resistenza "calorica"

Ciao,
volevo sapere se e dove esiste una piccola resistenza tipo quella degli accedisigari della macchina, magari un pò più piccola ma comunque in grado di accendere una sigaretta.
Mi servirebbe sapere anche se basta semplicemente collegarla alla batteria o serve qualche sorta di circuito chessò, magari per aumentare il voltaggio

Non conosco nessuna altra dispositivo oltre all'accendisigarette dell'automobile che ha questa funzione.

Considerazioni personali: Non so nemeno dove ce l' ha la mia macchina. Un attacco é nel cofano ma non per accendere sigarette...
Ciao Uwe

lesto:
Ciao,
volevo sapere se e dove esiste una piccola resistenza tipo quella degli accedisigari della macchina, magari un pò più piccola ma comunque in grado di accendere una sigaretta.
Mi servirebbe sapere anche se basta semplicemente collegarla alla batteria o serve qualche sorta di circuito chessò, magari per aumentare il voltaggio

Una resistenza come quella consuma un accidente, collegarla a una batteria non credo sia fattibile: ti durerebbe forse per un paio di accensioni!

Roba piccola così si trovano anche nei negozi di idrauilica (si mettono nelle caldaie esterne per evitare che congeli l'acqua nei tubi)
certo, non diventano rosse come quelle dell'accendisigari, ma cmq non ci si può lamentare!
per pilotarle ti serve qualcosa tipo MOS o relè visto che consumeranno diversi A
Per batteria cosa intendi? ti serve roba grossetta! diversi Ah...non pensare di fare qualcosa con le pile AA o con quella da 9 volt! :slight_smile:
Roba grossa sono o le serpentine da scaldabagno, o da forno, oppure una via di mezzo sono le piasre dei fornellini elettrici (questa roba va a 220!) la roba da idrauilica direi 12/24

Sinceramente non conosco bene l'idea perchè è una domanda che mi è stata fatta da un amico... farò pervenire le risposte, vi faccio sapere

chiedi: cosa deve scaldare e quanto è grande/pesa
a che tensione lavora
a che temperatura vuole arrivare

dovrebbe scaldare fino ad accendere una sigaretta, 12V o 7V, dovrebbe essere facilmente trasportabile, se non in tasca in uno zaino.
una specie di accendino elettrico. Di più non so, appena so qualcosa in più vi faccio sapere

Ciao Tommaso

Tommaso:
Roba piccola così si trovano anche nei negozi di idrauilica (si mettono nelle caldaie esterne per evitare che congeli l’acqua nei tubi)
certo, non diventano rosse come quelle dell’accendisigari, ma cmq non ci si può lamentare!
per pilotarle ti serve qualcosa tipo MOS o relè visto che consumeranno diversi A
Per batteria cosa intendi? ti serve roba grossetta! diversi Ah…non pensare di fare qualcosa con le pile AA o con quella da 9 volt! :slight_smile:
Roba grossa sono o le serpentine da scaldabagno, o da forno, oppure una via di mezzo sono le piasre dei fornellini elettrici (questa roba va a 220!) la roba da idrauilica direi 12/24

Se lo scopo é accendere una sigaretta percui avere un “accendino superfigo elettrico” Le tue soluzioni non vanno.
Quasi tutte le resistenze per riscaldare liquidi o l’aria non raggiungono le temperature necesarie per accendere il tabacco della sigaretta e sono concepite per essere alimentate con 230V ( oppure 115 e messo 2 in serie per il mercato europeo o in paralello per il mercato americano).
l’ unica aplicazione sono le candele resistive che si usano per fare partire dei motori di modellismo oppure togliere il vetro da una lampadina ad incandescenza, ma tutte due queste possibilitá non sopravivono un contatto con una sigaretta perché non sono abastanza robuste.

Ciao Uwe

scusa se insisto, ma l'accendisigari delle macchine lavora a 12V, eppure sprigiona un calore più che sufficiente.
basterebbe riprodurre il suo funzionamento, secondo me

lesto:
scusa se insisto, ma l'accendisigari delle macchine lavora a 12V, eppure sprigiona un calore più che sufficiente.
basterebbe riprodurre il suo funzionamento, secondo me

eh, ma è collegato a una batteria da 50'000 mAh...

Lavora a 12V ma produce molto calore semplicemente perché dietro ha un accumulatore al piombo minimo da 40A sulle auto più piccole, che sicuramente reggerà una corrente di spunto di qualche centinaio di ampere per scaldare la resistenza. :stuck_out_tongue:

Potresti provare a mettere l'accumulatore in uno zaino dietro la schiena XD
E' una battuta per far 2 risate, non offenderti eh XD XD

e poi, mistero della tecnica dopo un po che lo spingi dentro per farlo riscaldare salta fuori; come fa?

Una volta premuto viene tenuto dento da un pezzo di bimetal che essendo riscaldato dalla resistenza si allarga e lo molla quando é bello caldo.

Wikipedia dice che a secondo la marca del automobile é previsto un fusibile tra 8 e 30A.

Ciao Uwe

yep non ci avevo pensato. Quindi a questo punto direi che si va di 220V..

Esistono delle candelette da aeromodellismo che lavorano a 1,2 volt, che diventano rosse...non so se sono in grado di accendere una sigaretta....
forse qualcosa di più grosso potrebbe essere le candelette di un motore diesel a iniezione, no?
quelle lavorerebbero a 12....

edit: ops...non mi ero accorto che la soluzione del modellismo era già stata presa in considerazione :slight_smile:

anche se il trasportabile in uno zaino e far scorrere tanti A da rendere incaldescente un filo non vanno tanto d'accordo :slight_smile:

Tommaso:
anche se il trasportabile in uno zaino e far scorrere tanti A da rendere incaldescente un filo non vanno tanto d'accordo :slight_smile:

Detta soluzione va usata però con piedi in ammollo quindi va bene solo quando ti immergi in una vasca dei cigni o similare di un parco della tua città ]:smiley: