Relè 220V e Arduino

Ciao a tutti, e scusate se apro l'n-simo post sul collegamento tra relè e Arduino ma domani dovrei andare a chiederne uno in un negozio di elettronica e non vorrei prendere qualcosa di sbagliato. Il relè mi servirebbe per collegare una pompa alimentata dalla 220V di casa , a quanto deve essere comandato? 5V? Cosa devo chiedere?

Relè a 220 V comandato a 5V?

Grazie!

esatto si, se lo trovi si, altrimenti anche a 6V va bene, la bobina si eccita lo stesso.

Se dovesse avere solo quelli a 12V, vanno bene lo stesso...dovrai solo azionarli col classico schema col transistor...

Prendine uno con i contatti che sopportano 10A. Ciao Uwe

Io si ... Devo commutare la 220V, nel caso hanno solo quelli a 12V, quale sarebbe il transistor da prendere???

Grazie !!!

BC337 ciao Uwe

Potresti anche considerare un mosfet (meno perdite), ma per quello che devi fare il bc337 va benissimo.

Ciao a tutti ho preso il relè a 12V in quanto il negozio dove sono andato aveva solo quelli, ecco il datasheet: Datasheet relè

Dalla fugura a pagina 6 che riporto di seguito:

non riesco a capire come collegarlo alla 220V , cioè i contatti 4 e 5 vanno rispettivamente uno a 12V e l'altro a GND (anche se ancora non so quale è il circuito CLASSICO di cui parlava uwefed con il BC337)

Ma poi la 220V, la fase (penso che sia quella che devo collegare) come la collego? A quali piedini? All'1 e all' 8 rispettivamente, per avere un contatto normalmente aperto?

EDIT: Spero non sia un problema iil fatto che sopportino 5A invece che 10A come suggeritomi da uwe, ma il negozio a 10A non li aveva. Grazie

Grazie!!!

Allora il collegamento tra Arduino e rele lo devi fare con il tramite del transistor che poi fa arrivare i 12v al rele. Ora non faccio in tmpo a disegnarti uno schemino, ma è piuttosto semplice, appena arriva Uwe vedrai ch te lo butta giù in un istante. NON collegare il rele all'Arduino per fare prove altrimenti rischi di danneggiare l'ATmega! Abbi la giusta pazienza. La 220 si collega così: un capo qualsiasi lo colleghi al pin 2, l'altro capo al pin 7; quando il rele si eccita i due "com" (comune) si cortocircuitano con i rispettivi "NO" (normalmente aperto). In poche parole collega la 220 ai pin 2 e 7 e quando il rele scata te la ritrovi sui pin 1 e 8; in tal modo realizzi un interruttore doppio, non ha importanza qual è la fase e qual è il neutro. Fai attenzione a maneggiare il rele visto che circola 220V.

Ciao grazie per la risposta, e naturalmente aspetterò la saggia risposta (oltre alla tua ) di uwe.

Comunque non ho capito una cosa, io di un "filo" che va nella 220 V ho 3 cavi: -Neutro -Fase -Terra

giusto?

Non dovrei "interrompere" il cavo di fase e collegare un capo al 2 e un altro al 7?In modo che quando il contatto si chiude è come se il cavo non fosse "tagliato"?

Probabile che stia dicendo delle stupidaggini, ma non ho mai collegato un relè e quindi prima di farlo voglio prendere tutte le precauzioni e capirci bene qualcosa!!!

GRAZIE

Allora, il filo giallo/verde (terra) non lo devi interrompere, lo mandi diritto dalla sorgetnte 220 al motore o quello che è. Per il resto il rele si comporta come un interruttore della luce, in una posizione interrompe e la luce si spegne, nella posizione opposta collega l'interruzione e la luce si accende; nel tuo rele, che è a doppio scambio, tu interrompi sia la fase che il neutro e qualo lo ecciti riunisci fase-sorgente con fase-carico e neutro-sorgente con neutro-carico ed il tuo carico viene alimentato. Ora ceno, se al ritorno Uwe non ti ha ancora risposto, proverò a buttare uno schemino di prova per il transistor, ma preferirei lo facesse lui... :)

Ah, forse ho capito. Quindi adesempio "taglio" la fase e metto un capo a 2 e l'altro ad 1 ; poi "taglio" il neutro e metto 1 capo a 7 e l'altro a 8.

Ci sto capendo qualcosa o proprio nulla?

Per lo schema del bc337 non preoccuparti se non hai tempo , tanto stasera non posso fare nulla al massimo se puoi per domani mi fai un piacere. Peró se pensi sia meglio aspettare uwe, aspettiamolo!

