[RISOLTO] Rele e ventole pc

Ciao a tutti sono nuovo sia del forum che di arduino, per cui faccio domande semplici... spero non stupide.

Ho dei dubbi sulla parte circuitale di un mini progettino dove voglio far accendere 6 ventole da pc attraverso un relè.

Ho intenzione di comandarle in modo sincronizzato attraverso un on/off per cui vorrei utilizzare un solo relè.

Le ventole funzionano a 12V ed a 90mA ognuna. Essendo in parallelo avrei bisogno di un 12V con 540mA di consumo a valle del relè comandato da arduino.

Ho visto che ci sono relè a 12V o a 6V, ma se ho capito bene il voltaggio del rele è indifferente rispetto alla corrente e voltaggio che c'è a valle del relè.

In internet ho trovato tutorial per attivare/disattivare un rele da 12v con un transistor, un diodo ed un alimentatore a 12V. Se seguo quel tutorial, posso utilizzare lo stesso alimentatore a 12V anche per alimentare le valvole?

Come? Faccio partire un cavo dalla "linea" del relè dalla breadboard fino ad un cavo elettrico collegato alle ventole?

Inoltre le ventole, essendo da pc, hanno il solito attacco a 3 pin (allego immagine), devo "tagliare" il connettore e saldare i cavi del positivo e negativo delle 6 ventole?

Grazie per il supporto, e perdonate l'inesperienza.

ciao
Nick

v link=msg=1993622 date=1418083216]
Ciao a tutti sono nuovo sia del forum che di arduino, per cui faccio domande semplici... spero non stupide.

Ho dei dubbi sulla parte circuitale di un mini progettino dove voglio far accendere 6 ventole da pc attraverso un relè.

Ho intenzione di comandarle in modo sincronizzato attraverso un on/off per cui vorrei utilizzare un solo relè.

Le ventole funzionano a 12V ed a 90mA ognuna. Essendo in parallelo avrei bisogno di un 12V con 540mA di consumo a valle del relè comandato da arduino.

Ho visto che ci sono relè a 12V o a 6V, ma se ho capito bene il voltaggio del rele è indifferente rispetto alla corrente e voltaggio che c'è a valle del relè.[/quote]
la tensione della valvola non ha niente a che fare con la tensione massima e corrente massiam dei contatti. Visto che hai giá le ventole a 12V puoi usarli anche per i relé. Al posto di pilotare i relé con un transistore puoi pilotare le ventole col transistore.

nickponico:
In internet ho trovato tutorial per attivare/disattivare un rele da 12v con un transistor, un diodo ed un alimentatore a 12V. Se seguo quel tutorial, posso utilizzare lo stesso alimentatore a 12V anche per alimentare le valvole?

Quali valvole? intendi i relé?
Al posto di pilotare i relé con un transistore puoi pilotare le ventole col transistore.

nickponico:
Come? Faccio partire un cavo dalla "linea" del relè dalla breadboard fino ad un cavo elettrico collegato alle ventole?

Inoltre le ventole, essendo da pc, hanno il solito attacco a 3 pin (allego immagine), devo "tagliare" il connettore e saldare i cavi del positivo e negativo delle 6 ventole?

Ci sono dei contatti (Pin) lunghi che puoi inserire sia nella breadbord che nel connettore femmina della ventola.

Ciao Uwe

Ok quindi mi consigli di non utilizzare un rele, ma comandare direttamente le ventole attraverso arduino.

Nei prossimi giorni provo a fare un abbozzo di circuito, così magari gli diamo un'occhiata prima che brucio tutto :slight_smile:

Grazie

nickponico:
Ciao a tutti sono nuovo sia del forum

Ti invitiamo a presentarti (dicci quali conoscenze hai di elettronica e di programmazione) qui: Presentazioni
e a leggere il regolamento: Regolamento

Ciao Nid,
ora mi sono presentato :slight_smile:

Grazie dei link, mi risulteranno molto utili soprattutto per comprendere l'elettronica di base... dove effettivamente sono carente.

Visto che in mente ho un bel progettino a medio termine (controllo di un acquario), ma sono carente dal punto di vista elettronico, mi studierò un pò di cose.

Ho visto comunque che ci sono progetti simili al mio in giro, e sono riusciti... per cui prenderò spunto da quelli per poter apprendere l'arduino e replicare il progetto.

Ritornando alla mia domanda iniziale però ho un dubbio: se non utilizzo un relè per accendere/spegnere le ventole, ma collego direttamente il circuito all'output di arduino.... quando utilizzo un relè?

Cioè se nemmeno per l'on/off di una serie di elementi elettronici utilizzo il relè... comincio ad avere dubbi sul "quando" devo utilizzarlo e quando non è necessario.

un relè si utilizza quando magari si ha il carico alimentatto con la 230vac o una tensione alternata in genere, oppure se devi pilotare carichi molto grossi, ma che DEVONO avere solo 2 stati acceso o spento, e non cose intermedie.
Innoltre lo stato on/off deve essere lento..perche sennò un relè non riesce a starci ditro (un relè pilotato 1 Mhz è impensabile!! per esempio)

Allora ragazzi,
sto procedendo nella definizione ed acquisto dei materiali di cui ho bisogno.

Sto seguendo questo thread: http://forum.arduino.cc/index.php?topic=64511.0

E mi sto apprestando a prendere

  • 1 Transistor BC337-40
  • 1 Resistenza 1k Ohm

Ho già invece l'alimentatore a 12V ed 1Ampere che alimenterà le 6 ventole in parallelo.

I dubbi che ho sono due, essendo un vero neofita:

  1. Il thread in questione parla dell'alimentazione di una singola ventola, io invece ne controllo 6 contemporaneamente (con relativo aumento di intensità da parte dell'alimentazione). La domanda è: il transistor e resistenza sono corretti anche sul mio circuito? o sono dimensionati per una batteria a 12V e singola ventola?

  2. come collego l'alimentatore a 12V sulla breadboard? ci sono dei supporti a pin che mi permettono di collegare i cavi elettrici bipolari normali sulla breadboard? o ce li "incastro" direttamente?

Io chiedo per evitare di friggere tutto per inesperienza....

Grazie
Nick

con 6 ventole (supponimao assorbino .12a visto che tu non lo dichiari) supponiamo assorbino in tutto .72A + arduino..piu altro arrivi subito ad 1A quindi sei gia uqsi al limite!!

Poi Non dici come colleghi ste ventole.. si assieme, ok, ma come indipendenti, in parallelo a gruppi?? se posti uno schemino di come intendi fare ci aiuti!

Ciao,
il consumo lo avevo dichiarato nel primo post.

consumano 90mA a singola ventola. per cui circa .54A

Perchè dici + Arduino e + altre cose?

Ovviamente il progetto che ho in mente intende collegare altre cose, ma i diversi elementi avranno diversi alimentatori (anche perché hanno tensioni differenti) sbaglio approccio?

Per questo motivo ora sto partendo da un semplice “collegamento” di ventole, così poi aggiungo elementi a questo circuito.

Allego un’immagine di come sto pensando il circuito, sempre seguendo il thread di cui parlavo prima.

Le 6 ventole saranno all’interno della plafoniera, per cui parliamo di un paio di metri di distanza dall’arduino (non so se questo può influire).

Grazie
Nick

p.s. Per ora l’arduino è collegato all’alimentazione tramite PC, dopo ci metterò un altro alimentatore che gli darà corrente.

ok 054 potrebbe andare.... se regge lo spunto sei apposto per le ventole (anche se lo vedo un po troppo al limite)

anche il transistor dovrebbe reggere, ma sempre spunti (grossi a parte) io usere un mosfet magari un IRL530 e non ci pensi più!

poi un bel diodo (veloce ti shotky) ci va tra colettore e +Vcc (elimini i transitori..pericolosi)

OK,
allora vado con il mosfet IRL530 ( una cosa del genere http://it.farnell.com/international-rectifier/irl530npbf/mosfet-n-logic-to-220/dp/9102787 ).
E vado con la resistenza 1KOhm.

Cambiando il transistor, il circuito non cambia giusto?

Inoltre ho aggiunto il diodo tra il collettore e l’alimentazione della ventola… se ho capito bene questo serve per protezione sul transistor, nel caso in cui il sistema faccia passare corrente dall’alimentatore 12 verso il transistor e non viceversa…

Infine un’altra domanda… che sono gli spunti? :smiley: :smiley:

Allego il circuito modificato

Allora, mi sono fatto un pò di studio del circuito, e penso che mi devo correggere rispetto al circuito disegnato sopra.

Vediamo se ho capito bene:

  • Il transistor Mosfet è un PNP per cui la corrente va dall’emettitore al collettore quando viene “acceso” attraverso la base.

  • Ho modificato quindi il circuito mettendo il ground nel primo pin (emettitore)

  • Ho connesso il digital pin di arduino sulla base (che viene acceso o spento e che quindi modifica lo stato del transistor)

  • Ho connesso al collettore il cavo che va all’alimentazione.

