[risolto] Circuito con relè (Usb=ok, AC=KO)

Mi vorrei cimentare con l'automazione della mia saracinesca del mio garage via wifi, nell'attesa di capire cosa prendere e come muovermi ho costruito un semplice circuito costituito dal relè SRD-05VDC-SL-C da 10A (Connesso ai 5V, GND ed al PIN3).

Il relè viene azionato da un micro switch a 3 poli:
centro 5V;
a sinistra resistenza da 10Ohm (se ricordo bene), cavo in serie verso il GND ed ho derivato una linea verso il PIN7 ( schema usato x evitare il rimbalzo del segnale, così lessi).

A conti fatti quando chiudo lo switch si chiude il relè e viceversa, codice banale leggendo il pin7 se è LOW o HIGH scrive sul PIN3 LOW o HIGH.

Il tutto funziona se collego via usb arduino UNO. Se utilizzo un trasformatore da muro a 7,5V, se aperto rimane aperto ma quando lo chiudo il relè si apre e chiude continuamente.
Mi sfugge qualcosa, ma cosa?
Grazie

Dimmi che non stai alimentando arduino da un trasformatore da campanello, in AC quindi
E che comunque non alimenti il relè da una uscita di arduino

salsedine:
Mi vorrei cimentare con l'automazione della mia saracinesca del mio garage via wifi

... ti rammento il REGOLAMENTO ed in particolare il punto 15 e tutti i suoi sottopunti. Se la saracinesca in questione, come suppongo, lavora a 230V ... dovrò chiudere immediatamente il thread. :confused:

Ti prego quindi di specificare esattamente tutte le tensioni e correnti in gioco prima che la discussione possa continuare.

Guglielmo

gpb01:
… ti rammento il REGOLAMENTO ed in particolare il punto 15 e tutti i suoi sottopunti. Se la saracinesca in questione, come suppongo, lavora a 230V … dovrò chiudere immediatamente il thread. :confused:

Ti prego quindi di specificare esattamente tutte le tensioni e correnti in gioco prima che la discussione possa continuare.

Guglielmo

Letto il punto incriminato. Arduino è alimentato dalla porta usb o da un trasformatore da 7,5V CC. Preciso che il relè non è collegato ad alcun apparecchio, testavo solamente il funzionamento senza l’usb.

Standardoil:
Dimmi che non stai alimentando arduino da un trasformatore da campanello, in AC quindi
E che comunque non alimenti il relè da una uscita di arduino

E' il classico trasformatore in una grossa scatola nera riporta: "Bjo alimentatore stabilizzato universale con integrato entrata 220V, 50Hz uscita 3, 4.5, 6, 7.5, 9, 12V CC 500mA mass".

ebbene si lo ho collegato ad arduino https://www.prometec.net/wp-content/uploads/2014/10/rele1.jpg.

Ma perchè via usb funziona e via trasformatore no??

Ritieniti fortunato che non funzioni
Non (NON) puoi usare un relè come carico di arduino
Devi passare almeno per un transistor
Arduino non regge il carico, è certo (assolutamente sicuro) che si danneggi in breve tempo
E solo molto probabile che si danneggi quasi subito
Hai avuto fortuna, ma non esagerare...
Cercati un buon libro sull'argomento

Standardoil:
Ritieniti fortunato che non funzioni
Non (NON) puoi usare un relè come carico di arduino
Devi passare almeno per un transistor
Arduino non regge il carico, è certo (assolutamente sicuro) che si danneggi in breve tempo
E solo molto probabile che si danneggi quasi subito
Hai avuto fortuna, ma non esagerare…
Cercati un buon libro sull’argomento

Grazie, per la risposta. Avevo già sentito parlare di transistor, approfondirò l’argomento. Credevo che un semplice azionamento (apertura/chiusura) fosse alla portata di arduino si parla di 90mA.
Ho avuto modo di vedere che tutti i relè hanno una linea di alimentazione (rete) separata da una di comando (azionabile con arduino) a conferma di quanto lei abbia scritto.
Buona serata

>salsedine: Ogni pin di Arduino può dare al massimo, a Vcc, 40 mA (... ma quello è veramente un limite, nel normale funzionamento occorre stare al 60-70% di detto valore) ed inoltre la somma di tutti i pin e dell'assorbimento del chip, non deve superare al massimo i 200 mA (... e anche qui massimo va considerato come valore limite, ma nel normale funzionamento occorre stare al 60-70% di detto valore). Assorbimenti oltre detti limiti possono danneggiare irrimediabilmente il chip.

Guglielmo

gpb01:
>salsedine: Ogni pin di Arduino può dare al massimo, a Vcc, 40 mA (... ma quello è veramente un limite, nel normale funzionamento occorre stare al 60-70% di detto valore) ed inoltre la somma di tutti i pin e dell'assorbimento del chip, non deve superare al massimo i 200 mA (... e anche qui massimo va considerato come valore limite, ma nel normale funzionamento occorre stare al 60-70% di detto valore). Assorbimenti oltre detti limiti possono danneggiare irrimediabilmente il chip.

Guglielmo

Grazie per il chiarimento.

L'ideale è alimentare direttamente solo sensori, se un relè può essere un problema figuriamoci dei banali motorini per giocattoli che richiedono un fonte esterna di alimentazione.

Ho provato ad alimentare il mio circuitino con una alimentatore per smartphone (presa 16A-->usb) e funziona. A questo punto penserei ad un malfunzionamento del trasformatore, bohh :neutral_face: !!!

EDIT: provato ad alimentare a 9V arduino sempre con il solito trasformatore e questa volta apre e chiude correttamente il relè

Se prendi un tester e misuri la tensione di uscita di "quell'alimentatore" (è una parola grossa) vedrai che non è esattamente ciò che è scritto sul selettore delle tensioni.
Ad Arduino dagli da "mangiare" una tensione un po' più "stabilizzata, oppure metti un bel condensatore elettrolitico (1000mF o anche 2200 mF) sui due fili di uscita.

Ho notato che ha un filo "mangiucchiato" che crea falsi contatti, dovrò sistemarlo. Cmq ha la sua veneranda età