[RISOLTO] Inizio chiedendovi aiuto.

Salve a tutti!
Sono una studentessa di ingegneria biomedica che è qui per due motivi:
1- perché vorrei interessarmi e dedicarmi all'elettronica partendo da Arduino.
2- per via di un tirocinio in cui userò Arduino, appunto, per monitorare un alveare con delle celle di carico.

Il primo step che mi è stato assegnato, oltre a studiarmi Arduino partendo dalle basi - ho acquistato "Il Manuale di Arduino" - (ho già programmato in Fortran e Assembly), è quello di trovare informazioni sulla cella di carico che mi è stata consegnata e di scriverci una piccola relazione.
Inoltre, se è possibile, di trovare uno sketch di Arduino che la utilizza.

Ecco, io non conosco il nome di questa cella di carico e non so come cercarla. Le mie informazioni sono queste:


Non so davvero che pesci prendere partendo solo da qui.
O sono tonta io oppure non so...

Grazie mille a chiunque vorrà aiutarmi!

Vedendo la foto direi che si tratta di QUESTO prodotto ... e sulla pagina, nella sezione "Documents" (a fianco a "Description") trovi un po' di documentazione.

Guglielmo

In effetti sono due foto che fanno riferimento a due prodotti differenti, uno venduto da sparkfun e l'altro il 1603 di adafruit e questo: BMP180 Barometric Pressure/Temperature/Altitude Sensor- 5V ready : ID 1603 : $9.95 : Adafruit Industries, Unique & fun DIY electronics and kits

Quello di sparkfun è una cella di carico tipicamente impiegata nelle bilance e infatti può pesare Max 50kgr.

Quello di adafruit sembra essere un sensore barometrico/temperatura e altimetro.

Ora la sparo grossa, dalla cella ricavi il peso dell'alveare, mentre con il 1603 ricavi la pressione atmosferica, indirettamente anche l'altitudine e la temperatura, come usare questi dati lo devi sapere tu.

Non so davvero che pesci prendere partendo solo da qui.
O sono tonta io oppure non so...

Con cosa volevi partire con dei sensori per rilevare l'inquinamento?

Ciao.

Shiki_Ryougi:
trovare uno sketch di Arduino che la utilizza.

Piccolo dettaglio ma penso valga la pena specificare: l'arduino non la "utilizza" direttamente, manca un amplificatore in mezzo.
In base all'amplificatore del caso si può trovare uno sketch piuttosto che un altro.
Visto che la cella è sparkfun magari in qualche cassetto è rimasto qualcosa del genere.
Se fosse questo il caso c'è solo l'imbarazzo della scelta tra quale sketch prendere, qui c'è un tutorial specifico su HX711 e arduino.

Colpa delle mie insegnanti, che mi hanno rifilato una busta sbagliata per il sensore (che appunto fa riferimento a un altro prodotto, quello dell'adafruit).

Ciò che interessa a me è la cella di carico, che mi ha linkato gentilmente @gpb01.

E sì, ho proprio quell'amplificatore.

Shiki_Ryougi:
E sì, ho proprio quell'amplificatore.

E allora segui proprio il tutorial che ti ho linkato. :slight_smile:
Anzi, visto che si parla proprio di cella di carico e amplificatore della sparkfun puoi seguire la guida della sparkfun stessa, è assolutamente completa ed esaustiva su teoria, collegamenti e codice di esempio.

Se la guida non è chiara è perchè devi ancora farti le basi sulla programmazione di arduino (ma se già conosci il fortran e l'assembly non sarà niente di troppo complicato). Non conosco le tue skill di elettronica, ma facendo ingegneria suppongo che almeno la legge di ohm tu la conosca (alla fine non serve molto di più per una cella di carico).

La cosa che vedo più difficile è fare le saldature dei cavi della cella sull'amplificatore, visto che non vedo connettori... ::slight_smile:

Colpa delle mie insegnanti, che mi hanno rifilato una busta sbagliata per il sensore (che appunto fa riferimento a un altro prodotto, quello dell'adafruit).

Da qui la tua osservazione,

Non so davvero che pesci prendere partendo solo da qui.
O sono tonta io oppure non so...

Quindi non eri tonta, ma chi ti ha dato la busta forse un poco intontita lo è stata. :smiley:

E sì, ho proprio quell'amplificatore.

Quindi non ti serve altro, puoi procedere.

Se consideri questo topic concluso puoi modificare il titolo aggiungendo [RISOLTO].

Ciao.