resistenza per mosfet

In estate ho realizzato un progetto (con il vostro aiuto) con una cella di carico per tagliare la corrente al motore del kart di mio figlio in modo da innestare la marcia senza lasciare l'acceleratore...il progetto funziona bene, per tagliare la corrente sulla candela metto a massa sul telaio il cavo della bobina che si usa anche per spegnere il motore, per fare ciò ho usato un relè, ora al posto del relè vorrei usare un mosfet, precisamente questo FQP3N30.

Quindi arrivo alle domande:

1) posso pilotare direttamente il mosfet con una uscita digitale di arduino, oppure è meglio usare un BC337 per pilotare il mosfet?

2) che valore di resistenza devo usare tra il gate e la massa, sempre che quest'ultima sia necessaria?

La bobina tira fuori al massimo dei giri motore circa 200 volt e circa 1A.

Grazie per l'aiuto

Prova a guardare QUESTO collegamento!

Ciao

Meluino

Per poter pilotare un MOSFET direttamente da Arduino serve che usi un Logic Level MOSFET senó i 5V non sono abbastanza per farlo conduce del tutto.

Ciao Uwe

Prova a guardare QUESTO collegamento!

grazie per lo schema

premetto che sono un principiante in materia ma leggendo il datasheet del FQP3N30 leggo:

VGS(th) Gate Threshold Voltage VDS= VGS ID = 250μA 3.0 5.0 V
quindi la tensione per mandarlo in conduzione dovrebbe essere max 5 volt,
qualche mese fa sulla breadboard ho provato ad accendere un led con il mosfet senza problemi…

comunque cortesemente mi indichi l’equivalente del FQP3N30 del tipo Logic Level MOSFET?

Sí, ma il MOSFET conduce del tutto se la tensione Gate Source é il doppio del Gate Threshold Voltage.
Ciao Uwe

quindi questo potrebbe andare bene: 2SK2417

cortesemente visto che ho difficoltà a reperirlo on line sai indicarmi uno equivalente, magari che supporta anche oltre 250 v?

corregimi se sbaglio, se non trovo un mosfet logic level, potrei usare il mosfet FQP3N30 con una tensione compresa tra 6 e 10 volt pilotato da un BC337 e con arduino piloto il BC337, giusto?

cortesemente visto che ho difficoltà a reperirlo on line sai indicarmi uno equivalente, magari che supporta anche oltre 250 v?

Ciao format, ho provato a cercare su Google "tabella equivalenza MOSFET", il primo risultato è un sito che secondo me potrebbe fare al caso tuo, guarda il LINK!!

Ciao

Meluino

P.S.

format: grazie per lo schema

Se c'è qualcuno che bisogna ringraziare è pighiXXX per il lavoro encomiabile, se vai nella sezione MEGATOPIC ci sono diversi topic aperti da lui dove puoi trovare moltissime risposte a collegamenti vari!!

Ciao format, ho provato a cercare su Google "tabella equivalenza MOSFET", il primo risultato è un sito che secondo me potrebbe fare al caso tuo, guarda il LINK!!

già avevo dato uno sguardo a qusto sito, le equivalenze che ho trovato hanno caratteristiche un pò diverse però potrebbero andare bene...il problema è che comunque non trovo disponibile nemmeno uno.

IRL640A è un logic level che sopporta una tensione di 200V ed una corrente di 18A.

Come resistore di gate puoi usare un 220 ohm (non meno), mentre quello tra gate e massa può essere da 10k (non critico).

IRL640A è un logic level che sopporta una tensione di 200V ed una corrente di 18A.

Dici che potrebbe andare bene per quello che devo fare io visto che supporta massimo 200 volt? (la bobina a volte eroga poco più di 200 volt)

Questo va bene per arduino? IRF644

Però a favore mio credo c'è il tempo che deve lavorare il mosfet... ad ogni cambio di marcia resta in conduzione per 50/60 millisecondi

quindi devo usare 2 resistenze come nello schema postato da meluino?

Tu cosa mi consigli di usare, il relè, oppure un mosfet?

Il relè potrebbe essere lento e la tensione superiore a 200V potrebbe essere un problema per IRL640.

Purtroppo logic level da 300V sono difficili da trovare.

A questo punto non resta che usare un MOSFET normale con tensione 300V ma con un transistor NPN pilota.

Per quanto riguarda la velocità del relè leggo questo dal datasheet: (se ho scaricato il datasheet giusto, sul relè c'è scritto SRD-05VDC-SL-c)

Operation time: 10msec Max (dovrebbe essere la velocità di chiusura del contatto) Release Time: 5msec Max (dovrebbe essere la velocità di apertura del contatto) questo relè l'ho testato questa estate sul kart di mio figlio senza problemi

Mentre il IRL640 andrebbe provato, può anche darsi che tenga...

