[RISOLTO] RTC Real Time Clock

Ernesto079569:
Comunque cyberhs qual'è la tensione a cui devono funzionare gli RTC a 3V o 3,6V?

Rileggiti il post #8 ... te lo ha già detto !!!

Guglielmo

gpb01:
Rileggiti il post #8 ... te lo ha già detto !!!

Guglielmo

Ho capito Guglielmo la tensione deve essere 3,6V perchè poi all'interno del RTC ci sono una serie di componenti che abbassano la tensione a circa 2,74 V invece con le CR2032 e più probabile che la tensione scenda sotto i due volt. Comunque Cyberhs come mai dici che è rischioso?

Nel peggior caso la CR2032 può esplodere e non sono casi isolati.

Il Litio ha questa brutta caratteristica… :frowning: :frowning:

Comunque come dici tu cyberhs non solo perchè il litio può esplodere ma perchè con una CR2032 la tensione come scritto da te può scendere sotto i 2 Volt, infine come hai detto tu usiamo una LIR2032 ed è tutto a posto. :slight_smile:

cyberhs:
Nel peggior caso la CR2032 può esplodere e non sono casi isolati.

Il Litio ha questa brutta caratteristica... :frowning: :frowning:

:o Beh mi sa che mi è andata bene :grin: Una LIR è d'obbligo

Grazie Cyberhs +1

As_Needed:
:o Beh mi sa che mi è andata bene :grin: Una LIR è d'obbligo

Per toglierti ogni dubbio piccola modifica hw e metti una CR2032 (trovi la modifica in molti siti, la postai anch'io un pò di mesi fa per il contagiri dello scooter di.... nn ricordo :frowning: )

Beh allora ho trovato questa qui :wink: Anzi, qui qualcuno dice che anche una LIR è pericolosa, l unica alternativa è togliere resistenza e diodo come nell allegato in prima risposta o tagliare il PCB nel punto che mostra sempre il primo allegato http://forum.arduino.cc/index.php?topic=278270.0

Be si c'è un bel po di confusione su questi RTC comunque mi sembra che su internet ho letto che i 5v non sono adatti a caricare la LIR2032 in quanto supera la massima tensione di camera.. Ci sono soluzioni senza togliere nulla dalla scheda??

Aggiungere un secondo diodo in serie al primo :wink:

Se dai 5V togli la caduta media di un paio di diodi (circa 1.5V), ti ritrovi con circa 3.5V di tensione di ricarica, valore che non superera’ mai i 4.2V di soglia massima delle litio, ma che sara’ comunque in grado di mantenerla carica … viene anzi da chiedersi per quale motivo non l’abbiano gia fatto all’inizio i venditori di quei cosi … pigrizia ? … scarsa immaginazione ? … risparmiare un paio di centesimi per scheda ? … mah …

Etem, guarda che la tensione di ricarica deve essere prossima a 4.2V (cella LiION completamente carica): ecco perché nello schema il circuito di ricarica che un solo diodo 1N4148 ed un resistore da 200 ohm.

Quello e' per la ricarica completa ... se vuoi solo mantenere il tutto in carica, senza rischiare, anche una tensione inferiore e' sufficente ... la batteria si ricarica solo fra il 60 e l'80 %, ma per quell'utilizzo e' in genere piu che sufficente ...

Se vuoi una ricarica un po maggiore, diciamo fra il 70 ed il 90 % , basta usare un secondo diodo di tipo schottky, anziche' al silicio, in modo da avere sulla cella una tensione di circa 3.9V in fase di carica ... ma sempre senza rischio di superare il limite e vedersi la cella scoppiare ...

Lo so che e' un "compromesso", ma senza un chip attivo per gestire la ricarica, e' la soluzione piu semplice e meno costosa ... ed inoltre non stai ricaricando un pacco di batterie di potenza, ma solo una cella a bottone di backup ... avere un'autonomia residua di "soli" 5 anni invece che di 10, non credo sia molto importante per fare fronte a saltuarie interruzioni di rete ;))

Ah comunque grazie Ete del consiglio per l’RTC :wink: