Resistenza per LDR

Ciao ragazzi!
Volevo creare un semplice trigger per fulmini per far scattare la mia reflex quando c'è un fulmine.

Non ho problemi a comandare la reflex da arduino ecc.. ma ho una domanda riguardo la fotoresistenza.

Solitamente quando le uso su arduino, le associo ad una resistenza da 470 Ohm, a scuola facevamo cosi... ma ho notato che maggiore è la resistenza e maggiore sembra il range di valori restituito sul pin analogico!

Su molti tutorial in rete usano una resistenza da 1KOhm...

Perciò siccome qui i fulmini ci sono raramente e non posso fare molti test, che valore di resistenza posso usare per avere molta sensibilità e riuscire quindi a captare la variazione di luce del fulmine?

Grazie :slight_smile:

Ehm, ho sbagliato sezione... ci ho fatto caso solo ora, scusate... spostate il post in caso :\

Si, c'e' scritto di non scrivere qui ma nelle sottosezioni. Ci penserà il mod.

... non so se con una semplice fotoresistenza ci riesci ... perché non usi un sensore appositamente studiato per i fulmini tipo AS3935 ?

Guarda anche QUI

Guglielmo

Concordo con gpb, ma se vuoi provare con la fotoresistenza, dai un'occhiata ai miei post qua: Impazzire con una fotoresistenza.. - Hardware - Arduino Forum

I trigger per fulmini partono da 40€ ... se il sensore mi costa 25$ + arduino ecc... non mi conviene :slight_smile: Su ebay neanche si trova sto componente :\

Proverò con la fotoresistenza, ma quindi che resistenza devo mettere?

Ho letto il tuo post ma io non uso il partitore...

Io metto proprio la fotoresistenzaa vcc (5v) e sull'altro capo metto: la resistenza a massa, ed il pin A0 di arduino per leggere... poi se il valore mi aumenta di luce di una certa soglia, allora chiamo la funzione "scatta" che mi fa scattare la reflex.

Quindi che valore la resistenza a massa? 1Kohm? Ed 1Kohm è piu sensibile di 470 Ohm? Con 200Ohm ad esempio normale mi da 7 e alla luce 400, con 470 normale mi da 15 e alla luce 700 ... quindi in teoria con 1Kohm dovrei avere un bel range e piu sensibilità no?

Certo che usi il partitore, hai due resistenze... La morale è che con resistenze tra i 1000 e i 3300 Ohm hai una buona sensibilità, oltre quelle i risultati si appiattiscono. Ma alla fine dei conti cambia poco, quel che conta di più è la sensibilità del fotoresistore.

Quindi: usa una R tra i 1000 e i 3300 Ohm :grin: e non preoccuparti troppo, la sostanza non cambia.

SukkoPera:
Certo che usi il partitore, hai due resistenze... La morale è che con resistenze tra i 1000 e i 3300 Ohm hai una buona sensibilità, oltre quelle i risultati si appiattiscono. Ma alla fine dei conti cambia poco, quel che conta di più è la sensibilità del fotoresistore.

Quindi: usa una R tra i 1000 e i 3300 Ohm :grin: e non preoccuparti troppo, la sostanza non cambia.

Ah perfetto! :smiley:

Grazie mille :slight_smile:

Un LDR non funziona; é lento nella risposta. Devi usare un fotodiodo o fototansistore e un circuito che amplifica e ragisce su cambiamenti di luminositá (non so indicarti un circuito) oppure rilievi i disturbi elettromegnetici che genera il lampo.

Ciao Uwe

uwefed:
Un LDR non funziona; é lento nella risposta.

Concordo con Uwe, gli LDR sono lentissimi, quando rilevi il cambio di resistenza il lampo di luce del fulmine è già finito.
Per i fulmini servono sensori basati sulla ricezione dei segnali elettromagnetici, come il sensore proposto da gpb01, oppure sensori ottici basati su fotodiodi veloci, però serve anche un'ottica per concentrare la luce sul sensore.
Con i sensori basati sul segnale elettromagnetico hai il vantaggio di poterlo usare con qualunque condizione di luce e non solo quando è molto bassa, o di notte, come con i sensori ottici.