Nel frattempo ti do una risposta veloce, non posso disegnare pero', anche io devo cenare ^_^ Collega una resistenza da circa 4.7k dalla base del transistor verso il pin che controlla il dispositivo; un'altra resistenza da qualche k verso massa, sempre dalla base del transistor. Al collettore connetti un capo della bobina e, questo e' un consiglio che ti do, l'anodo del cosiddetto diodo di ricircolo, il catodo del diodo e l'altro capo della bobina vanno ai 12v (in pratica il diodo e' in parallelo alla bobina), mentre l'emettitore va a massa. Il diodo di ricircolo serve per evitare che il transistor possa distruggersi a causa delle commutazioni (come il colpo d'ariete in idraulica: la bobina si oppone alle variazioni di corrente e tende a pomparla nel transistor quando lui non la vuole piu' far passare). Non so se e' necessario in questo caso, non ho pensato benissimo al circuto, piu' tardi magari ti dico meglio. In ogni caso non sbagli mettendolo.

Grazie per la risposta, domani provo a scrivere qualcosa così vediamo se ho capito.

Ma invece per quanto riguarda il ragionamento del relè che ho scritto nel mio post precedente, è giusto ? Vanno collegati così fase e neutro?

Grazie

Ti basta un solo collegamento, tanto comunque il circuito, quando il rele' e' a riposo, e' aperto. Collega solo il neutro (maneggia la fase il meno possibile se e' collegata alla rete, cosa ovviamente sconsigliabile :roll_eyes:). Taglia il neutro, collega un capo al piedino 2 e l'altro al piedino 1, l'altro ancora collegalo al carico, poi l'altro lato del carico lo colleghi alla fase.

EDIT: scusami, ho detto il neutro dando per scontato che il rele' fosse il tuo carico:~... In genere si interrompe la fase, perche' se si deve, diciamo, sostituire il carico, si sta piu' sicuri. Ho fatto un po' di confusione, scusami ancora. Comunque considera che, ai fini pratici, e' la stessa cosa, il circuito funziona lo stesso...

Quindi? non ho capito bene? basta interrompere solo la fase? e ad esempio mettere un capo al piedino 1 e l'altro al 2?

EDIT: Invece per quanto riguarda il circuito del BC337 dovrebbe essere fatto così? (Sento di aver sbagliato qualcosa :) in quanto così sembra che i 12V vengano dall'esterno invece io voglio che i 12V siano generati dal BC337)

Ma CTRL in figura sarebbe il mio 5V ?

GRAZIE dell'aiuto!!

Il circuito e' giusto.

f.schiano: Quindi? non ho capito bene? basta interrompere solo la fase? e ad esempio mettere un capo al piedino 1 e l'altro al 2?

Si'.

f.schiano: così sembra che i 12V vengano dall'esterno invece io voglio che i 12V siano generati dal BC337)

I transistor non generano tensione, al piu' amplificano segnali. Sono due utilizzi diversi che si fa del transistor: o lo si usa come interruttore o come amplificatore. Nel tuo caso, comunque, non servirebbe amplificare, perche' non c'e' niente da amplificare, non si amplificano tensioni di controllo di 5V in continua, ma piccoli segnali analogici.

f.schiano: Ma CTRL in figura sarebbe il mio 5V ?

Si'.

Grazie della risposta velocissima!

Hai ragione, è sbagliato dire “amplificatore” di tensione in questo caso,ma diciamo che è più un ELEVATORE di tensione.

EDIT: Io sto usando il mio BJT in configurazione emettitore comune o collettore comune???

ma diciamo che è più un ELEVATORE di tensione.

Sbagliato anche questo. Gli elevatori di tensione sono altri oggetti :)

Io sto usando il mio BJT in configurazione emettitore comune o collettore comune???

Emettitore comune.

EDIT: Ho scritto emettitore comune, ma ovviamente nel tuo caso non c'entra, non lo usi come amplificatore! Mi stavi traendo in inganno! :grin:

Quindi in pratica nè collettore nè base nè emettitore COMUNE!

Però è vero almeno che grazie a questo "componente" riesco a passare da una tensione di 5V ad una di 12V? Come lo chiamiamo questo oggetto ? Dai troviamogli un nome :)

EDIT: Dopo pranzo provo qualcosa, di quanto deve essere la resistenza sulla base, che va a massa?

GRAZIE!!!

p.s. Come connetto i piedini del relè? gli saldo dei cavetti?

f.schiano: Quindi in pratica nè collettore nè base nè emettitore COMUNE!

Quelle sono le configurazioni del transistor come amplificatore, ma ti ripeto che non lo stai usando come amplificatore!

f.schiano: Però è vero almeno che grazie a questo "componente" riesco a passare da una tensione di 5V ad una di 12V? Come lo chiamiamo questo oggetto ? Dai troviamogli un nome :)

Transistor. Ovviamente la tensione a 12 volt la devi fornire tu ovvimente! Non si crea tensione (energia) dal nulla!

f.schiano: EDIT: Dopo pranzo provo qualcosa, di quanto deve essere la resistenza sulla base, che va a massa?

1.5 K va bene.

f.schiano: p.s. Come connetto i piedini del relè? gli saldo dei cavetti?

Beh, questi sono gusti! :) Puoi metterci i faston o quello che ti pare, devi scegliere tu, dipende anche dalle dimensioni dei piedini e dal tipo. Non dovrebbero esserci problemi saldandoli.