Saldatrice TIG DC

Ciao a tutti, sono uno studente di Ingegneria Meccanica e questo è mio primo post :slight_smile: mi dedico molto al fai da te e vorrei chiedervi un aiuto per il progetto di un'eventuale TIG DC. Su internet ho trovato molti progetti, ma tutti molto complicati e aventi funzioni che (almeno per ora) non mi interessano.
Per chi non lo sapesse una saldatrice non è altro che un generatore di corrente costante, o variabile con un duty cicle Max/base.

La mia idea di base è la seguente:

  • 230 AC
  • Raddrizzatore (ponte di diodi e condensatore per livellate la tensione)
  • Ponte H per portare la frequenza a 20-30 kHz
  • Trasformatore
  • Raddrizzatore
  • Resistenza Shunt

In linea di principio si imposta un valore di corrente, che sarà letta tramite la Shunt, e se questa non corrisponde viene variato il duty cicle del ponte H. Il carico di una saldatrice è essenzialmente resistivo il che semplifica molto le cose I = V/R.
La frequenza così elevata è per poter usare trasformatori molto più piccoli rispetto a quelli per la 50 Hz. Ipotizzando di avere un picco di potenza di 3-4 kW, sul ponte si avrebbe una corrente max di circa 12 A (4 kW / (230 * 1,41)), quindi pensavo di usare dei IGBT da almeno 15A.
Il duty cicle degli Ampere Max/base si otterrebbe variando la corrente voluta al secondario secondo i parametri impostati (1-50 Hz)

La domanda dunque è: è realizzabile un progetto del genere?

P.S. so bene che appena si nomina la 230V subito partono gli allarmi; so che è pericoloso e che se non si usa la testa la si può perdere!

Grazie in anticipo :slight_smile:

Ciao,
essendo il tuo primo post, ti chiederei di presentarti QUI (spiegando bene quali conoscenze hai di elettronica e di programmazione ... possibilmente evitando di scrivere solo una riga di saluto :wink:) e di leggere con attenzione il REGOLAMENTO ... Grazie.

Guglielmo

andros92:
La domanda dunque è: è realizzabile un progetto del genere?

Per come hai esposto la cosa, denotando ignoranza su come funziona la saldatura ad arco, non importa se TIG, MIG o MAG, ti consiglio di lasciar perdere, rischi di farti male sul serio.
Per tua informazione, tutte le saldatrici elettriche lavorano a bassa tensione, a vuoto al massimo arrivano a qualche decina di Volt, anche per motivi di sicurezza, mentre sotto carico la tensione cala a qualche volt, però la corrente è altissima, come minimo stiamo attorno ai 100 Ampere per arrivare anche a diverse centinaia per le TIG, inoltre ti sei scordato del gas inerte per la protezione del bagno di saldatura.
Si trovano facilmente saldatrici TIG, entry level, a mendo di 300 E, oltre ad essere sicuro che funziona eviti di farti male.

astrobeed:
Per come hai esposto la cosa, denotando ignoranza su come funziona la saldatura ad arco, non importa se TIG, MIG o MAG, ti consiglio di lasciar perdere, rischi di farti male sul serio.

Concordo e, considerata la pericolosità dell'argomento e le correnti in gioco ... penso sia meglio chiudere qui questo thread. ::slight_smile:

Guglielmo