... sulla spugna che si trova nella saldatrice cosa ci va? acqua??? grazie mille ragazzi/e! laura

ciao, si sulla spugna va acqua, tieni costantemente pulita la punta, strofinala dopo 2/3 saldature sulla spugnetta o comunque non appena vedi che si sporca eccessivamente. giorgio

grazie!

Alcuni tutorial in italiano:

http://www.vincenzov.net/tutorial/stampati/saldatura.htm

http://www.geocities.com/SiliconValley/Garage/1748/soldering/index.html

http://www.youtube.com/watch?v=nA0cr6mMoi8

Ciao Laura, ti sono solidale. Questa settimana mi cimenterò pure io con le prime saldature... Chissà che delirio... Ho acquistato un saldatorino da 8W speriamo vada bene... A presto le mie difficoltà...

non per scoraggiarti, ma 8W mi sembrano pochini

ale914 si, lo so: me lo hanno già detto. Il tizio che me lo ha venduto, però, afferma che per piccole saldature su circuiti come quelli di arduino dovrebbe andare bene. Ad ogni modo farò una prova: sai, non avendolo mai fatto non ho veramente idea... Sto scoprendo un mondo dietro l'altro :-)

X la mia modesta esperienza: 1) Saldatore con punta fine e ben pulita 2) Stagno di qualità e a filo sottile 3) Piste e reofori ben puliti(non ossidati)

Soprattutto il punto 3 altrimenti lo stagno non attacca e forma la pallina.

ste palline me le fa sempre!!!!

un altro tutorial http://www.audiocostruzioni.com/a_d/idee/saldatura/saldatura.htm

ciao

Se le parti sono ben pulite e ti si forma la pallina ci sono 2 possibilità:
1)lo stagno è di pessima qualità.
2)Stai riutilizzando stagno già fuso… “bruciato”.
Lo stagno ha all’interno una pasta che facilità l’attaccatura, se impieghi troppo tempo, toglilo perchè fa + danno che altro.

Ma quindi Eugenio, fammi capire. 1) Accendo il saldatore e lo lascio scaldare per 5 minuti circa. 2) Pulisco saldatore e millefori anche con spugnetta umida 3) Appoggio la punta del saldatore sui fili da saldare facendoli scaldare (questo passaggio non ho ancora capito se devo farlo o meno) 4) Quando caldi ci metto lo stagno sopra in modo che venga saldato grazie alla temperatura che sprigiona il saldatore...

Tutto giusto?

anche io ho dedotto così, ma in men che non si dica la punta del mio saldatore diventa nera, non è più pulibile e non salda... ho anche passato carta vetrata per pulirla, ma appena riaccendo tutto e saldo, diventa nera....

Ennesima guida http://www.moddingplanet.it/review.php?id=64 Nathanvi, anche + di 5 minuti, e ok quando lo stagno si scioglie all'istante. La punta va pulita ogni tot minuti. Le piazzole di rame della millefori devono essere lucide se sono opache una leggera passata di carta abrasiva. Per il 3 e 4 vedi la guida sopra. Una corretta saldatura è veloce 1-2 secondi al massimo. A mio avviso conviene prenderci mano su qualcosa da buttare.

Se posso aggiungere, io mi trovo bene a saldare presciogliendo una piccola quantita' di stagno sulla punta del saldatore, e poi porto il filo di rame vicino alla base della piastra, dove c'e' il componente da saldare. La saldatura e' una cosa veloce, un paio di secondi. Se fatta bene di solito viene a forma conica, la base sulla piastra ramata viene coperta dallo stagno che sale stringendosi lungo la gambetta del componente. Per questo forse ci vuole un po' piu' di pratica.

Assicuratevi prima di iniziare che il saldatore sia caldo, deve sciogliere lo stagno senza fare fatica.

Sciogliere dello stagno sulla punta del saldatore serve... ma solo per sfruttare il disossidante interno allo stagno e pulire bene la punta, appena sciolto si aspetta qualche secondo e si scrolla i saldatore per togliere lo stagno in eccesso. Mai usare lo stagno che si trova sulla punta del saldatore ! Il disossidante e' gia' evaporato quindi non pulirebbe il pezzo da saldare con il rischio di avere dell'ossido sui reofori e un circuito che non funziona o funziona male senza sapere il perche. 8 watt di saldatore vanno bene per circuiti prestagnati e saldatura di transistor forse, meglio un 20/30 watt opure i reofori e le piste raffeddano la punta immediatamente. La potenza di un saldatore si sceglie dall'estensione di quello che si vuole saldare. Discorso diverso per le stazioni a temperatura controllata che danno potenza a richiesta per mantenere la punta alla temperatura voluta. Altra regola basilare MAI pulire la punta del saldatore con carta vetrata o lime, la punta e' ricoperta da uno strato di antiossidante, per questo si usa la spugna umida, una volta tolto l'antiossidante la punta diventa nera e camola di brutto ( fa i pallini ).

La regola per una buona saldatura eletronica: Lo stagno lo devono sciogliere i pezzi da saldare e non il saldatore, solo cosi' si avra la sicurezza di un collegamento elettrico corretto. Si appoggia il saldatore in modo che tocchi piazzola e reoforo, si aspetta 1/2 secondi ( con un buon saldatore di potenza adeguata ) si appoggia lo stagno dall'altro lato rispetto al saldatore, lo stagno inizia a fondere e rilascia la colofonia ( disossidante ) che contiene, questa pulisce il pezzo ed evapora sopra di esso lasciando una superfice perfettamente pulita, per questo si lascia il saldatore ancora 1 secondo dopo che lo stagno si e' sciolto per permettere al disossidante di evaporare completamente con il calore. La saldatura a questo punto e' bella lucida e tiene sia meccanicamente che elettricamente. Fate attenzione che usando troppo stagno del disossidante puo' andare trauna pista e l'altra, ad alta frequenza puo' dare dei disturbi creando delle capacita parassite tra le piste, rimuovetelo con del'acetone. E poi la cosa veramente importante e' l'esperienza, saldate saldate saldate, prendete una vecchia scheda dissaldatela ( cosa molto piu' difficile che saldare ihihih ) e poi risaldateci i componenti. Oppure saldate resistenze tra loro e provatele anche meccanicamente vedrete che alcune saldature anche se sembrano ben fatte tirando si staccano, non e' evaporato del tutto il disossidante, allenatevi e' la cosa migliore.

Tinman, grande post.
Grazie, hai risposto alle mie domande in modo chiarissimo.
La cosa certa adesso, è che per ultimare il mio progetto devo acquisire esperienza e non posso per un po’ di tempo :slight_smile: