ricavare display lcd

Salve ragazzi dato che per il momento non posso acquistare un display lcd dove lo posso ricavare (da qualche oggetto in casa) per poi poterci lavorare con arduino ?

difficile,, esistono vari standard di comunicazione con l'LCD..

Li trovi nelle fiere di elettronica .. Alcune... nei distributori delle merndine a scuola ]:D ma spero tu non ti metta a prenderlo a mazzate... :grin:

ratto93: Li trovi nelle fiere di elettronica .. Alcune... nei distributori delle merndine a scuola ]:D ma spero tu non ti metta a prenderlo a mazzate... :grin:

LOL se e' per questo i bancomat hanno pure un touchscreen, secondariamente contengono pure contanti per comperare molti display :)

vedo difficile trovarne di recupero, io ne ho ordinato uno cinese su ebay proprio per imparare ad usarlo con arduino, forse tra 15 giorni mi arriva, meno di 3 euro il costo per un 16x2

reizel: vedo difficile trovarne di recupero, io ne ho ordinato uno cinese su ebay proprio per imparare ad usarlo con arduino, forse tra 15 giorni mi arriva, meno di 3 euro il costo per un 16x2

Meno di tre euro? Posso avere il link? Dovrei comprarne un paio (:

Per quello che riguarda il recupero: prova ad andare in un'isola ecologica (dove si portano gli elettrodomestici vecchi), porti qualcosa (anche un paio di PCB) e ti guardi intorno. Se vedi cose interessanti, chiedi se puoi portare a casa e smontare, poi gliele riporti.

Oppure, se nella zona c'è un mercatino dell'usato (non quelli con le bancarelle: gente che si siede per terra e vende schifezze trovate in cantina/per strada), vacci: buttano la roba visibilmente rotta da una parte (quella che non sembra rotta, la vendono), tu chiedi se puoi prendere, smonti e poi differenzi il resto (:

Io così ho fatto qualche transistor, un po' di led, svariate resistenze ed un centinaio di condensatori ^^

Ricicli, vedi come son fatti gli elettrodomestici e risparmi qualche soldino ;)

NeXTWay, ecco il link:

http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&item=320531225538&ssPageName=STRK:MEWNX:IT

a dire il vero son meno di 3 euro e il tipo ne ha gia' venduti 780 :) il brutto e' dover attendere 20-30 giorni

reizel: NeXTWay, ecco il link:

http://cgi.ebay.it/ws/eBayISAPI.dll?ViewItem&item=320531225538&ssPageName=STRK:MEWNX:IT

a dire il vero son meno di 3 euro e il tipo ne ha gia' venduti 780 :) il brutto e' dover attendere 20-30 giorni

Detto, fatto: appena comprato uno (: Se riesco ad usarlo con successo, ne prendo un altro paio. Per il tempo, non c'è problema: il bello di lavorare per sé è che non si hanno scadenze ^^ Ti ringrazio molto per il link, speriamo sia utile anche a Giacomo.

NeXTWay, quel link conviene solo per massimo 2 pezzi, se uno ne vuole di + ne trovi altri ancora + convenienti.

io intanto vedo com'e' il display, poi se e' tutto ok per quei soldi li implemento nei progettini anche quando non servono :)

quelli costosi sono i 20x4 o le matrici 128x64, ma per moltissime cose un 16x2 e' perfetto

Al posto di uno di questi piccoli display potrei usare un classico monitor da pc ? Si può fare ?

si, ci sono arduini programmati per la VGA e giochini tipo pacman, ma la cosa è assai complicata e necessita hardware esterno.

Sennò esistono shield con LCD da qualche pollice a colori... ma occupano quasi tutti i pin dell'arduino uno poi ci son quelli apposta per il mega e ne richiedono molti anch'essi....

Giacomo96: Al posto di uno di questi piccoli display potrei usare un classico monitor da pc ? Si può fare ?

il problema è che hai un hardware a 8bit su arduino, per farti capire le vecchie consoles avevano questo sistema e ti ricordi la grafica di amiga? (anche se li credo fosse già un 16bit)

certo uqalcosa puoi fare ma prma di arrivare ad un software decente saturi lo spazio a disposizione a meno che tu non abbia un mega ma anche li durerebbe poco. puoi si fare giochetti scemi come pacman o di quel tipo però come qualche scritta non c'è problema ;)

la libreria dovrebbe essere tvout

Signori se avete un amico o conoscete qualcuno che fa assistenza su misuratori fiscali ne avrà un botto messi di lato, e qualsi tutti sono 16x2 e come protocollo non ci sono prob :D :D

L'Amiga era un computer a 16 bit.

Tornando alla questione, l'Atmega328 è capace di gestire grafica in stile arcade anni '80 (quindi risoluzioni basse, intorno ai 240x192 pixel) con qualche bit di profondità di colore, ad esempio il progetto AVGA. Ma il problema è un altro: finché si tratta di fare immagini statiche anche un Attiny2313 è capace di generare un segnale video a 640x480 ma se si tratta di "popolare" le immagini con degli sprite e poi gestire l'input dell'utente è un altro discorso.

L'Uzebox, ad esempio, gestisce una risoluzione massima di 240x224 pixel anche fino a 256 colori ma usa un Atmega644 cloccato a 28 MHz perché con i soli 2 kB di SRAM ed i 16/20 MHz di un Atmega328 puoi farci poco.

La libreria tvOut è molto carina e facile da usare ma si limita a generare un segnale max 120/128x96 monocromatico, cioè bianco e nero. Ciò non toglie che qualche giochino puoi farcelo, vedi ad esempio la miniconsole Hackvision. Però siamo ben lontati dall'Uzebox.

superlol sei troppo giovane. Prima del Amiga c'erano altri computer a 8 Bit. Io ho incominciato con un ZX81 di un amico poi col VIC20 e dopo alla Tua etá col C64 Il VIC20 e il C64 hanno dei integrati che producono l'immagine video prendendo i dati dalla RAM e il C64 avendo 64kByte di RAM aveva anche il modo grafico del display.

Nel ZX81 si occupava il processore Z80 anche per creare il segnale video e la versione base aveva 1kByte di Ram dove era compreso anche la memoria video!!!

A differenza del Arduino il Z80 é un processore e non un controller. Ha 16 piedini per indirizzare la ram e altra periferia e 8 piedini per i dati. I controller non sono fatti per indirizzare periferia ma per pilotare con i singoli pin dell' elettronica.

Ciao Uwe

uwefed: il C64 avendo 64kByte di RAM aveva anche il modo grafico del display.

Peccato che dei 64 kB di RAM alla fine all'utente, in BASIC, gliene rimanevano solo 38: gli altri se li mangiava il computer perché non essendo dotato di bank switching, alcuni banchi ROM (come quelli dei font dei caratteri) erano mappati sugli stessi indirizzi della RAM ed il computer attivava i primi, sacrificando la RAM. XD

Sí ma potevi copiare la ROM sulla RAM sottostante e modificarle dopo il codice o il font.
e poi parliamoci chiaro con 16 indirizzi riuscivi ad indirizzare solo 64kByte di memoria (RAM - ROM - registri dei integrati ecc.)
Ciao Uwe

leo72: gliene rimanevano solo 38: gli altri se li mangiava il computer perché non essendo dotato di bank switching, alcuni banchi ROM (come quelli dei font dei caratteri) erano mappati sugli stessi indirizzi della RAM ed il computer attivava i primi,

Attenzione a non confondere le MCU con i Microprocessori, le prime usano quasi tutte l'architettura Harvard, più o meno modificata, dove la memoria di programma è fisicamente diversa da quella dei dati, mentre quasi tutti i micro usano l'architettura Von Neumann dove il bus della memoria è uno solo e i programmi si trovano, fisicamente, nella stessa memoria dove ci sono i dati. Nei microprocessori o la rom/flash è direttamente mappata sul bus indirizzi, in questo caso toglie spazio alla massima dimensione possibile della ram, oppure viene caricata in ram al momento dell'avvio, quest'ultima scelta è obbligatoria con i micro recenti molto veloci perché la memoria flash è troppo lenta. Nel C64 lo spazio mancante della ram era occupato dal suo sistema operativo e dalla memoria necessaria per farlo girare, la stessa cosa che succedeva per i computer che caricavano il s.o. da un disco, all'accensione i 64k di ram sono tutti li, poi una volta caricato il s.o., p.e. il glorioso CPM, la ram disponibile diventava solo 30-40k, che poi è la stessa cosa che succede su un moderno pc, dopo aver caricato Win o Linux mica avete tutti i vari giga disponibili, una bella quantità è usata dal s.o. Nei vecchi computer con micro a 8 bit, p.e. l'evergreen Z80 o il 6502, la quantità massima di memoria era data dalla dimensione del bus degli indirizzi, ovvero 16 bit il che imponeva il limite fisico di 64kB, per andare oltre era necessario dividere la memoria in banchi da 64kB che venivano commutati tramite il bus di I/O, però a discapito delle prestazioni e con un sacco di problemi quando dati/programmi si trovavano a cavallo dei due banchi.

Quindi i nostri ATMEL sono micro e non mcu? Pensavo che le due sigle fossero equipollenti :~

Micro è un'abbreviazione: può stare per micro-processore, micro-controllore, ecc.. MCU sta per Micro Controller Unit, mentre CPU sta per Central Processing Unit. Un microcontrollore è una MCU: esempi sono i nostri Atmega. Un microprocessore è una CPU, che può essere vecchiotta come lo Z80 oppure nuova come l'Intel i5. Una MCU contiene al suo interno anche una CPU. Una CPU è un'unità che è capace di eseguire delle istruzioni, per questo è usata all'interno di una MCU. Essa esegue il codice dell'utente. Oltre alla CPU, una MCU contiene tante altre unità indipendenti ma interconnesse.