  • Il diodo è interposto tra il + ed il - dell’alimentatore

Vi allego la nuova immagine.

Che ne dite?? E’ meglio di prima?

Che ne dite?? E' meglio di prima?

Decisamente... visto che prima i collegamenti erano errati

Comunque devi trovarti un testo sul funzionamento dei Transistor e dei Mosfet, perche' ancora non hai le idee molto chiare... anzi, sono ancora nebulose.
I termini Mosfet e PNP si riferiscono a due prodotti diversi
Un Mosfet puo' essere a canale P (PMos) o a canale N ( NMos )
Un Transistor ( BJT ) può essere PNP o NPN
I piedini dei Mosfet si chiamano Gate, Source, Drain
i piedini dei BJT si chiamano Base, Emittore, Collettore
Etc Etc Etc

Quello che tu chiami Mosfet PNP in realtà e un BJT NPN e casualmente il collegamento e' corretto, anche se in genere la piedinatura e' invertita

Se tu avessi usato solo un PNP, oltre ad essere errato il collegamento, non ti avrebbe permesso con solo 5V sulla base di comandare un motore ( o più ) a 12V. Il perche' lo capirai solo studiando

Ok.
Qualche testo da consigliare?

Sto leggendo molto in giro per internet, ma se avete un testo “adatto” alla mia competenza attuale e per il mio obiettivo sarebbe grandioso.

Nick

ancora un consiglio... lascia stare fritzing e passa a qualcosa di meglio (io faccio una fatica paurosa a capire gli "schemi" con fritzing") ti consiglio op kicad o eagle!! ci devi perdere un pò di tempo, ma credimi tutto ntempo guadaganto!!

per li bri non saprei....
io alle superiori (20 annifa!!!!) usavo il Petrini (vol2) ora però non saprei come son divisi i corsi

poi ho preso il sedra/shmit microelettronica... bello ma è costoso (è un mattone)

altro non saprei... è passato troppo tempo per dirti un buon testo scolastico :frowning:

Anche se è un po' datato e non tratta dei MOSFET, "Imparare l'elettronica partendo da zero" (che trovi su Internet) è un valido testo per iniziare.

Ok Ragazzi, sto studiando … per ora tramite internet, poi con calma mi comprerò un bel testo (magari me lo faccio regalare a natale :smiley: )

Allora ho capito cosa è il MOFSET ed a grandi linee come funziona e si attiva.

Ho modificato il transistor sul mio circuito mettendo un MOFSET, che come diceva Brunello “casualmente” era corretto (visto che i piedini sono invertiti).

Questo significa che ora ho:

  • La massa sul Gate (GND)
  • il digital output di Arduino sul Drain
  • L’alimentazione con le ventole sul Source.

La cosa che non capisco è la seguente: se il Gate attiva il canale di corrente quando gli viene applicata una particolare tensione, non dovrei invertire i due pin, collegando l’arduino al Gate e la massa al Drain?

Ed inoltre, visto che quando è attivo la corrente passa dal Drain al Source… non dovrei collegare il filo rosso (5v) al Drain e non il nero (GND) in modo che vengano attivate le ventole? oppure è sufficiente creare “contatto”?

Allego i due circuiti:

  • Il primo è con la semplice sostituzione del transistor
  • Il secondo è come sarebbe se mi rispondiate “sì” ad entrambe le domande che ho fatto

Ciaooo

Dicci qual è il MOSFET che intendi usare.
Ho come l'impressione che siano tutti sbagliati :grin:

Perfetto... vedo che faccio progressi :smiley: :smiley: :smiley:

Allora sotto consiglio di martinix mi stavo orientando ad un IRL530

Da quel che ho capito deve avere il "logic level" (quindi attivazione a 5v) per poter essere comandato direttamente da Arduino.

Detto questo... ancora non ho comprato i transistor, per cui devo sceglierlo (anzi se avete da consigliare dove posso trovarli buoni online).

p.s. ben contento di capire dove e cosa sbaglio rispetto al circuito.

Thanks!

se usi IRL530 i piedino sono G-D-S
anche se la parola “source” potrebbe ingannare è il piedino che di solito si mette a massa!

Il drain va messo “sotto” le ventole che a loro volta vanno a +5Vcc (sempre il didodo ci ma mi raccomando)
Irl530 lo trovi un pò ovunqie… e son tutti buoni :wink:

si i mosfet a livello logico, son gia comandabili a sole 5V (gli altri anche a 10…15V) più che comandabile…diciamo che a 5v gia il canale è bello aperto (forse più corretto)