relay

ciao ragazzi ho acquistato un modulo da 8 relay per automatizzare due lampadine gestite da uno smartphone, ma c'è un problema, i collegamenti con la corrente, con i relay...non saprei come farlo, e non riesco a capire ancora bene come fiunzionano..

Ciao, ti consiglio vivamente di effettuare le prove di collegamento sfruttando led e relative resistenze anche dal lato del "carico" e edivare come la peste di interfracciarti con l'alta tensione (230VAC) se non hai chiaro come trattarla perchè c'è il pericolo reale di MORTE, fai tutte le prove in bassa tensione, studiati bene il funzionamento dei relé (per dubbi chiedi pure qui) e soprattutto come si deve trattare tensioni e correnti pericolose dopodiché, e SOLO allora, collega le lampadine.
Comunque senza un riferimento al datasheet o a qualche link di informazioni sulla shceda che hai comparto è difficile aiutarti, ne esistono a bizzeffe e non è detto che tutte siano uguali anzi.
In linea di massima dalla parte del "carico" dele relé devi interrompere come se fosse un interruttore uno dei due poli del led, dalla parte dello stadio pilota del reè collega un pin di arduino e la massa, o i +5V, seguendo lo schema della tua board e poi piloti il relè ponendo l'uscita a HIGH o LOW in base alle specifiche della tua board.

allora, intatnto ti ringrazio per i consiglio che ascolterò senza ombra di dubbio!!!
il modulo relè che ho acquistato è un HL-58S.

Ciao!
Allora… non ho trovato nessun datasheet (male).
Qui però dovrebbe esserci lo schema (spero giusto).

I collegamenti “lato Arduino” dovrebbero quindi essere facili, basta il segnale del pin di Arduino ad azionare il relè corrispondente.
Quello che mi sembra ti importi di più sono i collegamenti delle uscite del relè. Dovrebbero essere denominati così:
1)NC = Normalmente chiuso, quando il relè non è azionato questa uscita è connessa con C.
2)C = Centrale, si collega con NC o NA
3)NA (o NO) = Normalmente aperto (open) quando il relè è azionato si collega con C.
Se non ci sono queste sigle forse c’è un disegnino come quello qua sotto, indica comunque gli stessi pin.


Come già detto sopra fai delle prove con i 5V e qualche led.
Collega i 5V al piedino C, lascia NC senza collegamento e ad NA (NO) collega il led con una resistenza in serie e poi a massa. Quando azioni il relè giusto il contatto si chiude tra C e NO e fa accendere il led.

Un’altra questione importante è l’alimentazione, il modulo relè si alimenta a 5V, ogni relè (quando è azionato) assorbe circa 70mA, una corrente che il regolatore di Arduino gestisce senza problemi, ma solo se non ci sono altri carichi attaccati, e soprattutto se vengono eccitati uno o massimo due relè per volta.

paofanello:
Ciao!

Ti invitiamo a presentarti (dicci quali conoscenze hai di elettronica e di programmazione) qui: Presentazioni
e a leggere il regolamento: Regolamento

Sono un utente da piu di un anno..mi ero già registrato :slight_smile:

danieldiletto:
Sono un utente da piu di un anno…mi ero già registrato :slight_smile:

Se quoto paofanello la richiesta di presentazione è per lui :grin:

oops..scusami :smiley: errore mio :art: :grin: :grin:
comunque continuo a non apireil fnzionament di que modulo, premetto che sono un neofita in capo di elettronica

Scusate! Mi presento subito appena posso, ero giá sul forum ma poi ho perso il nome utente u.u

Ciao, ti consiglio vivamente di lasciar stare i 230V se non hai le idee chiare e non sai come fare.
Ciao Uwe

Quoto appieno quanto detto sopra. Non si tratta solo di 'starci attenti', si tratta anche del fatto che un lavoro su un impianto elettrico va fatto da elettricisti (abilitati ed esperti). Detto questo se hai giá acquistato il modulo e sei curioso di sapere come usarlo per altri impieghi sono pronto a spiegartelo!

si forse è meglio stare lontano dalle tensioni alte per ora.. :smiley: :smiley:
comunque sarei sempre interessato a capire meglio i relay..sono abbastanza st****o :smiley:

Ciao, provo a spiegarti meglio cosa è un relé, le immagini allegate da @paolofanello sono abbastanza esplicative qui provo a farti un esempio a parole:
Un relè lo puoi vedere come un normalissimo pulsante del tipo che quando è premuto inizia a condurre e quando non è premuto interrompe il circuito. Per attivare il pulsante utilizzi il tuo dito. Nel relé il tuo dito è costituito dallo stadio pilota (quello che colleghi ad Arduino per capirci meglio) che quando riceve il comando di attivare il relè fa circolare corrente in una bobina che crea un campo magnetico che attira a se un contatto e mette in conduzione il circuito collegato alla parte del carico (quello che va all'utenza che vuoi comandare). Quando elimini il consenso sullo stadio pilota è come se tu togliessi il dito dal pulsante.
Come puoi vedere nelle immagini postate sopra ogni relé solitamente è dotato di tre connettori dal lato del carico un connettore comune, un contatto NC e uno NO che stanno a significare rispettivamente Normalmente chiuso e Normalmente aperto (in inglese) ovvero se colleghi la tua utenza tra il pin comune ed il pin NC il circuito sarà sempre chiuso tranne quando comandi al relé di attivarsi (premi il dito sul pulsante), vice-versa se colleghi l'utenza tra il pin comune e il pin NO il circuito sarà sempre interrotto tranne quando comanderai al relé di attivarsi (premi con il dito sul pulsante). Vantaggio di usare un relé separazione fisica tra utenza del carico e elettronica di comando e inoltre la possibilità di comandare grossi carichi utilizzando correnti e tensioni anche di molto inferiori

Ora tutto mi è molto più chiaro..ti ringrazio per la spiegazione molto esaustiva!! grazie mille ancora! :slight_smile: