Riduttore di corrente per monopattino elettrico

Ciao a tutti…

Ho acquistato da un pò di tempo un monopattino elettrico Xiaomi 365 Pro.

Per aumentare la sicurezza durante le ore serali ho deciso di installare delle strisce led indirizzabili sotto la pedana;

Vorrei realizzare un lavoro pulito e sicuro (ho paura delle batterie a litio).

Ho acquistato un kit led che comprende il controller sp110e (bluetooth) e 1 metro di striscie led ws2812b (questi qui). operano a 5volt e potenza 18watt/ metro, ma considerate che dovrei installarne al massimo 70 cm (35cm per lato).

L’idea iniziale era di prendere i 5 volts dal controller dei motori, infatti questa ha un connettore jst a 4 pin (gnd, 5volt, dati, 36 volts) che alimenta la dashboard. Utilizzando questo metodo i led si sarebbero accesi soltanto a monopattino acceso; tuttavia non sapendo che carico può sopportare quel pin a 5 volt ho preferito non rischiare (voi cosa ne dite?).

In alternativa ho pensato di prelevare 36 volt direttamente dalla batteria e di ridurli a 5 volt attraverso un riduttore basato su lm2596 (cosa ne pensate di questo?).

ho realizzato due schemi:

  1. PRO: soluzione semplice; CONTRO: i led sono sempre alimentati, devo spegnerli con l’app bluetooth

  2. la seconda soluzione è un pò più complessa ma più “raffinata”: aggiungo un relay che lascia passare la corrente verso il controller led quando viene eccitato dai 3.6volt della luce di posizione.
    Questa soluzione mi permetterebbe di accendere e spegnere i led insieme al sistema d’illuminazione già installato sul monopattino… tuttavia la luce posteriore lampeggia velocemente (2/3 volte al secondo) quando si preme il freno, il che causerebbe l’accensione e spegnimento delle strisce led. ho pensato di ovviare a questo problema utilizzando un condensatore per supplire alla mancanza di alimentazione in quelle frazioni di secondo.

DOMANDE:

  1. secondo voi i collegamenti sono corretti?
  2. Dovrei aggiungere qualcosa (diodi, resistenze o altro)?
  3. Utilizzare i 5 volt che alimentno la dashboard è una cattiva idea (il carico potrebbe danneggiare qualcsoa)?
  4. il riduttore di corrente che ho scelto va bene?
  5. quanto consuma il riduttore quando i led sono spenti?
  6. che relay dovrei usare (considerando anche che essendo installato su un monopattino non ammortizzato dovrà resistere a delle sollecitazioni meccaniche)?
  7. nel caso della soluzione 2, che condensatore dovrei utilizzare?

Penso d avervi fornito tutti i dati necessari…ma se vi dovessero servire altre info ve le fornirò.

In tutti i casi vi ringrazio in anticipo :slight_smile:

Puoi usare un mosfet direttamente pilotato dai 5V del controller dei motori.

Prova a dare un'occhiata qua.

Ciao,
P.

70 cm di striscia da 18W al metro assorbono al massimo 12,6W che corrispondo a 2,5A. Non credo che quel connettore del controller motor possa fornire 2,5A.

Il monopattino ha un interuttore generale?
Sei sicuro che modificando il monopattino non erda la omolgazione?

Ciao Uwe

Quindi, mi consigli di utilizzare un mosfet al posto di un relay?

Infatti anche io temevo che i 5volt del controller sarebbero stati Insufficienti.. comunque, il monopattinonpossiede soltanto il pulsante di accensione.. e da quello si possono accendere le luci e cambiare modalità..

Per quanto riguarda l’omologazione non saprei risponderti.. mi preoccupa piu la garanzia.. per questo motivo non voglio tagliare nessun cavo ma creare dei cavetti a y..

Se non modifichi in nessun modo il funzionamento, non dovresti perdere l'omologazione ... ma per sicurezza, ti consiglierei pure io di non tagliare nulla ... fai un connettore extra di derivazione dalla batteria (cavo ad y, appunto), per prendere l'alimentazione principale, usa uno step-down per alimentarci i led, e mettici pure un rele' per disconnettere lo step-down ... se hai una luce anteriore, puoi usare quella per pilotarci il rele' (oppure se regge, alimentarci anche le striscie), se c'e' solo quella posteriore, e dici che lampeggia durante la frenata, puoi prendere la tensione in parallelo a quella (controlla bene prima con il tester che tensione e' presente, per scegliere correttamente il rele' :wink: ), poi ci piloti la bobina del rele' attraverso un diodo, con un'elettrolitico da 1000uF o simile in parallelo alla bobina (valore da testare, magari basta di meno, dipende dalla bobina del rele' che usi) ...

se usi questa soluzione, non dimenticare di mettere una resistenza in serie al diodo, anche qui valore da testare, parti da 47 ohm, se e' troppo alta scendi a 33 o 22 ... (questo perche' il condensatore in parallelo alla bobina del rele' quando e' scarico si comporta come un corto circuito per un'attimo, la resistenza ridurra' la corrente istantanea impedendo che il circuito che pilota il rele' si bruci)

o ancora meglio, pilotare il rele' attraverso un transistor a collettore aperto, mettendo il condensatore fra base e GND, in quel caso dovrebbero bastare un centinaio di uF, con la resistenza in serie al diodo da 100 o 220 ohm, dipende tutto dalla frequenza dei lampeggi ...

Sempre pero' con cavetti ad y, senza tagliare nulla, in modo che sia possibile ripristinare il tutto alle condizioni di fabbrica in un'attimo, se necessario ... comunque, ricordarsi sempre di controllare e ricontrollare che le modifiche non alterino in nessun modo il funzionamento ... sempre per prima cosa la sicurezza ... ed anche per seconda, e pure per terza :wink: (magari sembra un consiglio stupido, ma male non fa)