Regalo per esperto informatico ma novizio elettronico - consigli?

Ciao a tutti!

Vi scrivo per chiedervi un consiglio: vorrei regalare ad un mio amico, che si è mostrato interessato a questo mondo, la sua prima scheda Arduino. Essendo costui un informatico, ha un'ottima conoscenza di programmazione ma non buona di elettronica.

Avrei quindi pensato ad una nodeMCU (con pin già saldati) in modo che possa fare esperimenti interessanti che riguardano l'IOT. Mi domando, però quale sia la versione migliore: ho guardato sul forum ma l'unica discussione trovata risale al 2017 e non si arriva ad una conclusione.
Ho notato inoltre una schedina con display incorporato che sembra davvero carina ed un'altra con display incluso.

Alternativamente, ci sarebbero i vari kit che sono interessanti ma ai prezzi delle singole schede nodemcu con le quali si può già far qualche cosa di davvero interessante, ovviamente, c'è ben poco (magari mi sbaglio).

Ho anche visto le nuove schede Arduino della serie Nano che sono studiate per l'IOT ma tutte richiedono l'acquisto di breadboard e cavi dupont o millefori e saldatore - e non è bellissimo regalare qualcosa costringendo l'interessato ad una spesa aggiuntiva per poterne usufruire.

Avreste altre idee? Il budget è di 20€ .

Grazie a tutti in anticipo

Di solito gli informatici preferiscono qualcosa come un Raspberry. Così ci mettono Linux e possono smanettare con i programmi e software di Linux.

Arduino é pensato per i sensori, meno per la programmazione. Quindi, il kit ideale é quello con tanti sensori.

IoT diventa costoso... Oppure si passa ad un ESP32 (se mi é permesso scriverlo in questo forum :P) che possiede già il WiFi e BT integrato.

Comunque di solito, chi entra nel mondo Arduino, lo fa sopratutto per i sensori. E quindi ha in mente un progetto... Ma se é un regalo, ti tocca prendere il kit con tutti i sensori :wink:

propifol:
non è bellissimo regalare qualcosa costringendo l'interessato ad una spesa aggiuntiva per poterne usufruire

Arduino (o similare) da solo serve solo per provare piccoli programmi in C e basta (eventualmente provare il dialogo via rete se il modulo è dotato di connettività ethernet/WiFi). Per fare qualcosa di utile deve essere collegato ad altre cose, e quindi servono cavetti, schede prototipo o breadboard, eventuali alimentatori esterni, componenti. Per poter adattare i collegamenti come si vuole servirebbe un saldatore, per misurare se tutto va bene servirebbe un multimetro. Insomma Arduino e` fatto per costruirgli qualcosa attorno (vale anche per una node mcu ecc). Giustamente come dicono, senza sensori e/o indicatori ottici/acustici, è giusto un giochino fine a se stesso. Dipende se all'amico interessa anche iniziare a costruire qualcosa, allora avere anche solo la schedina sotto mano per "valutarla" può essere interessante.

Forse le schede serie mkr, tipo la mkr1000 wifi.