Per questo mosfet IRF644 leggo sempre dal datasheet: VGS(th) min. 2 e max 4 volt, potrei pilotarlo direttamente con arduino?

Quindi appurata la velocità del relè, cosa mi consigli di usare, il relè, oppure un mosfet FQP3N30 pilotato da un transistor?

Se il FQP3N30 ha come VGS(th) min. 3 e max 5 volt, qual'è la tensione ottimale per mandarlo in conduzione?

Consideriamo IRF644: alla tensione di 5V sul gate, la corrente di drain arriva al massimo a 2.8A, mentre alla tensione di 10V la corrente arriva a 14A.

Per sapere quanta corrente deve passare sul MOSFET, potresti misurare la corrente che circola nel pulsante di spegnimento motore.

In estate ho provato a misurare la corrente con l’ausilio di una pinza amperometrica, ma non ho letto niente…boh…

correggimi se sbaglio, con il multimetro non posso perchè dovrei mettere a massa il cavo…
comunque parlando con chi ha a che fare con queste accensioni mi diceva che la corrente è molto bassa in virtù della
tensione abbastanza elevata.

Come si arriva al ragionamento dei 5 volt / 2.8A?

Esaminando la curva caratteristica:

Sinceramente dalla curva non riesco a vedere la corrente, ma sul gate si può arrivare fino a 15 volt?

Quindi se ad esempio la corrente fosse 2A potrei usare tranquilamente il IRF644?

Allora a cosa serve la dicitura VGS(th) min. 2 e max 4 volt,?

VGSth ... tensione di soglia fra gate e source ... cioe' la minima tensione a cui il componente andrebbe fatto funzionare, o comunque la minima tensione sotto la quale il componente non funziona piu correttamente ... ;)

Prima di tutto Buon Natale a tutti.

Volendo usare un mosfet pilotato da un transistor ho disegnato
uno schema, chiedo gentilmente se ho fatto bene i collegamenti.
Inoltre per R1 ho inserito un valore di 4.7K è giusto? Oppure non serve prorpio?
Per R2 non so che valore usare, sempre che serva anche questa…

A partire da una batteria classica sigillata al piombo 12V ho pensato
di ridurre la tensione a 9 volt (non saprei come ridurla a 10 volt) per alimentare il gate del mosfet FQP22N30. Come mi avete insegnato solo alimentando il mosfet a 10 volt avrò una conduzione completa, ma siccome questo mosfet a 10 volt supporta 21A credo che a 9V male che vada supporta almeno 10A.

Poi con la stessa batteria e un 7805 devo alimentare arduino, a proposito i 2 stabilizzatori
7809 e 7805 hanno bisogno di altri componeti per lavorare?

Per lo schema postato sopra posso usare un mosfet N come on / off?

Credo che tu faccia un po di confusione sul funzionamento dei mosfet di potenza …

Immaginali come una resistenza variabile (fra drain e source), il cui valore e’ proporzionale alla tensione applicata sul gate (o meglio, fra gate e source) …

Sul datasheet ti indica 10V come tensione a cui e’ stata effettuata la misura di resistenza minima, non e’ che ci devi mettere per forza 10V … sempre il datasheet ti indica come massima tensione fra gate e source 30V, il che significa che il mosfet sara’ in saturazione da un minimo della tensione indicata (10V) in su, e che qualsiasi tensione sopra quella, a patto di non superare mai per nessun motivo i 30V massimi, andra’ bene, quindi il regolatore 7809 non ha alcun senso usarlo, perche’ i 12V vanno gia bene cosi come sono, per pilotarci il gate …

Quanto allo schema, transistor NPN, emettitore a massa, base al pin con resistenza fra 1K e 4K7, resistenza da 100K fra base e massa, collettore al +12V tramite una resistenza da 1K (nel tuo schema avrebbe messo in corto l’uscita del regolatore e si sarebbe fritto), resistenza da 1K anche fra collettore e gate del mosfet, source del mosfet a massa (le masse del 5 e del 12 devono essere in comune), drain che chiude verso massa il negativo del carico, che avra’ ovviamente il positivo al +12V … in questo modo il sistema funziona ad inversione, cioe’ il mosfet sara’ “acceso” (chiuso) quando non piloti il transistor (o quando il pin e’ LOW, mentre sara’ “spento” (aperto) quando il pin e’ HIGH … non e’ il massimo ma funziona … per “raddrizzare” il pilotaggio, servirebbe un secondo transistor, o meglio ancora un PNP che piloti il gate, a sua volta pilotato dal NPN …